Resta in contatto

News

Cosenza, senti Pochesci: “Fatico a considerarlo già salvo”

Intervistato dal portale pianetaserieb.it l’ex tecnico della Ternana ha analizzato la corsa salvezza

E’ diventato un personaggio più per le sue performance fuori dal campo, che non per quello che ha dimostrato in panchina. Sandro Pochesi, ex tecnico della Ternana è stato intervistato dai colleghi del sito pianetaserieb.it per larubrica “La Voce del Mister”. Diversi i temi affrontati, tra questi anche la lotta salvezza, che secondo il tecnico romano vede ancora coinvolto l’undici di Piero Braglia.

Di seguito le parole di Pochesci:

Il campionato è aperto e imprevedibile non solo davanti, ma anche in fondo alla classifica. Il Crotone, ad esempio, pur vincendo poco si sta lentamente risollevando. Ritiene che Stroppa abbia le carte in regola per portare i pitagorici fuori dalla zona play-out?

“Quando retrocedi parti coi favori del pronostico, ma in realtà è tutt’altro che semplice. Se hai un obiettivo e ti ritrovi a lottare per un altro nella testa dei calciatori scattano strani meccanismi, difficili da contrastare. Ci sono gruppi adatti a campionati di vertice e altri adatti a combattere in fondo alla graduatoria. Tutti ritengono che dopo la vittoria col Palermo si debba ritenere un passo falso il pari di Padova, invece i miglioramenti dei ragazzi si vedono di settimana in settimana. Anche nella sconfitta di Brescia si era notata una prestazione importante e sono convinto che i valori del gruppo alla lunga possano emergere e garantire la salvezza. La mano di Stroppa sta facendo la differenza in positivo. C’è, però, un altro discorso da fare. Se loro escono fuori e lo fa anche il Livorno, chi è che rischia la retrocessione? Gli amaranto di Breda hanno trovato la quadra perfetta grazie al loro mister e sono sospinti da un pubblico straordinario e un giocatore di classe cristallina come Diamanti. La vittoria sul Benevento è il sigillo che mancava, che restituisce i punti e la fiducia sottratti da sfortuna e direzioni arbitrali discutibili.”

 

Il discorso a cui ha accennato è ricco di interesse e la domanda gliela pongo in maniera ancora più esplicita: se Livorno e Crotone si salvano, quanto rischiano Venezia e Cremonese?

“Il Venezia non ha mandato via un allenatore scarso, anzi. Zenga nel girone di andata fece punti importantissimi contro squadre decisamente superiori. Per me rischia tantissimo, così come la Cremonese, ma fatico a considerare già salvo anche il Cosenza. Permettimi di dire che, per la breve esperienza che ho maturato, so che adesso inizia un altro campionato in cui le motivazioni fanno tutta la differenza del mondo. Chi si sarebbe mai immaginato 4-5 giornate fa scenari del genere? Eppure è accaduto. Quando ci sono allenatori giovani gettiamo la croce su di loro, quando poi anche quelli esperti falliscono restiamo senza parole. Con l’esperienza si portano certezze negli spogliatoi e si spronano i ragazzi: ora vedremo cosa Cosmi saprà dare ai lagunari. Questa dinamica però la si è già vista un girone fa, quindi occhio a pensare che basti essere navigati. Il calcio sta cambiando, la mentalità sta cambiando. L’Ajax può imporre la propria idea di calcio al “Bernabeu” e umiliare il Real Madrid, la stessa cosa può fare l’Atalanta contro qualsiasi avversario.”

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

Riccardo Zampagna, il bomber che faceva il tappezziere

Ultimo commento: "Un guerriero in campo!!!"

Marco Negri, il bomber silenzioso

Ultimo commento: "Conservo gelosamente la foto fatta con lui ed i pantaloncini che mi regalò. Che bella cosa vedere in quella foto tutta la mia emozione, di stare..."

Gigi De Rosa, il professore

Ultimo commento: "Un grande uomo Gigi"

Tramonti di gloria: Gigi Lentini

Ultimo commento: "Bomber in campo e fuori..."

Massimiliano Catena, una storia da ricordare

Ultimo commento: "massimiliano ex compagno di scuola all ITIS VALLAURI a roma , ex compagno di squadra all OMIALBA finche giovanissimo fosti acquistato dal Torino per..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News