Resta in contatto

Approfondimenti

Cosenza, parla Trinchera: “Non mi piace buttare fumo negli occhi”

Il direttore sportivo rossoblu ha parlato in occasione della eccezionale conferenza stampa: “Cercavamo un giocatore veloce, generoso in fase di non possesso, che attacca in profondità. Preferisco avere un’opportunità tecnica che serve al Cosenza, altrimenti rimaniamo così. Il tecnico è contento della squadra”

Un fiume in piena. Così il ds del Cosenza Stefano Trinchera, in occasione della eccezionale conferenza stampa finalizzata a chiarire alcune dinamiche sulla altalenante sessione di mercato appena conclusa: “Negli ultimi giorni di mercato sono arrivati tre ragazzi. Mi dispiace, e lo devo ribadire più volte, di non aver completato l’opera con un calciatore che lì davanti potesse migliorare il nostro reparto offensivo. Son due mesi che ci lavoro, si fa presto a giudicare ma a monte ci sono delle cose da precisare” l’esordio del dirigente leccese nella sala stampa “Bergamini”.

Qualche precisazione sul mancato acquisto di rilievo: “Ho una grande responsabilità, ho subito tante critiche, abbiamo tenuto duro e abbiamo realizzato più miracoli. Non mi è mai piaciuto buttare fumo negli occhi a nessuno. Avrei preso il giocatore con una grande carriera alle spalle, avrei accontentato la piazza ma avrei fatto allo stesso tempo un buco nell’acqua, consegnando a Braglia un giocatore che non rispondeva alle sue esigenze”. 

Poi, il direttore entra nel particolare: “Quando mi approccio al mercato, lo faccio condividendo le strategie per arrivare a determinati giocatori. Cercavamo un giocatore veloce, generoso in fase di non possesso, che attacca in profondità. L’allenatore ha un tipo di gioco e delle esigenze, non è detto che Braglia gradisca Pazzini per il solo fatto che ha giocato in Nazionale. Devo concentrarmi sulle caratteristiche che servono al tecnico.”

Una manciata di ottimismo: “Ricordo che le grandi cose le abbiamo fatte con Embalo, Baez e Tutino. Quest’anno ci sono Baez, Pierini, Carretta e Machach. Quest’ultimo imparerete a conoscerlo bene”. Infine, Trinchera tiene a precisare che non è obbligatorio il reperimento della punta: “E’ da tanto che faccio attività sui video di giocatori stranieri. E’ una continua ricerca. Preferisco avere un’opportunità tecnica che serve al Cosenza, altrimenti rimaniamo così. Braglia è contento per come abbiamo fatto la squadra. Lui si aspettava l’ingaggio di un attaccante, che ad oggi non è arrivato. La ciliegina sulla torta arriverà se si presenterà l’occasione.”

34 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
34 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Vigliacco… Pulisciti la bocca prima di parlare di Cosenza…. Luardu

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Trinche vati spacca na fresina

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Nu vuommicu

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Trincheeee tu il fumo non l’hai buttato
Te lo sei fumato tuttoooooo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Senza sordi misse unni po sente

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Fumatillu

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ha fatto da parafulmine a Gargamella

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ma che tipo di canna ti sei fumato

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ormai è andata così.. Stiamo vicini a questi ragazzi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Dice che Palmiero voleva rimanere… perché non è rimasto?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Dici la verità Trinky, non avevi soldi per comprare nemmeno una punta di basilico

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Discredita pure la città e ………..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Eeeee malanova… 30 anni fa u vidii daveru u clima ostile……

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ma che dice questo lotta per i lupi forza

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Perché che ruolo ha Litteri? Maniero? Perez? La questione sono i soldi e a gratis o quasi non ci viene nessuno a giocare qui.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Se cercavi un attaccante che si sacrificasse e non segnasse gol bastava richiamate Arrighini

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Un Signore con la S maiuscola..e la gente capisce finiacchi pi fiaschi. ???

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Forse non l’ha trovato perché il budget non era sufficiente.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Viste le evidenti difficoltà economiche mi chiedo, possibile che in c non ci fossero profili del genere? Oppure dovevamo pescare da YouTube?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Raccontasse quello che vuole x noi ce solo il Cosenza! Compatti con il Mister e la squadra! Forza lupi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Stativi ara casa, aveva ragione Pagliuso iativi viditi u zumpanu. Chiedo scusa alla squadra del Zumpano.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Una sola parola: Aziendalista

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Stiamo tutti calmi,remiamo verso un unica direzione,difentiamo la B x nn ritornare in campionati da parrocchia.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

È stato molto chiaro, tutto sommato c’è una buona squadra, non fasciamoci la testa prima di romperla, cerchiamo di creare entusiasmo intorno alla squadra…forza branco di lupi in 12 ce la faremo!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Scusate come mai con era Pagliuso abbiamo avuto i migliori allenatori d’ Italia e bei giocatori me lo spiegasse Trinchera

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Cioè video di stranieri… Cosi fai lo scout? Arrivato a sto punto gioca a football manager che è pure più divertente ???

P. S. Alla fine trinchera avrà pure cercato di portare quello che chiedeva braglia. Il problema è che la società non ha contrapposto la sua volontà di fare l’operazione. Però sarebbe stato più onesto dire, purtroppo non siamo riusciti a prendere quello che cercavamo perché le Condizioni del Cosenza non lo permettono. No ca facimu proclami, ppe piglià ppe fissa i tifosi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ha avuto il coraggio di dire come stanno le cose a Cosenza. L’apprezzo e forza lupi.❤??

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

…. Lasciamoli lavorare (in pace) la squadra c’è… Ha disputato due belle partite è Mankato solo il goal!. Se si vinceva una di qst partite…. Nn saremmo qua… Ma sognavamo la A… Tempo al tempo. Forza lupi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Con 5 mila lire è stato preso un CS in serie D, con 10 mila lire siamo andati in lega pro, con 15 mila lire abbiamo vinto il drrby ed una coppa Italia, con 20 mila lire siamo andati in B ed abbiamo rischiato i play off….. In non dimentico e dico grazie! Non aggiungo altro, mi spiace solo che i salernitani ci hanno surclassato col tifo…. Credo sia opportuno un analisi di coscienza per ognuno di noi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

?? sei un Grande DS

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Può essere che abbia ragione…magari cin Braglia cercavano ùna tipologia di calciatore che nn e venuto…io dico .che la squadra sta bene .e lo sta dimostrando con l arrivo dei nuovi migliorerà abbiate fede…fiducia nella società ..quale società vuole scendere…nessuna quindi forza che la squadra c e bisogna solo sostenere sempre..nn x il risultato ma x la maglia in bocca al lupo.??

Alberto
Alberto
1 anno fa

Guarascio e Trinchera incompetenti nn ci meritate!! Dativi ara munnizza il vostro mondo…
Si scinnimu un saglimu mancu fra 100 anni.

Federico
Federico
1 anno fa

Ho fiducia nella dirigenza, cerchiamo di essere costruttivi tutti, non rompiamo il giocattolo con critiche inutili e non meritate, i risultati arriveranno, da Pescara un forza lupi

Piero C
Piero C
1 anno fa
Reply to  Federico

Il giocattolo è già rotto. E c’è chi come te non se ne rende conto. Sempre sulla difensiva! Ora basta!

Advertisement

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "GUARASCIO VATTENE DA COSENZA SUBITO"

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Lo ricordo perfettamente quando lo stadio del Cosenza era in via Roma. È qualche anno più piccolo di me e ricordo il suo destro con dei tiri..."

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Stiamo parlando di uno dei migliori allenatori che abbia avuto il Cosenza insieme a Bruno Giorgi. Ho avuto il piacere di conoscerlo bene e..."

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "Lo scoprimmo in coppa Italia Maggiore quando inchiodò il Foggia sullo 0 a 0 nella gara d'andata al San Vito ( di allora)"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti