Resta in contatto

Approfondimenti

Trinchera: “Cosenza ha bisogno di compattezza”

Il direttore sportivo rossoblu ha parlato in occasione della eccezionale conferenza stampa indetta giovedì: “Oggi si sminuisce questa campagna acquisti. Monaco è uno dei difensori più forti della B, mentre Greco è un profilo importantissimo. Sugli svincolati…”

Tempo di bilanci sulla sessione estiva di mercato del Cosenza. Il direttore sportivo rossoblu Stefano Trinchera, in occasione della eccezionale conferenza stampa, invita alla compattezza di tutto l’ambiente: “Oggi si sminuisce questa campagna acquisti. Mi dispiace che si crei un clima surreale e ostile quando dovremmo difendere ciò che insieme abbiamo realizzato. La Serie B è un grande patrimonio per noi. Ogni domenica dobbiamo difendere la categoria e non possiamo farlo senza l’entusiasmo della gente”.

Il tempo sarà galantuomo, il dirigente leccese tiene a precisarlo: “Qui sono arrivati giocatori sconosciuti che nel tempo hanno trovato continuità. Prima di essere criticato, vediamo i risultati in campo. Sono orgoglioso di stare a Cosenza, bisogna stare compatti altrimenti non andiamo da nessuna parte. Quando sono arrivato a Cosenza, ho fatto la stessa considerazione che feci a Francavilla: “Qui c’è un progetto a lungo termine”.

Focus su alcuni nuovi arrivati:Monaco è uno dei difensori più forti della B. Greco era un profilo che mancava all’interno di questa squadra. Portarlo alla fine è stato importante a livello finanziario. A Milano tutti mi facevano i complimenti per Machach, mentre Perinetti mi ha detto che Lazaar voleva portarlo a gennaio al Genoa”. Poi, su Moreo: “Lo abbiamo preso svincolato. C’era un accordo iniziale col procuratore di mandarlo in Serie C. Strada facendo ho preferito che facesse il ritiro con noi per far vedere all’allenatore le sue qualità, poi abbiamo visto che era indietro di condizione e abbiamo preferito mandarlo in prestito. Oggi poteva tornare comodo, ma non è pronto per fare la Serie B”.

Considerazioni finali sugli svincolati: Cocco non è un nostro obiettivo, mi è stato proposto dal procuratore ma non rientra nei nostri radar. Il procuratore di Paulinho mi aveva detto che voleva smettere, mentre Mchedlidze ha declinato l’invito quando abbiamo mostrato interesse”.

 

32 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
32 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Sei un pagliaccio ?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Mi fido del ds.trinchera.il cosenza deve crescere e dimostrare carattere è che si a un progetto a lungo tempo,e poi saranno i giocatori a voler venire qui.ora stiamo uniti squadra società. E tifosi.forza lupi sempre

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Sento commenti ridicoli nei confronti di chi finora ha lavorato benissimo..Cosenza “calcistica” al momento non ha un grosso appeal..questo vuole dire il DS è chi frequenta ambienti calcistici lo sa!
Per il resto sono certo che la squadra anche così com’è troverà la quadra..

Fabio Assunto
Fabio Assunto
1 anno fa

Mio caro Trinchera, sai quanto ti stimi e ti abbia stimato, ho scritto in altri post, puo’ anche verificare. So che lei legge questi post…. Mi consenta di dire che permettersi, ammesso anche che sia vero, permettersi di dire che alcuni e taluni giocatori che non vengono a Cosenza perche’ Cosenza non ha appeal, e’ la piu’ grande offesa sparata gratuitamente che poteva dire. Non si permetta mai piu’ a dire certe cose. Il suo intervento come DS del Cosenza e come rappresentante di Cosenza e’ stato scellerato. Mi vergogno e mi sento tradito anche da tutti quei giornalisti presenti… Leggi il resto »

Piero C
Piero C
1 anno fa
Reply to  Fabio Assunto

Bravo Fabio! A parte che se scelgono di andare a Crotone….perché non dovrebbero venire a Cosenza?????

Fabio Assunto
Fabio Assunto
1 anno fa
Reply to  Piero C

Appunto…no comment! Io non giudico il lavoro di Trinchera, ed ammesso che ci sia del vero sul fatto che Cosenza non abbia appeal, la ragione risiede nell’incapacita’ della societa’ nel rendere Cosenza una squadra unica…con strutture e stadio adeguati. Con i miei figli e nipoti allo stadio a 30 gradi non possiamo neppure comprare una bottiglia di acqua pppure andare in bagno che sono in condizioni indecenti…e quando lo faccio notare al sindacp seduto in tribuna..ti guarda cpn il suo sguardo furbo e menegmfreghista e ti risponde…Miglioreremo!!!!! Sono Anni!!!!!!!! Quindi pesiamo bene le parole…noo tifosi rispondiamo presenti allo stadio per… Leggi il resto »

Claudio
Claudio
1 anno fa

Ora magari finisce che se le cose dovessero andare male (ovviamente spero che non si verifichi mai), la colpa sarà dei tifosi e non magari di una squadra non completata!!!

Cristian
Cristian
1 anno fa

Non si può DENIGRARE così una città…non si puó OFFENDERE cosi L INTELLIGENZA del tifoso ….cercate di essere un po’ più UMILI…SINCERI…
non bisogna trovare per forza un CAPRO ESPIATORIO per DIFENDERE solo ed ESCLUSIVAMENTE il vostro SCELLERATO operato!!!

Chiudo con una massima di questa MERAVIGLIOSA provincia….
“SENZA SORDI UN SI NI CANTANU MISSI”

❤️?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Vai via indegno incapace

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Vati curca ca un capisci Na mazza

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Trinche tu e guarasciu con qualche giornalista a nonna..iativi spaccati na fresina..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Uniti si vince forza Lupi!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

9.000 persone a partita e parla di Sostegno….. se budimir per noi sarebbe come prendere icardi chiudimu a Baracca.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Facciamoli lavorare..il Mister è di serie A.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ma va coglia riganu ara scisa e paula

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Braglia adatterà qualcuno a fare il falso nueve se litteri non si sblocca. La rosa secondo me è di primissimo livello con questo neo della prima punta. Vedremo ma non sono pessimista

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Pagliacci

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Abbonamento fatto, tutto il resto sono chiacchiere

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ed allo stadio sempre in 10.000 almeno

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

No assolutamente….occorre o occorreva semplicemente un n. 9! Stop!

pasquale filice
pasquale filice
1 anno fa

Lasciano lavoare gli addetti hai lavori……….se non erro siamo in Serie B grazie a Guarascio Trinchera e il mago Braglia lui fara”un,”altro miracolo” Corsi attaccante.

Franco
Franco
1 anno fa

Quando saremo in pochi a seguire la squadra…. poi il tuo progetto a lungo termine lo sai dove te lo infili tu e Guarascio?a ru culu!!!smettetela di prendere in giro

Franco
Franco
1 anno fa

Il giocattolo si è rotto…

gino
gino
1 anno fa

Non mi è piaciuto ciò che dice Trinchera. Ha nascosto dietro il PRESUNTO non appeal di Cosenza la sua incapacità di trovare 1 attaccante tra le decine a disposizione in Italia e all’estero, nell’arco di 3 mesi. Poi dice che a Braglia non piacciono le prime punte. Ok, ma perché non ha speso una parola su Acosty e Baraye inseguiti per tutto il calciomercato, che prime punte non sono e andavano benissimo? E nessun giornalista glielo ha chiesto. Alle favolette del no all’ultimo secondo del Trapani e di Rosseti non credo, né alla storiella dei documenti di Tupta, guarda caso… Leggi il resto »

eugenio
eugenio
1 anno fa

….a noi ti permetti di dire che la serie B è un grande patrimonio…..a noi dici di essere compatti…… per fortuna il caldo è passato altrimenti avrei pensato ad un colpo di sole……qua non c’è un filo di logica altro che progetto a lungo termine…..

eugenio
eugenio
1 anno fa

Cosenza non ha a…pila traduzione integrale del termine appeal.

Paolo
Paolo
1 anno fa
Reply to  eugenio

Ahahahah… grande!

Rico
Rico
1 anno fa

Sono anni che non si contesta e che nei momenti di difficoltà la tifoseria ha tenuto conto un comportamento esemplare, meglio di tante altre occasioni nella storia. 3000 a Crotone, 10000 in casa e 700 abbonamenti in più nonostante aumenti di prezzo, dove lo appoggia i DS questo appello me lo dovrebbe spiegare

Davide
Davide
1 anno fa
Reply to  Rico

700 abbonamenti in più?? Ma dove.. sono state 70 tessere vendute in più.. l’anno scorso 1550 quest’anno 1630 una cosa del genere.. nn spariamo numeri giusto x.. a kr 2000 sostenitori ed in casa c’erano 8000 più 1000 salernitani

Pablito
Pablito
1 anno fa

le parole di Trinchera non fanno una piega…. il Cosenza purtroppo non è appetibile come molte altre società, il campo è pessimo, così come le strutture di allenamento e nessun giocatore vuole rischiare continuamente infortuni durante la stagione…è un dato di fatto che magari nel tempo cambierà. Sono d’accordo però sul fatto che la squadra che abbiamo vada sostenuta da tutti senza fare polemiche. Forza Lupi

Rico
Rico
1 anno fa
Reply to  Pablito

E tu pensi che al giorno d oggi un giocatore pensa a tutte queste cose, altro che appeal questi vogliono a pila

Advertisement

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "GUARASCIO VATTENE DA COSENZA SUBITO"

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Lo ricordo perfettamente quando lo stadio del Cosenza era in via Roma. È qualche anno più piccolo di me e ricordo il suo destro con dei tiri..."

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Stiamo parlando di uno dei migliori allenatori che abbia avuto il Cosenza insieme a Bruno Giorgi. Ho avuto il piacere di conoscerlo bene e..."

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "Lo scoprimmo in coppa Italia Maggiore quando inchiodò il Foggia sullo 0 a 0 nella gara d'andata al San Vito ( di allora)"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti