Resta in contatto

Approfondimenti

Occhiuzzi: “Il Cosenza non muore mai, è un pareggio meritato”

L’allenatore dei Lupi commenta il match con la Reggina: “Una gara di sacrificio e sofferenza, abbiamo tenuto botta”

“Le scelte si fanno con convinzione, so che i ragazzi danno sempre il massimo. Il primo quarto d’ora abbiamo fatto la partita che pensavamo, poi si deve tenere conto della forza dell’avversario. Alcuni concetti non li ho fatti passare a dovere, su alcune situazioni potevamo fare un po’ meglio, devo rivedere alcuni aspetti”. Roberto Occhiuzzi, allenatore del Cosenza, esordisce così in conferenza stampa al termine del pareggio a reti bianche sul campo della Reggina.

“La squadra mi trasmette ciò che voglio: entusiasmo, voglia di giocare, capacità di soffrire. Lottano sempre col coltello dai denti e a me quello basta. È stata una partita di sacrificio e sofferenza come tutte le altre. Quando si soffre, come abbiamo imparato nelle ultime dieci gare dello scorso anno, è il momento di capire quando far male all’avversario. Forse quello non l’abbiamo fatto abbastanza bene. La Reggina gioca un buon calcio, dovevamo abbassarci e sfruttare meglio alcune linee di passaggio, è un concetto che devo trasmettere meglio. 

La sterilità offensiva non mi preoccupa. Gli attaccanti devono essere in condizione di poter far gol. Non mi preoccupa assolutamente nulla, dobbiamo rivedere le gare e lavorare sugli aspetti dove possiamo crescere. In questo pareggio c’è tanta bravura dei ragazzi. Saper soffrire, lottare, difendersi in area, non perdere i duelli. Il portiere non è questione di fortuna, ha fatto il suo dovere e lo ha fatto alla grande. Abbiamo tenuto botta

Sono stato soddisfatto dell’aspetto tattico nel primo quarto d’ora, dopo abbiamo sbagliato ma ciò non mi fa perdere la soddisfazione, quella non c’è solo quando i ragazzi non ci mettono il cuore. Io sono sempre fiero di loro. Se ci sono delle colpe, se la Reggina per larghi tratti ha dominato, è colpa mia, non dei ragazzi. Il calcio di rigore? Sinceramente non ho capito bene cosa sia successo. Credo che il VAR sia necessario, non mi sento di giudicare, l’arbitro era più vicino di me. Hanno gli occhi come noi e meritano uno strumento valido.

Mister Toscano ha detto che la Reggina avrebbe meritato la vittoria? È giusto che lo dica. Io dico che abbiamo meritato il pareggio perché abbiamo saputo soffrire. L’abbiamo voluto strappare con i denti. Lo stesso Toscano mi ha detto: ‘Roberto, non morite mai!’. Ed è proprio così, il Cosenza non muore mai. La gara l’avevo preparata come il primo quarto d’ora, poi sapevamo di doverci abbassare un po’ e sfruttare alcune situazioni. Abbiamo però sbagliato qualche controllo, qualche passaggio, alcune uscite sulla riconquista. 

Sacko? I ragazzi giovani, soprattutto gli stranieri, devono entrare nel nostro campionato. Queste gare servono loro soprattutto per crescere. Quando lo faranno, ci daranno una grossa mano. Se non li metti mai in campo non dai loro occasione di misurarsi con la categoria. Li devi mettere in campo per capire la Serie B in Italia così che possano fare meglio nella gara successiva”. 

21 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
21 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 mese fa

Per il 90% grazie a Falcone

tonino turano
tonino turano
1 mese fa

D’accordo con te,Occhiuzzi,ma quando arriva la prima vittoria,gli attaccanti degni di questo nome dove sono?

robertostu
robertostu
1 mese fa

Ragazzi, diamo tempo al tempo, è una squadra giovane con ottimi ragazzi di prospettiva (vedi Falcone) poi sulla fascia DX abbiamo Vera e Bouah che hanno bisogno di tempo per entrare in condizione e inserirsi nella squadra. Secondo me Occhiuzzi voleva solo sorprendere il suo Amico Toscano, motivo per cui ha piazzato Baez sull’esterno di DX, un qualcosa di inaspettato che poteva spostare gli equilibri della partita, purtroppo così non è stato visto l’evolvere della partita, cerchiamo di prendere ciò che di buono si è visto ieri sera, una grande difesa, una ottima tenuta di squadra, e grande compattezza, lasciamo… Leggi il resto »

Simone campanaro
Simone campanaro
1 mese fa

Quanti professori, avete sempre da dire,siete bravi solo a contestare,grande occhiuzzi 4 punti con squadre che hanno speso 10 volte più di noi è che hanno ambizioni di promozioni, mister vai sulla tua strada e non ascoltare questi maestri che per non pagare il biglietto neanche vengono allo stadio e sono bravi solo a contestare,

Gennaro
Gennaro
1 mese fa

E’ inutile mantenere giocatori inutili o quasi inutilizzabili alla bisogna. Bisogna avere disponibili giocatori utili nei reparti nevralgici . Per esempio il centrocampo ha bisogno di giocatori ecclettici e sempre caldi a subentrare ad altri e che tirano in porta da fuori area per fare goal e che facciano filtro ai giocatori della difesa e mettono in condizione gli attaccanti di fare goal.

tonino l'africano
tonino l'africano
1 mese fa

Mister però non mettere più a baez a destra, ne avanti e ne dietro. e chiedi come mai sbagliavano i passaggi, per rimediare. grazie e forza cosenza comunque e dovunque

Davide
Davide
1 mese fa

Onestamente di buono prendo solo i 4 pareggi che abbiamo seppur nn giocando bene.. piccola critica al mister che senso ha prendere 3 prime punte se poi ne fai giocare solo una e quando la cambi fai entrare solo esterni? Ieri petre o borrelli,sempre secondo me,avrebbero potuto dare una grande mano facendo salire la squadra tenendo un po’ palla anche con i lanci lunghi.. ora altra guerra contro il Lecce.. jamu lupi

ginoX
ginoX
1 mese fa

Difesa: manca un uomo, infatti Legittimo che doveva riposare ha saltato il turno di riposo per fare gli straordinari. Alcuni poi non convincono… La coperta in difesa è corta. Attacco: c’era proprio bisogno di prendere 3 fotocopie, che non fanno un Rivière? Esterno destro: se mi metti Baez lì, vuol dire che manca un uomo. Infatti Casasola non c’è più e si vede. Inutile chiamare tagliaturi, è la realtà. E a certificarlo è la media punti, 1 a partita, e nessuna vittoria, pareggio anche con l’Alessandria, ricordate?? Il campo non mente, un motivo ci sarà. Trinchera, poni rimedio. Se puoi.… Leggi il resto »

Lupo leo
Lupo leo
1 mese fa

Vediamo di cercare a vincere qualche partita che meglio il resto chiacchiere Forza lupi sempre

Anacleto.chiatante
Anacleto.chiatante
1 mese fa

Caro Roberto ti vogliamo bene,ma non sono d’accordo, forse hai visto un’altra partita !!!!!! Se non correte hai riparo sara’ più dura dell’anno scorso.

pasquale filice
pasquale filice
1 mese fa

Cosenza the Rock , dalle prime partite si evince che siamo un muro insuperabile……….un po’ di tempo e affileremo anche gli attaccanti per entrare come burro nelle difese avversarie.
Intanto bisogna godere di quello che conquistiamo partita dopo partita e vedendo gli avversari che hanno investito somme ben piu’ cospicue di noi e ottengono dei pareggi come noi e allora dico che per noi e l’anno buono , l’anno che otterremo delle belle soddisfazioni.

Dodo'
Dodo'
1 mese fa

Condivido a pieno.

Gennaro
Gennaro
1 mese fa

Occhiuzzi ti voglio bene…ma non farmi più vedere Baez terzino …

Massimo
Massimo
1 mese fa

Cosenza da pre-lockdown con un portiere insuperabile.
Caro Mister la stima rimane immutata, ma la partita di ieri l’hai cannata di brutto con scelte che avrebbe fatto un tuo vecchio maestro.
Piccola provocazione per scatenare i Trincheriani o Trinkettisti che dir si voglia: Sacko è il bidoncino che il nostro DS ogni anno non manca di rifilarci?
Ai posteri l’ardua sentenza……….ovviamente sperando di essere smentito.

micuzzu
micuzzu
1 mese fa

la mia opinione è che a differenza dell’anno scorso in cui erano presenti Casasola Riviere e Asencio ( almeno dopo gennaio..) ed un allenatore andato in bambola, questo campionato ha visto una squadra più’ organizzata e che non presente gli svarioni dell’anno precedente, i nuovi arrivi, sopratutto gli stranieri, devono prendere consapevolezza del campionato di serie b, comunque fino adesso si sono incontrate ( escluso Entella) squadre di fascia superiore con elementi di spicco, cari Tifosi bisogna aspettare ancora qualche partita e poi sono convinto che anche i Lupi oltre a non morire mai daranno a noi tifosi belle soddisfazioni….sempre… Leggi il resto »

Dodo'
Dodo'
1 mese fa
Reply to  micuzzu

Condivido a pieno

Giuseppe
Giuseppe
1 mese fa

L espulsione ha condizionato tutta la partita inutile girarci intorno. Con un un n meno va bene questo pareggio di sofferenza, ma nelle ripartenze i centrocampisti devono essere più veloci q buttarsi dentro e ribaltare l’ azione, solo kone ha avuto questa brillantezza.

Luca
Luca
1 mese fa

e BAEZ terzino?

Roberto
Roberto
1 mese fa

Caro mister per sfruttare queste situazioni di cui parli sempre , l’hai detto anche con il Cittadella , devi far accompagnare con più uomini le azioni offensive ! Per me manca qualità a centrocampo e in attacco ! E soprattutto non c’è la spinta sulle fasce … a destra e a sinistra ! SPERAVO FOSSE LA SQUADRA DEL FINALE DI CAMPIONATO MA A ME SOMIGLIA A QUELLA DELL’inizio CON UN PO DI FORTUNA IN PIÙ !!

Dodo'
Dodo'
1 mese fa
Reply to  Roberto

Volevi vincere la reggina con uno scarto di 3 goal e con 10 giocatori. Hai fatto unbel sogno complimenti.

ginoX
ginoX
1 mese fa

Soffriamo, non moriamo, ma a me interessa vincere, non i complimenti perché non moriamo. Dove è finito l’ Occhiuzzi che vinceva tutte le partite? Certo, se mi metti il miglior attaccante, Baez, a terzino, beh non hai poi tanta voglia e pensi a non prenderle. La verità è che senza giocatori forti sulle fasce, come Casasola, e in attacco, come Rivière, la situazione precipita, perché 4 punti in 4 partite vuole dire media di 1 punto a partita, una media che non ci porta da nessuna parte.

Advertisement

Gigi De Rosa, il professore

Ultimo commento: "Grande Gigi tecnica e intelligenza un grande abbraccio cugino"

La Top 11 rossoblu di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "Per me il migliore in assoluto resta Renato campanini troppo presto ceduto ad altra squadra al contrario di altri giocatori che pur bravissimi ..."

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "grande roberto , che bei ricordi."

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "GUARASCIO VATTENE"

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Stiamo parlando di uno dei migliori allenatori che abbia avuto il Cosenza insieme a Bruno Giorgi. Ho avuto il piacere di conoscerlo bene e..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti