Resta in contatto

Approfondimenti

Cosenza, quell’atteggiamento di Contini che non è piaciuto

Il portiere del Vicenza, di recente passato agli onori della cronaca non per le prodezze tra i pali ma per la sceneggiata nella partita con il Lecce, a fine gara è stato “redarguito” da tesserati rossoblù

Nikita Contini è il portiere del Vicenza che sabato prossimo, 21 maggio 2022, il giorno dopo la partita di ritorno del playout con il Cosenza, compirà 26 anni. Nella sua testa magari starà già immaginando di festeggiare il compleanno con la salvezza, specie dopo la vittoria nella partita d’andata. Quel gol di Maggio nel finale ha acceso gli entusiasmi in casa Lane. E il suo portiere, a rivedere le immagini, è stato quello che ha festeggiato con eccessi che non sono passati inosservati.

Soprattutto a quelli del Cosenza e al nostro Andrea Rosito che a fine partita ha immortalato con uno scatto il momento in cui Bisoli, Rigione e Camporese vanno a redarguire Contini. Così come non è passato inosservato l’intervento intelligente del compagno di squadra De Maio, il quale ha evitato che gli animi potessero surriscaldarsi ulteriormente. Il portiere del Vicenza, di recente passato agli onori della cronaca non tanto per le su prodezze tra i pali ma per la sceneggiata contro il Lecce, si è reso protagonista sul terreno del Romeo Menti di atteggiamenti poco sportivi.

Ma cosa ha combinato Contini? Chi era lì racconta di un forte diverbio con la panchina del Cosenza. E forse quando Bisoli in conferenza stampa ha parlato di “rispetto nei suoi confronti” potrebbe essersi riferito proprio a lui. “Nessuno deve venirmi a dire siediti, stai qua e stai là… Io in campo parlo sol con i miei calciatori. Tant’è che l’arbitro Maresca è venuto a dirmi ‘complimenti mister lei non ha mai protestato’. Quindi che mi vengono dire di stare seduto, no non ci sto. Esigo rispetto”, la sintesi della parole dette da Bisoli a fine partita.

E poi ci sarebbe anche un altro episodio con i tifosi del Cosenza che nel secondo tempo erano dietro la sua porta. Pare sia partito qualche coro di sfottò nei confronti del portiere, il quale avrebbe reagito con una sorta di balletto provocatorio. Da qui, probabilmente, il chiarimento a fine partita tra lo stesso Contini e i tesserati rossoblù con un suo compagno di squadra a cercare di portare la calma.

74 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
74 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 della storia rossoblu: scelta la coppia dei difensori centrali

Ultimo commento: "È vero,abbiamo formato con alcuni amici il "Club Codognato",prima ci sentivamo,vive a Trento."

LA TOP 11 della storia rossoblu: scelto il miglior allenatore

Ultimo commento: "Giorgi e Reja,Zaccheroni che ha vinto uno scudetto con il Milan e una Coppa d'Asia con il Giappone."

Al via la Super League: rivoluzione nel mondo del calcio. Favorevoli o contrari?

Ultimo commento: "Viva il calcio anni 80...partite alle 14.30, 90 minuto alle 18.10, la domenica sportiva alle 22.30...avete rotto il caxxx con questi orari..."

Coronavirus, giusta la ripartenza del Calcio? Dite la vostra con TifoCosenza

Ultimo commento: "Come ogni lavoratore che si assume il suo impegno, così anche i calciatori si devono assumere i loro ,i soldini si devono guadagnare ..."

La Top 11 della storia rossoblu: scelto il centravanti!

Ultimo commento: "Grande Marulla mio idolo Felice dal Belgie"
Advertisement

I Miti rossoblu

STORICO CENTROCAMPISTA ROSSOBLÙ DAL 1985 AL 1989

Denis Bergamini

GIANNI DI MARZIO ERA COME UNA SPECIE PROTETTA, DA PRESERVARE

Gianni Di Marzio

BANDIERA ROSSOBLÙ E CALCIATORE PIÙ PROLIFICO DELLA STORIA DEL COSENZA

Gigi Marulla

Altro da Approfondimenti