Tifo Cosenza
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Cosenza, dopo Como c’è un futuro tutto da costruire: cosa farà Gemmi?

La scelta del direttore sportivo è propedeutica a tutto il resto: a cominciare dall’allenatore Viali, ai diritti di riscatto da esercitare su Tutino e Mazzocchi, alle eventuali conferme, fino ai rinnovi di contratti e prestiti

Serie B 2023-2024 Stadio Gigi Marulla domenica 5 maggio 2024 Cosenza-Spezia Nella foto: festa William Viali e Roberto Gemmi sotto curva Catena

Venerdì sera, a Como, si chiude il campionato Serie B Bkt 2023-2024 per il Cosenza. La settimana successiva, dal 13 maggio per intenderci, si comincerà a capire quale sarà il futuro. Se verranno confermati i tempi che hanno da sempre caratterizzato il club di Via degli Stadi, è chiaro che si andrà molto per le lunghe.

Però, mai come questa volta, di tempo da perdere ce n’è davvero poco considerato che sono in arrivo le prime scadenze. Su tutte quella del 15 giugno, data entro la quale si avrà la possibilità di esercitare i diritti di riscatto dei calciatori in prestito. E il Cosenza ne ha due. Oltre a Gennaro Tutino con il Parma, c’è Simone Mazzocchi con l’Atalanta (il club bergamasco ha il contro riscatto ma l’orientamento sarebbe quello di non esercitarlo).

Ma il primo tassello, quello più importante rimane la scelta del direttore sportivo. Il contratto di Roberto Gemmi scade il 30 giugno e, al momento, non ci sono certezze. La volontà di proseguire, almeno da parte del diesse, c’è tutta. Però i matrimoni si fanno in due. E soprattutto ci devono essere le intese necessarie per arrivare al fatidico sì. Che di certo non sarà legato a una questione economica.

A cascata arriverà tutto il resto. Allenatore compreso, perché William Viali nonostante abbia un altro anno di contratto aspetta di conoscere cosa accadrà con Gemmi. Ad Ascoli era stato scelto dal direttore sportivo Marco Valentini poi silurato dal club a stagione in corso. E con l’arrivo di Marco Giannitti poi è stato preso Fabrizio Castori. Una volta si sbaglia, due no. E poi tra Viali e Gemmi c’è grande intesa oltre che un’amicizia forte costruita proprio grazie alla parentesi al Cosenza.

È chiaro che ci sarà da lavorare sodo per gli eventuali due riscatti di Tutino e Mazzocchi. Così come per le conferme di prestiti (Forte, Zuccon e Antonucci su tutti) e rinnovi di contratti (Marson, Meroni, Voca e Giamfy sono a scadenza). I calciatori di proprietà del Cosenza sono Micai, Martino, Cimino, Camporese (con la salvezza è scattato l’obbligo di riscatto), Venturi, D’Orazio, Calò, Florenzi e Marras. A questi vanno aggiunti i ritorni di Zilli (ma la Spal lo vuole prendere a titolo definitivo), Arioli, La Vardera, Sgarbi e D’Urso se non va in B con la Triestina. Il tempo stringe già, occorre subito un segnale molto chiaro.

Subscribe
Notificami
guest

52 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il presidente Guarascio continua a rinviare l'incontro con il direttore sportivo il quale è finito...
Mercoledì durante il pranzo in Sila sembrava fosse stata raggiunta una intesa di massima per...
Il primo posto è di Venturi con 14 ammonizioni più un doppio giallo, dietro di...

Dal Network

Dopo 11 anni finisce la favola del club emiliano che lascia la Serie A: dopo...
Ennesima follia da parte di Dazn: l'emittente ha alzato ancora i prezzi e stavolta i...
Sul grande impegno mostrato dal Cosenza: "Nessuna polemica, avrei fatto lo stesso"...

Altre notizie

Tifo Cosenza