Resta in contatto

Approfondimenti

Il Cosenza ritorna in campo dopo due giorni di riposo

Alle ore 15 sul terreno del Ciccio Delmorgine la squadra riprende gli allenamenti in vista della sfida di lunedì sera con lo Spezia al Marulla. L’obiettivo dei tifosi è quello di sfondare il muro delle diecimila presenze, nonostante Guarascio… Sotto osservazione Idda

Si torna in campo dopo due giorni di relax. L’allenatore Braglia ha concesso al gruppo un giorno di riposo in più dopo la partita di Padova, in virtù del fatto che si giocherà lunedì sera, nel giorno di Pasquetta. L’appuntamento è al Marulla ed è fissato per le ore 21 quando andrà in scena la sfida con lo Spezia. L’obiettivo dei sostenitori del Cosenza è quello di trascinare più gente possibile allo stadio, per una sfida che si annuncia come un vero e proprio match point per la permanenza in Serie B. Si punta a sfondare il muro delle diecimila presenze, nonostante le antipatie che continua ad attirarsi il presidente Eugenio Guarascio (vedi la grottesca vicenda legata al rimborso degli abbonati).

Dunque, si torna in campo nel giro di qualche ora. Non ci sarà, ovviamente, l’allenatore in seconda Roberto Occhiuzzi impegnato al corso per allenatori a Coverciano. Per cui la parte tattica se la curerà esclusivamente il tecnico Braglia, mentre Antonio Fischetti lavorerà con i portieri. La parte atletica, come sempre, affidata al preparatore Luigi Pincente. Sarà presente anche lo staff sanitario brillantemente guidato dal medico sociale Enrico Costabile e dal suo braccio destro il dottore Ippolito Bonofiglio: sotto osservazione il difensore centra Riccardo Idda, i cui tempi di recupero si sono dilatati un po’. L’obiettivo era quello di metterlo a disposizione di Braglia già nel derby con il Crotone di due settimane addietro, il calciatore spera di tornare per la sfida di Benevento ma pare di capire che potrebbe servire almeno una settimana in più di tempo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 rossoblu di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "De Carolis, non andrebbe dimenticato."

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Ero piccola quando era in auge, sentivo i commenti degli adulti che a proposito del suo tiro micidiale dicevano "Rizzo ha ruttu a Rizza"perché fu..."

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Stiamo parlando di uno dei migliori allenatori che abbia avuto il Cosenza insieme a Bruno Giorgi. Ho avuto il piacere di conoscerlo bene e..."

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "È vero, senza quel gol sarebbero cambiate tante cose"

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "Lo scoprimmo in coppa Italia Maggiore quando inchiodò il Foggia sullo 0 a 0 nella gara d'andata al San Vito ( di allora)"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti