Resta in contatto

Approfondimenti

Braglia: “Cosenza, dobbiamo vendere cara la pelle”

Il tecnico rossoblu ha parlato nella consueta conferenza stampa pre-gara: “L’obiettivo del Cosenza è la salvezza, dobbiamo ancora completare la squadra. Azzardare altri obiettivi sarebbe una presa in giro “

Gli occhi di un’intera regione addosso. Manca solo un giorno per Crotone-Cosenza, attesissimo derby di Calabria valido per la prima giornata di Serie B. Oltre 2000 tifosi provenienti dalla città bruzia partiranno domani alla volta dello “Scida”, per una gara che si preannuncia scoppiettante. Il tecnico dei silani Piero Braglia ha parlato in occasione della classica conferenza stampa pre-gara, ammettendo i deficit della propria squadra: “Il gruppo si è allenato bene, ma veniamo da un periodo non brillantissimo. Dobbiamo essere consapevoli che c’è tanta gente in organico che non si è ancora assemblata bene. Sappiamo che è un derby e dovremo portare rispetto a chi viene a vederci. Venderemo cara la pelle”.

Il focus si allarga sulle prime deludenti prestazioni del pre-campionato: “L’atteggiamento generale non è stato all’altezza nè nelle amichevoli nè nella partita di Coppa. E’ la prima partita, ci sarà tanta gente. Il minimo che chiedo ai ragazzi è di essere all’altezza di questa gara”. Poi, la constatazione: ” Quella di domani sarà una bella gara, aperta e molto sentita. Si gioca alle 18 e ci sarà qualche grado in più, dobbiamo avere fiducia in quello che facciamo”.

Avversaria di turno il Crotone, formazione ostica: “E’ una squadra forte, basta vedere quali operazioni di mercato sta facendo. Dobbiamo portare molto rispetto e reinventarci qualcosa per fargli male. Io non so come giocheranno loro, ho preparato la mia squadra. Posso, però, dire che ho i mezzi per rompere le scatole a tutti, me la vado a giocare con personalità e determinazione”.

La prima conferenza pre-gara è anche l’occasione per delineare gli obiettivi stagionali: “Quello del Cosenza è la salvezza, dobbiamo ancora completare la squadra. Azzardare altri obiettivi sarebbe una presa in giro. Abbiamo i mezzi per poter fare un campionato tranquillo, ma non possiamo illudere altre persone. Se ci miglioriamo giorno dopo giorno, può succedere di tutto”.

 

 

5 Commenti

5
Lascia un commento

avatar
2 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
2 Comment authors
Francesco IacovinoPiero C Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Bisogna stare con i piedi per terra. Bravo mister ❤️💙🐺

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Bella maglietta. Grande mister

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Pensa un Po

Francesco Iacovino
Ospite
Francesco Iacovino

Ha avuto una fortuna sfacciata per esser stato capace di tirar fuori dal cilindro uno dei migliori tecnici italiani,il furbetto, con questo spera di vivere di rendita,ma la fortuna non è eterna. Ma poverino non ha disponibilità… Ha incassato i premi di valorizzazione sia per Tutino che per Dermacu( dalla C alla A si percepisce eccome,ma forse in bilancio queste poste non si vedranno mai,ma in qualche conto privato lussemburghese forse si),ha beneficiato dei fondi corrisposti dalla lega ,oltre agli incassi del botteghino e del merchandising.Malcontati oltre 10 milioni. Ha consegnato al ns mister tre prestiti e due riscatti. Mi… Leggi il resto »

Piero C
Ospite
Piero C

E Guarascio non ha ancora capito che un derby è sempre un derby!! A prescindere! Squadra incompleta e senza amalgama!!! Piero Braglia facci un miracolo!

Advertisement

Carmelo Imbriani, guerriero in campo e nella vita

Ultimo commento: "Persona squisita, grande umiltà e forza, ti ricorderemo sempre con affetto"

Gigi De Rosa, il professore

Ultimo commento: "Grande professionista e bravissimo centrocampista. Ci vorrebbe uno come lui."

Riccardo Zampagna, il bomber che faceva il tappezziere

Ultimo commento: "Grande "Bomber" ."

Ugo Napolitano, il gigante buono

Ultimo commento: "Ancora oggi, non capisco perché il cosenza cedette Napolitano alla Reggina pur essendo in quel periodo il più forte stopper della serie " B ".le..."

Pietro Maiellaro, fantasia al potere

Ultimo commento: "Grande fantasista - calciatore stupendo."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti