Resta in contatto

Approfondimenti

Rapa: “Cosenza-Pescara gara maschia. Mercato da rivedere, mentre su Palmiero…”

Il direttore editoriale di Pescarasport24.it ha parlato ai nostri microfoni: “Delfino allestito per i playoff, ma le corazzate sono altre. I rossoblu si candidano ad una salvezza tranquilla, dopo un biennio splendido”

Mancano ormai due giorni a Cosenza-Pescara, gara valida per il terzo turno del campionato di Serie B. Al “Marulla” arriverà un’ottima squadra, “allestita per i play-off, ma non certamente una corazzata” le parole ai nostri microfoni di Luciano Rapa, direttore editoriale di Pescarasport24.it.

Il focus si allarga sulla sessione di mercato appena conclusa: “Il Pescara che arriva a Cosenza è ancora un cantiere aperto. A mercato finito, il Delfino non ha ancora una fisionomia precisa. E le due partite andate in archivio confermano il mio assunto, è ancora una squadra in cerca di identità. Si è lavorato sul 4-3-3 caro a Zauri, ma non è escluso che si possa variare. Nel mercato si poteva fare qualcosa di diverso per allestire una rosa più omogenea”. Poi, primi pareri sui giocatori più in mostra: “Promossi Di Grazia, una sorpresa per verve e condizione fisica, insieme con Tumminello, che ha confermato in Under 21 il suo momento d’oro”.

La conversazione ritorna sulla partita di domenica, con sguardo alla probabile formazione biancazzurra. Capitolo difesa: “Ci sarà un ballottaggio tra Zappa e Ciofani, in base all’atteggiamento che vorrà attuare il tecnico. Masciangelo sull’out mancino, mentre per la coppia centrale sono favoriti i senatori Scognamiglio e Campagnaro.”

Cosenza, una squadra ostica e imprevedibile: “E’ una formazione candidata ad una salvezza tranquilla. L’anno scorso squadra e staff tecnico fecero capolavoro, ben oltre le aspettative. Obiettivo alla portata, per una squadra che ha perso tre elementi importanti come Dermaku, Palmiero e soprattutto Tutino“. Tra i grandi doppi ex che calcheranno l’erba del “Marulla”, c’è proprio il regista napoletano: “Proverà una grande sensazione, l’ha fatto capire sin dal triplice fischio contro il Pordenone, quando in mixed zone ha detto che per lui non sarebbe stata una partita come le altre. Il ragazzo accoglie un’eredità pesante come quella di Brugman, ma in queste prime partite ha già fatto vedere che tipo di giocatore è”.

Rapa, infine, non si sbilancia sulla gara: “Mi aspetto una partita spettacolare, maschia e molto combattuta. Possibile ogni risultato”.

6 Commenti

6
Lascia un commento

avatar
4 Comment threads
1 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
2 Comment authors
PippoFranco Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Va coglia fungi ca è periodo

Pippo
Ospite
Pippo

Vati faaaa Na frittata I cipuddree

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Va coglia riganu

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Per forza che sarà maschia, le squadre sono formate da uomini….

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Vruacculu i rapa ma vida i ja fancy

Franco
Ospite
Franco

Arabo?

Advertisement

Carmelo Imbriani, guerriero in campo e nella vita

Ultimo commento: "Persona squisita, grande umiltà e forza, ti ricorderemo sempre con affetto"

Gigi De Rosa, il professore

Ultimo commento: "Grande professionista e bravissimo centrocampista. Ci vorrebbe uno come lui."

Riccardo Zampagna, il bomber che faceva il tappezziere

Ultimo commento: "Grande "Bomber" ."

Ugo Napolitano, il gigante buono

Ultimo commento: "Ancora oggi, non capisco perché il cosenza cedette Napolitano alla Reggina pur essendo in quel periodo il più forte stopper della serie " B ".le..."

Pietro Maiellaro, fantasia al potere

Ultimo commento: "Grande fantasista - calciatore stupendo."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti