Resta in contatto

News

Perina: “Nessuno ha mai messo sotto il Cosenza. Ma è arrivato il momento di vincere”

L’estremo difensore ha fatto il punto in casa rossoblù, analizzando il momento e gli episodi e caricando l’ambiente in vista del match di venerdì 18 ottobre contro il Cittadella.

Pietro Perina, portiere del Cosenza, intervistato dal Corriere dello Sport, ha fatto il punto sull’avvio di stagione dei Lupi, ultimi insieme ad un folto gruppo con soli quattro punti in sette gare: “Finora la squadra è stata sfortunata. Ad iniziare dai legni colpiti contro Crotone e Salernitana, per continuare con alcuni episodi che hanno permesso agli avversari di realizzare dal dischetto. Aggiungerei le partite perse nei minuti finali contro Pescara e Benevento, e il quadro è chiaro”.

“La squadra è in crescita – ha proseguito l’estremo difensore guardando il lato positivo – e i miglioramenti si notano partita dopo partita. Solo col Livorno abbiamo lasciato a desiderare, conquistando il pareggio con un eurogol di Pierini nel finale. Per il resto nessun avversario ci ha mai messo nettamente sotto”. Perina è tornato sul match col Venezia: “La prestazione è stata quella giusta, proprio come aveva chiesto il nostro allenatore. Ma il rigore a un quarto d’ora dalla fine ci ha tagliato le gambe. Ai punti avrebbe vinto il Cosenza. Purtroppo la classifica è quella che è, però le prestazioni sono state sempre convincenti”. E sulla difesa: “Il reparto mi sembra quadrato. Tutti stanno facendo la loro parte e l’intesa c’è”.

Mentre sulla fase offensiva, che vede i rossoblù ultimi in Serie B per reti segnate ha dichiarato: “Sarei preoccupato se il Cosenza non creasse occasioni da rete, invece è il contrario. Non vinciamo una partita dal mese di maggio, ed è arrivata l’ora di dire la nostra, a cominciare dal Cittadella“.

5 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
5 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Fabio
Fabio
8 mesi fa

Saro’ anche io a Cittadella….ma conosco bene l’epilogo…solita squadra messa bene in campo che arriva la davanti e non fa gol perche non abbiamo i giocatori ne’ le soluzioni. Dico 2a0 come lo scorso anno…se sbaglio potrete insultarmi e chiedero’ scusa per 3 mesi.
Forza ragazzi….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Il Livorno na sbunnatuuuuuuu…. per essere sinceri… gli altri no…Jamu lupiiiii ❤️??

Lukaku
Lukaku
8 mesi fa

adesso piu’ di prima tutti a far quadrato intono alla squadra ed al generale Braglia ora e sempre forza Lupi!!!!!!!!!!!

Fabio
Fabio
8 mesi fa

Sarò a Cittadella a tifare Cosenza Venerdì sera

gino
gino
8 mesi fa

Se vinciamo a Cittadella, blitz esterno contro una delle squadre più un forma del momento, il nostro campionato subirà una svolta totale.
Questa è una partita chiave, qui si vedrà dove vogliono davvero arrivare i ragazzi

Advertisement

La Top 11 rossoblu di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "De Carolis, non andrebbe dimenticato."

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Ero piccola quando era in auge, sentivo i commenti degli adulti che a proposito del suo tiro micidiale dicevano "Rizzo ha ruttu a Rizza"perché fu..."

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Stiamo parlando di uno dei migliori allenatori che abbia avuto il Cosenza insieme a Bruno Giorgi. Ho avuto il piacere di conoscerlo bene e..."

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "È vero, senza quel gol sarebbero cambiate tante cose"

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "Lo scoprimmo in coppa Italia Maggiore quando inchiodò il Foggia sullo 0 a 0 nella gara d'andata al San Vito ( di allora)"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News