Resta in contatto

News

Avversari Cosenza, a Trapani è l’atteso giorno di Biabiany

Il calciatore è atterrato ieri sera a Palermo, quindi il trasferimento nella città dove ha deciso di giocare in questa stagione. Adesso visite mediche, firma del contratto e allenamento con la squadra

Domenica pomeriggio (fischio d’inizio ore 15) potrebbe già scendere in campo nella sfida contro il Cosenza, valevole per la 12ª giornata di campionato. Intanto mercoledì in serata è giunto a Trapani dopo essere atterrato all’aeroporto di Palermo, come ha scritto il sito gianlucadimarzio.com dal quale è anche tratta la foto che pubblichiamo. Siamo alla stretta finale, dopo che nelle ultime ore si era verificato qualche piccolo intoppo: di fatto bisogna ancora trovare l’accordo economico, anche se dal club siciliano trapela il giusto ottimismo.

Per Jonathan Biabiany si tratta di una bella sfida, dopo avere giocato più di 200 partite in Serie A con le maglia di Inter, Parma e Sampdoria. L’attaccante esterno francese, 31 anni compiuti lo scorso 28 aprile, dovrà adesso trascinare il Trapani alla salvezza. E già la partita di domenica contro i Lupi di Piero Braglia rappresenta il primo snodo cruciale, per una squadra che attualmente occupa l’ultimo posto in classifica e con l’allenatore Francesco Baldini che continua a essere sulla graticola.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "È stato un bravissimo portiere e una persona leale. Non dimentichiamoci che grazie a lui che siamo andati in ' B '. Non capisco come mai il cosenza..."

Vincenzo Riccio, una settimana fantastica

Ultimo commento: "È stato uno dei tanti idoli del passato che vorrei che tornassero tutti insieme per fare grande questo cosenza"

Maurizio Lucchetti, il “Lucky gol” del Cosenza

Ultimo commento: "Condivido Grande uomo"

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Giocatore di sostanza con un tiro micidiale. Gran bel giocatore. È esploso con il Cagliari e si è confermato nella Fiorentina scudettata del 68/69"

Pasquale Apa, la freccia di Rocca di Neto

Ultimo commento: "Tifo Cosenza parliamo anche di Voncenzo Cosa"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News