Resta in contatto

Approfondimenti

Jaime Baez: “Ho voluto fortemente tornare a Cosenza perché qui sento la fiducia di tutti”

Il giocatore rossoblù spiega perché questa estate ha scelto di tornare ai Lupi, stavolta a titolo definitivo.

Ospite di Lupiindiretta, Jaime Baez, attaccante del Cosenza, ha raccontato come e perché questa estate, dopo la prima stagione in prestito, ha deciso di sposare il progetto rossoblù, stavolta a titolo definitivo: “Da quando sono arrivato in Italia vado in giro in prestito, una cosa che volevo cambiare a livello personale. Ho avuto la fortuna di trovare il Cosenza che mi ha fatto giocare, qui ho trovato la fiducia che non avevo ricevuto in precedenza. Appena si è conclusa la scorsa stagione, la prima cosa che ho pensato è stata di tornare definitivamente. Essere al Cosenza oggi è molto importante a livello personale, sento la fiducia della gente e mi sto trovando benissimo con la squadra”.

Sul gruppo multietnico: “Se non ci si capisce dentro lo spogliatoio non si va da nessuna parte. E’ fondamentale fare gruppo e noi lo siamo. Non sentiamo le differenze di lingua o altro. Siamo sempre insieme e insieme stiamo bene. Questo è molto importante per il Cosenza”.

Sugli obiettivi personali Baez afferma: “A livello personale e sportivo il calcio ti fa sognare tanto. Se fai bene, punti sempre a qualcosa in più. Il mio sogno è arrivare alla Nazionale dell’Uruguay ma so che devo lavorare tanto per arrivare a quel livello”. 

11 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
11 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Grande Baez❤??

Carlo
Carlo
10 mesi fa

Jaime Baez, il mio preferito!
Come detta lui i passaggi nel Cosenza non li detta nessun’altro…
Ha un piede felpato ed una buona tecnica individuale.

Francesco Scalercio
Francesco Scalercio
10 mesi fa
Reply to  Carlo

Quando ne ha voglia ok, ma quando non ne ha è irritante

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Sei furbo.. Tu sei voluto tornare perché hai la ragazza qui. No perché qui senti qualcosa..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Top baez

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Grande
Un vero ?

Special One
Special One
10 mesi fa

Ringraziamo la Fiorentina che c è l ha regalato…è Braglia ancora si ostinava a fargli fare u pendolare supra a fascia

gennaro
gennaro
10 mesi fa
Reply to  Special One

Regalato? La fiorentina gli ha pagato pure una buonuscita perché si trovava in organico 75 giocatori.
Solita botta di c. guarasciana.
Comunque è veramente uno spettacolo vederlo giocare.

mike
mike
10 mesi fa

concordo …esterno d’attacco puo’ fare davvero la differenza… terzino è sprecato. Corre sempre come un dannato e dispone di un ottimo piede, lusso per la categoria. Con Tutino e Palmiero c’era da scialarsi…

gino
gino
10 mesi fa

Adesso mi sbilancio e dico che Baez probabilmente è il giocatore più forte del Cosenza. Mi piace moltissimo, è giovane, non ha avuto fortuna con i viola, ma in patria era stato accostato nientemeno che a Suarez. Ora lo abbiamo a titolo definitivo, un grandissimo acquisto. Palla al piede in velocità è dirompente: l’assist sprecato malamente da Machach grida ancora vendetta. Però è un sacrilegio farlo giocare da terzino ,mortificandone le doti. Spero adesso Braglia abbia capito di non farlo mai più. Forza Jaime!

Carmelo
Carmelo
10 mesi fa

Un giocatore che ha voluto fortemente il Cosenza.Di una classe non comune andate a rivedere l’aggancio prima e il passaggio poi a Kanute contro la Cremonese da li poi è nato il gol di Riviere.Un difetto? Forse dovrebbe inquadrare più la porta comunque per serietà e impegno non è secondo a nessuno chapeau a questo lupacchiotto

Advertisement

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "GUARASCIO VATTENE DA COSENZA SUBITO"

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Lo ricordo perfettamente quando lo stadio del Cosenza era in via Roma. È qualche anno più piccolo di me e ricordo il suo destro con dei tiri..."

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Stiamo parlando di uno dei migliori allenatori che abbia avuto il Cosenza insieme a Bruno Giorgi. Ho avuto il piacere di conoscerlo bene e..."

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "Lo scoprimmo in coppa Italia Maggiore quando inchiodò il Foggia sullo 0 a 0 nella gara d'andata al San Vito ( di allora)"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti