Resta in contatto

Approfondimenti

Il Cosenza si coccola Roberto Occhiuzzi, il predestinato…

Cresciuto nel settore giovanile rossoblu, l’esordio in B e la vittoria di due campionati da calciatore. Adesso da allenatore sta stregando tutti

Il predestinato. Signori, Roberto Occhiuzzi, 40 anni compiuti lo scorso 11 novembre. Nato a Cetraro, calcisticamente è cresciuto nel settore giovanile del Cosenza squadra con la quale ha esordito anche in Serie B nella stagione 1998-1999. Quindi un lunghissimo girovagare per la penisola, fino al ritorno alla casa madre: due campionati vinti tra il 2007 e 2099, dalla Serie D all’ex Serie C1. E nuovamente il distacco.

Il Cosenza lo ha richiamato un po’ di tempo addietro: dal 26 agosto 2014 è diventato allenatore dell’Under 17. E giorno dopo giorno è nato un feeling speciale con tutto l’ambiente, fino a stregare il presidente Guarascio quando il contatto è diventato più diretto. Esattamente dal 23 dicembre 2016, giorno in cui è stato promosso a vice allenatore della prima squadra al fianco di Stefano De Angelis, dopo l’esonero di Giorgio Roselli.

Con l’arrivo di Gaetano Fontana, la stagione successiva, il presidente Guarascio ha preteso che Occhiuzzi rimanesse nello staff della prima squadra. Questa volta con il ruolo di assistente tecnico. L’avventura di Fontana è durata pochissimo e con l’avvento di Piero Braglia sulla panchina dei Lupi, per Roberto Occhiuzzi si è aperto un altro mondo: nuovamente vice allenatore. E grazie proprio a Braglia è cresciuto tantissimo.

Tattico maniacale. Si studia gli avversari in ogni piccolo dettaglio. Un punto di riferimento per i calciatori. Una crescita esponenziale che lo ha portato a essere indicato come un predestinato… Da tutto l’ambiente. Farà l’allenatore, su questo non ci sono dubbi. Dove, lo scopriremo con il tempo. Di certo il presidente Eugenio Guarascio ha un debole per questo ragazzo, con il rossoblu appiccicato addosso come una seconda pelle…

18 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
18 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Il debole di gargamella x Occhiuzzi che lo prende con meno soldi…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Grande persona, grande tecnico!

Lukaku
Lukaku
8 mesi fa

Roberto Occhiuzzi ……….nu Signore sutta a tutti i punti di vista!!!!!!!!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Un grande in bocca al lupo.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Forza Cetraro!!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Bravissimo Roberto

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Braglia deve restare a vita ma se mai dovesse andar via con Occhiuzzi ci lascerebbe un bel regalo come suo successore

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Grandissimo ….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Se segue Braglia fin quando vorrà lui restare a Cosenza diventerà uno dei migliori.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Bravissimo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Bravo ?

Pietro
Pietro
8 mesi fa

Preparatissimo…lui il dopo Braglia !!!!!

Pino
Pino
8 mesi fa

Persona unica ho il piacere di conoscerlo dal punto di vista sia umano che dal punto di vista sportivo Merita di raccogliere quello che negli anni ha seminato

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Luca Scarcello

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Professionista molto Serio

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Forza Roberto

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Un PROFESSIONISTA ….!!!! Grande Roberto!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Se lo merita tutto, gran lavoratore e persona seria

Advertisement

La Top 11 rossoblu di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "E non dimentichiamoci anche di Massimiliano CATENA."

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Ero piccola quando era in auge, sentivo i commenti degli adulti che a proposito del suo tiro micidiale dicevano "Rizzo ha ruttu a Rizza"perché fu..."

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Stiamo parlando di uno dei migliori allenatori che abbia avuto il Cosenza insieme a Bruno Giorgi. Ho avuto il piacere di conoscerlo bene e..."

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "È vero, senza quel gol sarebbero cambiate tante cose"

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "Lo scoprimmo in coppa Italia Maggiore quando inchiodò il Foggia sullo 0 a 0 nella gara d'andata al San Vito ( di allora)"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti