Resta in contatto

Approfondimenti

Braglia: “Il Cosenza non cerca alibi, regalato un mese ma sono contento dei ragazzi”

L’allenatore parla in vista del match con l’Ascoli e fa il punto sulla situazione della squadra dopo dodici giornate di campionato: “Abbiamo tutte le carte in regola per arrivare all’obiettivo salvezza”.

Piero Braglia, allenatore del Cosenza, intervenuto in conferenza stampa in vista del match con l’Ascoli di domenica, rispondendo alle domande dei giornalisti, ha dichiarato: “Abbiamo più punti ma classifica peggiore rispetto all’anno scorso? Abbiamo regalato le prime quattro partite, facendo un mezzo miracolo a Crotone e perdendo le altre tre. Una risposta ce la posso avere io ma ce le hanno anche gli altri, ognuno ha la sua. Le chiacchiere le porta via il vento. Noi abbiamo inserito dei ragazzi che si allenavano a casa. Non cerchiamo alibi, nessuno scaricabarile, ci prendiamo le nostre responsabilità. Lo dico prima e lo ribadisco adesso, questa squadra alla fine si salva. Ci sono dei valori e dei giocatori forti. Però è un dato che abbiamo regalato un mese di lavoro e lo dico non per fare polemica, ormai che siamo a dicembre. Non me ne frega niente, se volevo far polemica la facevo a settembre. Io penso a guidare la squadra, che sta facendo quello che deve fare. Sono contento dei ragazzi che ho a disposizione e sono convinto che raggiungeremo l’obiettivo”. 

Interpellato su una particolare statistica, Braglia risponde così: “Tanti gol presi negli ultimi minuti? C’è sempre una spiegazione logica nei numeri se li si guarda bene. A volte nel calcio i giocatori bisogna provocarli, non farli passare per vittime, non bisogna dare alibi. Che non servono a nessuno, tanto meno al Cosenza. Col Benevento siamo andati sotto al 93′, col Pescara all’87’. Ci è successo perché molto probabilmente non si camminava più. Poi a Chiavari abbiamo perso per il turnover, è stata una pessima partita. Altre gare però il Cosenza non ne ha perse, ne ha vinte poche purtroppo. Ma abbiamo una fisionomia, un modo di stare in campo, scelta che da quando è stata presa ha portato una sola sconfitta”. 

Breve commento anche sulla nomina del nuovo direttore generale: “Non ho ancora parlato con il club, quando lo faremo ne prenderemo atto. Noi siamo qui da tre anni e abbiamo fatto il lavoro in una certa maniera, sempre per il bene del Cosenza. Il presidente Guarascio può prendere le sue decisioni, e se l’ha presa è per il bene del Cosenza. Quando verrà a spiegarci la scelta capiremo perché l’ha fatta. Di queste cose sinceramente mi interessa poco, sono questioni che riguardano la società, non certo l’allenatore”. 

5 Commenti

5
Lascia un commento

avatar
5 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
5 Comment authors
Bruno VetereLuigiLukakupasquale filicegennaro Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Bruno Vetere
Ospite
Bruno Vetere

Ma le partite le state vedendo..ed i risultati nelle ultime giornate sono ottimi .come fate a dire che braglia e sulla graticola,forse sto vedendo un altro campionato…

Luigi
Ospite
Luigi

Se domani si perde Braglia a casa. In arrivo Stellone già contattato e domani sarà presente in tribuna..

Lukaku
Ospite
Lukaku

io dico che in questo momento non si deve fare polemica ma solo sostenere la squadra più’ che si può’, ho fiducia in Braglia e se ha parlato in questi termini non è un pivello, lasciamo l’ambiente tranquillo e sosteniamoli ora più’ che mai, dobbiamo gridare sempre e solo forza Lupiiiiiiiiiiiiiii

pasquale filice
Ospite
pasquale filice

Nessuno tocchi il Generale Braglia……….di altri nel Cosenza come lui non ce.ne.sono.

gennaro
Ospite
gennaro

Abbiamo regalato un mese perché abbiamo acquistato gente che si allenava a casa. Mo’ inseriamo pure il corpo estraneo ad insaputa dello staff tecnico che ci ha riportato a questi livelli.
Braglia stai attento: guarascio si è seccato di te e del giocattolo e cercherà di utilizzati come capro espiatorio.

Advertisement

Maurizio Lucchetti, il “Lucky gol” del Cosenza

Ultimo commento: "Il citato gol contro il Teramo è un colpo che Lucky aveva provato, con meno fortuna personale ma in ogni caso decisivo, in Casertana - Cosenza 1-1...."

18 novembre, trenta anni fa la morte di Denis Bergamini: i vostri messaggi per lui

Ultimo commento: "C'è poco da commentare. È stato un peccato la perdita di un fortissimo calciatore e un bravissimo ragazzo. Resterà per sempre nei cuori dei..."

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Io.lo conosciuto in una partita a cetraro in notturna, in grande ,mi fece fare pure gol ,allora dir.il signor Trotta che mi voleva portare a Cosenza ..."

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "È stato un bravissimo portiere e una persona leale. Non dimentichiamoci che grazie a lui che siamo andati in ' B '. Non capisco come mai il cosenza..."

Vincenzo Riccio, una settimana fantastica

Ultimo commento: "È stato uno dei tanti idoli del passato che vorrei che tornassero tutti insieme per fare grande questo cosenza"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti