Resta in contatto

Approfondimenti

Mirko Bruccini: “Il Cosenza ha buttato via la partita, è solo colpa nostra”

Il centrocampista, che aveva segnato nel primo tempo, dichiara: “Siamo stati dei polli”.

Era stato protagonista nel primo tempo, con il calcio di rigore segnato, ma Mirko Bruccini al termine della gara di Ascoli si trova a commentare una sconfitta per 3-2 dopo che il Cosenza era andato avanti di due reti. Il centrocampista è intervenuto in mixed zone ai microfoni di Jonica Radio a fine gara.

“Il gol non mi interessa, volevamo i tre punti e non so che dire, è solo colpa nostra – ha affermato Bruccini -. Dobbiamo lavorare sodo e venire via da questa situazione. Cercheremo di farlo venerdì con lo Spezia. Ad un certo punto abbiamo smesso di giocare come nella prima frazione. Dovevamo invece continuare. Sapevamo che l’Ascoli è una squadra fisica, che aggredisce le seconde palle, abbiamo buttato via la partita. Siamo stati dei polli noi e loro bravi a ribaltarla”.

32 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
32 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
mike
mike
1 anno fa

manca il gioco, mancano i piedi a metà campo, manca chi non fa arretrare la squadra, se arretri i gol li prendi. Evidentemente non è un problema di moduli anche se il 4-3-3 ha dato i migliori risultati davanti, ma è un problema di atteggiamento. Ovvio Palmiero e Tutino non ci sono piu’ e si vede…..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Credo anch’io che stavolta Braglia ci ha messo del suo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Saranno stat i cambi🙄

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Beh, fare un po’ di autocritica ci sta,, ma ora si deve giocoforza guardare la classica. 12 punti e dietro abbiamo solo Livorno e Trapani, quindi, basta parole, servono una serie di risultati positivi per tirarci fuori. Poi, a gennaio, al prossimo calciomercato, serve un intervento a rafforzare la rosa. Basta attenuanti, ora, solo lavoro e concentrazione, ogni partita dovrà essere interpretata come una qualsiasi finale.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Cacciati i palle e cercate di giocare bene.Siete una vergogna

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Dopo questa sconfitta,dopo avere visto gli ennesimi cambi sbagliati,credo che al massimo gli si possono concedere altre due partite per ottenere fiducia altrimenti serve un nuovo allenatore. Ringraziando il mister per ciò che ha fatto fin qui.

gino
gino
1 anno fa

Ad oggi siamo terzultimi, anche lo Spezia ha vinto. Situazione veramente preoccupante, vanno presi provvedimenti. Certo è che dopo le dichiarazioni su appeal e hobby e la nomina di un DG manco comunicata preventivamente ai quadri tecnici, c’è poco da stare allegri

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Si sono cullati sugli elogi che avevamo una difesa forte, ma oggi hanno dimostrato che questa difesa non può giocare neanche in eccellenza

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Non sudate la maglia non avete rispetto di chi si fa kilometri

pasquale filice
pasquale filice
1 anno fa

Ridateci Dermaku , Palmieri e.tutino
La.Roccia , la.Mente e il rifinitore.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Altro che lupi..
Galline…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Tranne che nel secondo tempo di Padova contro il Cittadella, il Cosenza, in trasferta ha sempre rinunciato a giocare e ha aspettato gli avversari abbassandosi. Oggi, addirittura, lo ha fatto sullo 0-2, facendosi rimontare. E, ovviamente, Braglia ci ha messo del suo a fare abbassare ulteriormente la squadra con la genialata della sostituzione ad inizio secondo tempo di Pierini con D’Orazio.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Ma siamo scemi? Un catanzarese potrebbe MAI volere il nostro bene? Ma a chi la vogliono dare a bere?

Lukaku
Lukaku
1 anno fa

Corsi non pervenuto…..Leggittimo cosi’ cosi’…..Dorazio subentrato solo per la statistica…..la difesa non è andata bene…Braglia deve meditare su questo visto che ha mandato in campo questa squadra…..peccato se si continua su questa strada siamo purtroppo in serie C e questo dispiace a tutti…….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Bravo pollo

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

La C ci aspetta Mirko

gigi
gigi
1 anno fa

eravamo sotto l’acqua in 400 facendo un tifo infernale , in ginocchio mai .

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Grande Mirko sempre serio e onesto rimboccatevi le maniche dai!!

Luigi
Luigi
1 anno fa

Vi manderei in ritiro forzato tutti a Gennaio bisogna cambiare metà squadra

Paolo
Paolo
1 anno fa

Sono i limiti di questi giocatori,di più non possono dare. Quando rilasciano dichiarazioni alla stampa non sbanderiassero ai 4 venti che vanno in campo per vincere,sopratutto fuoti casa,perché c’è un avversario da rispettare. Questo è un campionato che non c’è una squadra superiore all’altra,la differenza dei campionati di serie B la fanno la grinta e l’età media giovane di una squadra. Noi purtroppo abbiamo una squadra di vecchi come la Salernitana dello scorso anno e la vedo male quest’anno per la salvezza. Ci mancano come il pane Palmieri e Tutino che fanno veramente la differenza. Ce ne vogliono di Pierini… Leggi il resto »

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

La sconfitta ha solo un nome: Braglia! Sostituzioni cervellotiche!

Special one
Special one
1 anno fa

Se fosse per me, il panettone ve lo farei spedire a tutti a casa…braglia compreso…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Questa squadra è seguita in massa in trasferta, quando capita anche da me, perchè la partita se la gioca…anche quando ne ha presi 4 a Spezia se la giocò a viso aperto…questa squadra non se la gioca più…fa prestazioni inqualificabili come a Chiavari oppure va in vantaggio e si spegne completamente come oggi o a Trapani. Se passa l’idea che la squadra di Braglia si sta Rosellizzando, non credo che continueranno questi esodi, giustamente tra l’altro

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Bravo lo ai capito?dovevate vincere

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Credo sia opportuna una presa di coscienza SERIA. Avete visto quei 400 sugli spalti sotto la pioggia ??? Bene d’ora in poi pensate a vincere sempre per LORO. Forse se lo meritano con i FATTI e non con le PAROLE.

gino
gino
1 anno fa

Brucci’, ti fa onore il tentativo di difendere il mister, ma oggi ha sbagliato anche lui, giusto dirlo!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Signorine!!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Siete dei pisciaturi altro che polli

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Meno male che riconoscete le colpe.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

UMILTÀ E VOGLIA

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

S V E G L I A T E V I !

Maestro
Maestro
1 anno fa

Cessi senza palle … si gioca 95min non 22

Advertisement

La Top 11 rossoblu di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "Personalmente in attacco avrei messo : campanini e Peressin. In difesa il piuforte libero del Cosenza di tutti i tempi e cioè CODOGNATO."

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "tra l altro Sonzogni aveva ottenuto anche 2 lauree di cui una in filosofia ..."

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Per pochi ricordi che ho, è stato uno dei più forti centrocampisti del duo tempo. È stato sfortunato ad incontrare per quanto riguarda la..."

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "Baclet,col Cosenza sei stato mitico.Ti sei sempre impegnato al massimo e hai contribuito alla promozione del Cosenza in serie B .Ti auguro tanta..."

Gigi De Rosa, il professore

Ultimo commento: "Difensore tecnico e veloce, grande attaccamento alla maglia"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da Approfondimenti