Resta in contatto

Calciomercato

L’agente di Tutino risponde alle offese di alcuni tifosi rossoblu

Nei giorni scorsi Vincenzo Pisacane ha ricevuto una telefonata da Padre Fedele, registrata e trasmessa in Tv scatenando le ire del web

Attraverso i social network Vincenzo Pisacane, agente di Gennaro Tutino ha deciso di rispondere dopo alcuni insulti ricevuti a causa di una telefonata registrata e trasmessa da una tv locale.

Queste le parole dell’agente del attaccante partenopeo: “Mi dispiace leggere tutti questi commenti negativi su di me e su Gennaro Tutino…
Ho conosciuto i veri tifosi del Cosenza e conosco bene il loro amore nei confronti della squadra ed il rispetto che hanno come persone e come tifosi..
I veri tifosi del Cosenza di certo non sono quelli che hanno scritto ingiurie e minacce di morte sotto il video di mia figlia che ha solo 2 anni!!!
Mi dispiace anche per Padre Fedele che da uomo di fede mi ha tratto in inganno facendomi una telefonata registrata da una televisione a mia insaputa, dove per altro, ho di nuovo fatto capire che l’amore per i colori rosso blu da parte di Tutino e la grande stima che nutro io nei confronti della tifoseria e della città.
Non sono io la colpa del mancato arrivo di Gennaro Tutino a Cosenza ne tantomeno è lo stesso Gennaro ma è solo una questione di ambizioni e di fattori che fanno parte del calcio… io credo che tutta la città di Cosenza abbia l’ambizione di vedere la propria squadra un giorno in serie A. E per questo qualcuno gli augura la morte o gli scrive ingiurie? Sono dell’idea che sia nel calcio che nella vita l’ambizione è il fuoco della vita…

Forza lupi!!

8 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
8 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
pasquale filice
pasquale filice
8 mesi fa

Mercamti e servi

Luigi1966
Luigi1966
8 mesi fa

Sono d’accordo. Ma a questo punto è anche giusto che ne paghi le conseguenze. Non prendono stipendi da operai e per questo se ne devono assumere le responsabilità. Ciao!!

Riccardo
Riccardo
8 mesi fa

dai commenti che ho letto è evidente che si dà la Croce addosso a Tutino e al suo agente.Ma lo volete capire che il cosiddetto gioco del calcio è un LAVORO !! A chi critica chiedo : rinuncerebbe a un buon sipendio ad avere uno estremamente più basso con il pericolo che se le cose vanno male si rischia di bloccarti e bruciarti la carriera, ritornado a giocare con la tua squadra che è terzultima in classifica?? Secondo me Tutino UMANAMENTE va capito,i sentimenti servono a ben poco nel mondo del calcio,se vuoi tentare di crescere e far carriera .… Leggi il resto »

Luigi1966
Luigi1966
8 mesi fa

Signor Pisacane lei probabilmente non ha compreso che a Cosenza il calcio è linfa quotidiana. Tutino non doveva assolutamente, secondo il mio modestissimo parere, già espresso qualche tempo fà, lasciare Cosenza per tantissime ragioni. Quanti calciatori lei conosce che hanno rinunciato ai soldi, perchè di questo si parla, pur di peronare la giusta causa di una città che ha sete di un buon calcio. Marulla le ricorda qualcuno o qualcosa?? Non può predendere il rispetto ogni tempo se prima non lo si guadagna sul campo e non dietro scrivanie ipocrite a firmare contratti che non servono a niente e che… Leggi il resto »

Carlo Cerchiara
Carlo Cerchiara
8 mesi fa
Reply to  Luigi1966

Sono d’accordo con il Sig.Luigi..aggiungendo un dovere morale il vs il ragazzo quando non era nessuno grazie alla sua bravura e le chance che il Cosenza gli ha dato e diventato un elemento prezioso…il Vs si aspettava che voi restituisse al Cosenza in attuale difficoltà,il vs aiuto…invece avete preferito “” i soldini “”

Carlo Cerchiara
Carlo Cerchiara
8 mesi fa

Buongiorno
Scusate recita un vecchio detto Calabrese a proposito dei Soldi…”..pila bella pila amata Ca ppi ttia m’haiu dannatu…” la sapevano lunga i ns avi

Massimo
Massimo
8 mesi fa

Ma non lo vogliamo a Tutino andasse a giocare altrove tanto si sa che contano i soldi altro che amore per Cosenza tanto è un giocatore di serie B.

Giovanni
Giovanni
8 mesi fa

Ambizioni si si… Mi dispiace per le ingiurie e le minacce ricevute, che condanno vivamente, ma il problema sono i soldi, non le ambizioni, perché se te e tutino avete ambizioni, cercherete squadre in A,ma per i soldi accetterete anche squadre di serie B… Mercenari…

Advertisement

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "GUARASCIO VATTENE DA COSENZA SUBITO"

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Lo ricordo perfettamente quando lo stadio del Cosenza era in via Roma. È qualche anno più piccolo di me e ricordo il suo destro con dei tiri..."

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Stiamo parlando di uno dei migliori allenatori che abbia avuto il Cosenza insieme a Bruno Giorgi. Ho avuto il piacere di conoscerlo bene e..."

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "Lo scoprimmo in coppa Italia Maggiore quando inchiodò il Foggia sullo 0 a 0 nella gara d'andata al San Vito ( di allora)"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Calciomercato