Resta in contatto

News

Avversari Cosenza, il ritorno di Cosmi a Perugia con la promozione nel mirino

Esordio con sconfitta (2-0) a Napoli in Coppa Italia ma l’obiettivo è il campionato. “La mia città dove sono esploso calcisticamente. Possiamo lottare per la Serie A…”

L’esordio non era certo dei più semplici ma attorno al ritorno di Serse Cosmi al Perugia c’era tanta curiosità. A Napoli è arrivata la sconfitta (2-0) negli ottavi di finale della Coppa Italia con Iemmello che si è fatto parare un calcio di rigore da Ospina. Il successo per la squadra di Gattuso è arrivato con una doppietta, dagli undici metri, del capitano Insigne.

“Ero sicuro che avremmo affrontato una squadra più forte. Siamo partiti bene nei primi 15 minuti poi le occasioni dei due rigori ci hanno condizionati. Siamo stati passivi, abbiamo fatto fare loro più di quello che avrebbero voluto. A fine primo tempo il nostro rigore poteva riaprire la gara, ma poteva anche essere fine a se stesso”, ha detto Cosmi a calciogrifo.it, il portale dedicato al Perugia calcio.

Chiaramente in casa umbra si guarda prevalentemente al campionato. E qui Cosmi non usa particolari giri di parole per metter il timbro sull’obiettivo messo nel mirino. “Vorrei dare tanto in questo periodo, Perugia è la mia città e qui sono esploso calcisticamente. Con qualche aggiustamento possiamo lottare per la Serie A, ha riportato calciogrifo.it.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "Un grande lassava porta fujia a centrocampo mina tutti Soviero ahahah"

Vincenzo Riccio, una settimana fantastica

Ultimo commento: "Grandissimo Vincenzo........uno di noi"

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "È stato un grande. V"

Maurizio Lucchetti, il “Lucky gol” del Cosenza

Ultimo commento: "Il citato gol contro il Teramo è un colpo che Lucky aveva provato, con meno fortuna personale ma in ogni caso decisivo, in Casertana - Cosenza 1-1...."

18 novembre, trenta anni fa la morte di Denis Bergamini: i vostri messaggi per lui

Ultimo commento: "C'è poco da commentare. È stato un peccato la perdita di un fortissimo calciatore e un bravissimo ragazzo. Resterà per sempre nei cuori dei..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News