Resta in contatto

Approfondimenti

Cosenza-Trapani, al Marulla arriva una squadra in serie positiva da sei partite

Gruppo in salute quello di Castori che contro i Lupi vuole continuare a cullare sogni salvezza. Mancherà il bomber Pettinari, ancora fuori Biabany

Una squadra in salute, in serie positiva da 6 giornate con 2 vittorie e 4 pareggi e da due turni con la porta inviolata. Sicuramente un bel risultato per la peggior difesa del campionato. È così che si presenta il Trapani per la partita dell’anno sul campo del Cosenza, dove i granata non possono certamente sbagliare se vogliono alimentare il sogno salvezza.

Al Marulla, però, mancherà la bocca da fuoco principale: Stefano Pettinari che quest’anno ha già messo a segno 16 gol, diventando il secondo miglior marcatore del campionato cadetto. Per questo motivo, nel collaudato 3-5-2 granata, appare probabile la conferma del polacco Piszczek, affiancato da Dalmonte, favorito su Biabiany, ancora fuori condizione tanto da non aver giocato neanche un minuto nei due incontri post Covid-19.

L’allenatore Castori non sembra intenzionato cambiare tanti protagonisti rispetto alla gara di venerdì sera (ore 21). Del resto, la posta in palio è altissima e, quindi, occorre mettere in campo i calciatori più in forma. Ed allora, davanti al portiere Carnesecchi, i tre centrali dovrebbero essere il norvegese Strandberg, ormai il secondo regista della squadra, Buongiorno ed il rientrante Pagliarulo il quale dovrebbe prendere il posto di Pirrello, uscito anzitempo contro il Pordenone per un problema muscolare.

A centrocampo, con l’intoccabile Taugourdeau, sulle fasce si va verso la conferma di Kupisz e Grillo che ha finito stoicamente la gara con il Pordenone nonostante un taglio alla testa che ha richiesto 4 punti di sutura. E poi, come mezzala, dovrebbero trovare posto ancora Coulibaly e Colpani, anche se quest’ultimo, nelle ultime due gare, è sempre partito bene per poi “finire la benzina” dopo dieci minuti della ripresa. (articolo scritto da Antonio Trama collega di trapanigranata.it)

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 rossoblu di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "De Carolis, non andrebbe dimenticato."

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Ero piccola quando era in auge, sentivo i commenti degli adulti che a proposito del suo tiro micidiale dicevano "Rizzo ha ruttu a Rizza"perché fu..."

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Stiamo parlando di uno dei migliori allenatori che abbia avuto il Cosenza insieme a Bruno Giorgi. Ho avuto il piacere di conoscerlo bene e..."

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "È vero, senza quel gol sarebbero cambiate tante cose"

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "Lo scoprimmo in coppa Italia Maggiore quando inchiodò il Foggia sullo 0 a 0 nella gara d'andata al San Vito ( di allora)"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti