Resta in contatto

Approfondimenti

Cosenza, l’assetto difensivo si sta meritando la conferma

Per la terza partita consecutiva l’allenatore Occhiuzzi dovrebbe dare fiducia allo stesso terzetto di centrali davanti al portiere Saracco

È sul campo che si stanno meritando la conferma. Parliamo dell’assetto difensivo. Venerdì sera, fischio d’inizio alle ore 21, nella partita con il Pisa, valevole per la 36ª giornata del campionato di Serie B, si viaggia verso l’utilizzo delle stesso trio di centrali visto contro Perugia e Pordenone. Sarebbe, così, per la terza volta di fila che l’allenatore Roberto Occhiuzzi conferma gli stessi uomini davanti al portiere Saracco. Intanto a difendere la porta dei Lupi contro i nerazzurri di Luca D’Angelo ci sarà ancora l’ex giovanili del Torino, considerato che Perina sta proseguendo al fase di recupero e si spera di averlo in campo, eventualmente, contro l’Empoli.

Al centro della difesa agirà ancora Idda, il quale grazie alla sua reattività riesce a gestire meglio alcune situazioni pericolose nei pressi dell’area di rigore. Al suo fianco agiranno Capela sul centro destra e Legittimo sul centro sinistra, i quali hanno confermato la giusta affidabilità nelle ultime due partite. le gerarchie, evidentemente, sono un po’ modificate. Adesso Schiavi, con la sua esperienza, potrebbe tornare molto utile a partita in corsa nel caso in cui ce ne fosse necessità.

9 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
9 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Francesco Iacovino
Francesco Iacovino
2 mesi fa

Si ma il premio salvezza? Questo gruppo va premiato comunque .
Cara società
Se ci sei batti un colpo!!!!Ma fallo ora, dopo venerdì
Potrebbe non aver più
Senso!!!
E voi tifosi vi unite a qst appello???

Massimo
Massimo
2 mesi fa

Già ci siamo dimenticati tutto.
Questo gruppo va premiato “COMUNQUE”? E le prestazioni indecorose che ci hanno relegato sempre fra le ultime 4 della classifica? E le umiliazioni subite in casa ? (record storico in negativo di 8 ko interni)
Mi dispiace ma non sono d’accordo. Se c’è salvezza ci può essere un premio altrimenti una bella ralla.

pasquale filice
pasquale filice
2 mesi fa

attenzione a ritornare agli errori passati questa difesa a trovato l’assetto giusto non abbiamo bisogno di Schiavi o di Monaci abbiamo un Corsi che non avra piede per la B ma ha carisma , rabbia ,e determinazione

Massimo
Massimo
2 mesi fa

I limiti dei nostri difensori sono soprattutto tecnici: con il pallone tra i piedi evidenziano grossissime difficoltà. A livello aereo se la cavano ma non può bastare.

ginoX
ginoX
2 mesi fa

La conferma è da intendersi relativa alla prossima partita non al prossimo campionato! La redazione ha ragione, la difesa stavolta non ha sbagliato ( tranne una colossale cappelletta di capela, che ha messo solo davanti al portiere un “ramarro”, con parata straordinaria di Saracco su tiro ravvicinato). Detto questo, mi rivolgo alla gentile Redazione: per cortesia basta articoli sulla reggina, portano una sfiga pazzesca! Grazie 🙏

Giovanni
Giovanni
2 mesi fa
Reply to  ginoX

Si veramente basta von articoli sulla Reggina… A parte che non c’è ne frega una beata mi… a…. Ho visto che su tifo Reggina neanche ci calcolano a noi… Quindi basta pensiamo a noi e non hai pisciaturi

LR
LR
2 mesi fa

Pero hanno retto un po l’urto contando solo sulle motivazioni. Da apprezzarli nonostante restino limiti evidenti.
Per il dopo bonucci e chiellini la Juve sta pensando a capela e monaco

Alfondo
Alfondo
2 mesi fa

voi siete malati. Il peggior settore della squadra anche peggiore del centrocampo e voi parlate di conferma? RICOVERATEVI.

Leonardo
Leonardo
2 mesi fa
Reply to  Alfondo

Sono d’accordo sull’analisi della difesa molte colpe sono da addebitargli troppi goal presi per loro errori commessi.

Advertisement

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "GUARASCIO VATTENE DA COSENZA SUBITO"

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Lo ricordo perfettamente quando lo stadio del Cosenza era in via Roma. È qualche anno più piccolo di me e ricordo il suo destro con dei tiri..."

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Stiamo parlando di uno dei migliori allenatori che abbia avuto il Cosenza insieme a Bruno Giorgi. Ho avuto il piacere di conoscerlo bene e..."

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "Lo scoprimmo in coppa Italia Maggiore quando inchiodò il Foggia sullo 0 a 0 nella gara d'andata al San Vito ( di allora)"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti