Resta in contatto

Approfondimenti

Cosenza, il gruppo si sta rivelando la vera forza di questa squadra

Occhiuzzi è riuscito, assieme allo staff, a coinvolgere tutti i calciatori facendoli sentire importanti. Tranne Pierini, che non si è mai visto nel post Covid, il resto della rosa è stata utilizzata al completo

Tra i tanti motivi di questo exploit nel campionato del post Covid c’è sicuramente il lavoro svolto da Roberto Occhiuzzi. Il giovane allenatore cetrarese ha sicuramente avuto delle difficoltà durante la sfida contro lo Spezia, ma con il passare del tempo è riuscito a dare un’identità ben definita alla squadra. Non solo il lavoro tattico ma anche il lavoro fisico svolto durante lo stop forzato del campionato ha un peso specifico enorme nelle prestazioni del gruppo. E questo grazie al supporto dello staff con il preparatore atletico Luigi Pincente e il collaboratore Domenico Lucchetta.

Un lavoro certosino che, ripetiamo, è sotto gli occhi di tutti. Ma uno dei segreti sta nell’avere sfruttato al meglio il gruppo e di avere fatto sentire tutti importanti. Tutti coinvolti. Dalla ripresa del campionato sono scesi in campo tutti gli elementi della rosa a disposizione, ad eccezione del solo Pierini, il quale non è rientrato in gruppo  dopo il lockdown. Anche Kone e Bahlouli sono riusciti a ritagliarsi il loro spazio, sopratutto il francesino arrivato dalla Sampdoria ha avuto l’opportunità di mettere in mostra tutte le sue qualità tecniche.

 

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Francesco Iacovino
Francesco Iacovino
2 mesi fa

Il ns campionato può
finire domani sera(giammai🤞) è qst il momento di stimolare con un premio salvezza il gruppo e il mister!!!!!

Letterio Gatto
Letterio Gatto
2 mesi fa

Oltretutto la quota salvezza si è portata intorno ai 50 punti,se non oltre, quindi notevolmente più alta rispetto allo scorso anno, se non ricordo male.

Pietro
Pietro
2 mesi fa

Mah…. sicuramente nel dopo covid è stato fatto un discreto lavoro….. però ho paura (ma spero di sbagliarmi)…. che questo lavoro sia iniziato tardi. Tanti… forse troppi i punti regalati agli avversari… prima del coronavirus. Questo a causa di incompetenze tecnico-tattiche… che sono sotto gli occhi di tutti.
Oggi siamo “condannati” a vincere le restanti tre partite… guardando anche gli altri campi. È un vero peccato se nn riuscissimo a salvarci. Statisticamente è molto più difficile risalire di categoria… che salvarsi. Purtroppo a fine campionato diventa tutto più difficile. Forza Lupi e speriamo bene.

Advertisement

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "GUARASCIO VATTENE DA COSENZA SUBITO"

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Lo ricordo perfettamente quando lo stadio del Cosenza era in via Roma. È qualche anno più piccolo di me e ricordo il suo destro con dei tiri..."

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Stiamo parlando di uno dei migliori allenatori che abbia avuto il Cosenza insieme a Bruno Giorgi. Ho avuto il piacere di conoscerlo bene e..."

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "Lo scoprimmo in coppa Italia Maggiore quando inchiodò il Foggia sullo 0 a 0 nella gara d'andata al San Vito ( di allora)"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti