Resta in contatto

Approfondimenti

Cosenza, svolta Trinchera: un altro tassello che potrà valere il rinnovo

Dopo il capolavoro Falcone, che garantirà al club mezzo milione di euro la prossima estate, con l’addio a Bruccini si viaggia verso il taglio di due mensilità. Le rassicurazioni a Occhiuzzi che attende fiducioso…

Si torna in campo aspettando i rinforzi. Vacanze finite in casa Cosenza, nel pomeriggio di oggi, sabato 9 gennaio, ripresa degli allenamenti in vista della sfida di Monza in programma il 16 gennaio alle ore 14 e valevole per la 18ª giornata del campionato di Serie B 2020-2021. Intanto il calcio mercato dopo i primi giorni di schermaglie, da lunedì comincerà a entrare nel vivo. Roberto Occhiuzzi ha avuto rassicurazioni, nel senso che i calciatori da lui richiesti saranno presto a sua disposizione.

Chiaramente il giovane allenatore attende con fiducia l’arrivo dei migliori interpreti per poi andare a concretizzare sul campo le sue idee di gioco. Nel frattempo il direttore sportivo Trinchera ha messo un altro tassello al puzzle che a breve lo porterà a firmare il rinnovo del contratto con il presidente Guarascio. Dopo il capolavoro estivo con Wladimiro Falcone che a fine stagione tornerà alla Sampdoria in cambio di circa mezzo milione di euro nelle casse del club rossoblu, nelle ultime ore ha fatto sì che la società risparmiasse due mensilità. Che in piena crisi, dovuta al Covid-19, non sono pochi.

A libro paga del Cosenza, com’è noto, non c’è più Mirko Bruccini, il quale ha dovuto rinunciare a una delle due mensilità da percepire. Strategia di mercato per liberare l’esperto centrocampista senza che l’Alessandria, suo nuovo club, pagasse l’indennizzo per il cartellino.

Nel frattempo il direttore sportivo sta lavorando alacremente per mettere a disposizione di Occhiuzzi un sostituto. Che molto probabilmente arriverà giusto in tempo per firmare il contratto con il club rossoblu dall’1 febbraio 2021. E dopo quella a cui ha rinunciato Bruccini si tratterebbe di un’altra mensilità, gennaio 2021, che il club andrà a risparmiare. Nel calcio mercato travolto dalla pandemia, anche qualche migliaia di euro rappresentano il classico grasso colato per le casse di un club di provincia.

34 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
34 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Mario
Mario
17 giorni fa

È proprio questo il problema della nostra squadra. Il complesso di inferiorità. Che persino su un sito che dovrebbe inculcare una mentalità VINCENTE e perché no di ORGOGLIO per questa città cosa fa invece questo pseudo giornalista (che di certo giusto su un sito del genere può scrivere perché non potrà mai scrivere su una testata importante tipo corriere delle sera, repubblica o corriere dello sport ecc.) dice PICCOLO CLUB DI PROVINCIA. Non meriti nemmeno un commento su ciò anche perché non conosci la geografia molto probabilmente non sai che COSENZA fa provincia i PICCOLI CLUB DI PROVINCIA sono i… Leggi il resto »

Rossoblù75
Rossoblù75
18 giorni fa

Per la redazione, non ho mai criticato gli articoli, ma il finale “un piccolo club di provincia”. Ma siete veramente incapaci ignoranti o cosa. Cosenza provincia di Cosenza, ridicoli.
Siamo la squadra il Cosenza con più campionati in serie B con una provincia di oltre 700.000 abitanti con uno stadio da 30.000 posti con un tifo uno dei più belli d’Italia e conosciuto in Europa.
Redazione siete voi provinciali sì ma di ignoranza.

Michelino
Michelino
18 giorni fa

Certo se avevamo appel i giocatori veri sarebbero arrivati ma pú, chine e ppaghe? Realismo ragazzi….Se non siamo capaci di riprendere Riviere perché in Serie A ha firmato un altro contratto, cosa ci arrabbiamo a fare?Dove sono sti magnati disposti a rilevare Guarascio …appel e sordi ci vúanu

Lukygol
Lukygol
18 giorni fa

Cioè ma come ca..zzo vi permettete ad offendere la nostra e ripeto nostra squadra del cuore. Sicuro la vostra squadra è geograficamente situata più a sud di Cosenza anche a livello di serie è più giù . Cioè se volete offendere la dirigenza poco importa ma quando parlate del Cosenza usate altri termini ed altri modi . Questi articoli si che andrebbero censurati no i commenti.

Leop
Leop
18 giorni fa

E’ da tempo che questo sito combatte una solitaria – ed alquanto misteriosa – battaglia contro il Direttore Sportivo del Cosenza, Stefano Trinchera, cioè dell’artefice di importanti colpi di mercato che hanno consentito, negli ultimi anni, di vedere al San Vito giocatori come Tutino, Casasola, Asencio, Riviere, Palmiero e da ultimo Falcone. Quali colpe possa avere meritato Trinchera in questi anni non è dato sapere, dal momento che un Direttore Sportivo agisce, come è noto, sulla base di un budget e di indicazioni di carattere contrattuale che arrivano direttamente dal Presidente della società. Eppure – questa è l’anomalia – sul… Leggi il resto »

Randagio
Randagio
17 giorni fa
Reply to  Leop

Scusa se mi permetto di dissenteri. Credo invece che x una Società come il Cosenza sia fondamentale puntare sul vivaio, è l’unica strategia possibile. Naturalmente parliamo di un discorso a medio e lungo termine con una certa programmazione. Ad ora è fondamentale, a mio modesto parere, blindare Occhiuzzi perché temo che con un altro buon finale di stagione qualche Società più meglio strutturata con un progetto ambizioso ce lo porti via. È solo la mia opinione, naturalmente.

tonino l'africano
tonino l'africano
18 giorni fa

redaziò nun ti pigliá cunbidenza

Lukygol
Lukygol
18 giorni fa

Sei un grande 👍😂

Reny
Reny
18 giorni fa

Posso permettermi di suggerire il nome più adatto per questa testata?
TIROCOSENZA.IT

Reny
Reny
18 giorni fa

Gentile redazione questa facile e disgustosa ironia riversatela sul catanzaro, anzi, come sono solito dire, andate a vedere il catanzaro.

Emilio
Emilio
18 giorni fa

Egr. Dott. Leone e Spett.le Redazione, Il portale da voi gestito si chiama tifocosenza.it. Ripeto, TIFO COSENZA. Anche per questo mi permetto di dire che il club per il quale si tifa e del quale si scrive (dando spazio ai commenti di tanti tifosi) non può essere definito “un piccolo club di provincia”. Sappiamo tutti che il Cosenza Calcio 1914 non è una “top” del campionato di Serie B. Ma questo club ha una sua storia che deve essere rispettata anche nello stile di scrittura dei media. Non mi aspetto scuse per quello che avete scritto, nè c’è bisogno di… Leggi il resto »

Cosimo Moschetto
Cosimo Moschetto
18 giorni fa
Reply to  Emilio

Non è una Top per il fatto che non abbiamo una società seria che abbia un minimo di programmazione… (vedi il Cittadella per esempio che spende meno di noi ma è sempre nei primi posti da anni) Ma… A differenza del Cittadella e di quasi tutte le altre squadre di serie B Noi abbiamo un pubblico una passione ed uno stadio da serie A!!!!

U cumpari
U cumpari
18 giorni fa
Reply to  Emilio

Sottoscrivo e resto basito. Il sarcasmo è talmente greve da chiedersi se sia andato al di là delle intenzioni.

Gianluca
Gianluca
18 giorni fa

grazie a guarascio e trinchera che siamo in serie b senza di loro eravamo ancora a fare i derby con rende e Castrovillari .

Antonio
Antonio
18 giorni fa

Artefice e simbolo delle ultime stagioni, promozione e salvezza, che viene ridicolizzato trattando il taglio di una mensilita’ per essere liberato…e’ vero che la gratitudine nel calcio non esiste ma penso anche che una decina di migliaia di euro nn ti spostano

Piero C
Piero C
18 giorni fa
Reply to  Antonio

La gratitudine nel calcio targato Guarà

Vecchio ultra in pensione
Vecchio ultra in pensione
18 giorni fa

Forse fate una cosa giusta anzi datela in prestito….

Vecchio ultra in pensione
Vecchio ultra in pensione
18 giorni fa

Che articolo da arresto vergogna venfete anche la redazione al mercato di riparazione

Davide
Davide
18 giorni fa

Piccolo club di provincia? Ma come caxxo vi viene in mente di definirci tale? Semmai voi siete 4 giornalai da strapazzo che nn criticano mai e dico mai la società se nn il ds.. ma l’avete capito che u pisce puzza da capu? Vi dovreste solo vergognare x quest’articolo.. è la prima volta che vi critico,ma questa volta avete esagerato

Luigi
Luigi
18 giorni fa

Caxxo, tra poco ai giocatori gli fara’ pagare la maglietta!!! Pezzente!!!

tonino l'africano
tonino l'africano
18 giorni fa
Reply to  Luigi

luvì a ccaccanzaru aviti finitu i culuri l avoti nivura mbeci

Gianni
Gianni
19 giorni fa

Piccolo club di provincia è il Castrovillari , la Paolana , il RENDE !!!! Questi sono i piccoli club di provincia !

carloamantearossoblu
carloamantearossoblu
18 giorni fa
Reply to  Gianni

Concordo pienamente!

Paolo
Paolo
19 giorni fa

LA ROVINA DEL COSENZA È TRINCHERA !!!!!! CON UN ALTRO DS E IL NOSTRO PUBBLICO SAREMMO GIÀ IN SERIE A !

Gianluca
Gianluca
19 giorni fa
Reply to  Paolo

Ma come vi piace salire sul pulpito……senza guarascio e trinchera eramo nel dimenticatoio del calcio e facevamo ancira i derby con rende e Castrovillari

Francesco
Francesco
18 giorni fa
Reply to  Paolo

Concordo…………..ancora non avete capito che la fortuna di Trinchera e stato Piero Braglia …….. altrimenti davvero eravamo ancora in serie c…….

Matteo C
Matteo C
19 giorni fa

Ma la fonte di queste preziose informazioni si può sapere chi sarebbe ?

Roberto
Roberto
19 giorni fa

Solo su questo sito , il Cosenza calcio , con 100 anni di storia e un bacino di utenza di 900.000 ( la provincia di Cosenza ) abitanti , un pubblico che ci invidiano tutti , può essere definito piccolo club di Provincia !

Walter
Walter
19 giorni fa

Ma per piacere se si sa da tempo che trinchera a giugno andrà altrove sta facendo di tutto per farci retrocedere

SPECIAL ONE
SPECIAL ONE
19 giorni fa

Gargamella bestia di Satana…

Piero C
Piero C
18 giorni fa
Reply to  SPECIAL ONE

🤣🤣🤣🤣🤣

Gigginodaserraspiga
Gigginodaserraspiga
19 giorni fa

Siamo nella m.a più totale. Ma dobbiamo essere contenti perché risparmiamo la mensilità su un singolo giocatore. Che capolavoro!!!
Ma li avete mai letti i dati sugli incassi?
Qui di piccolo e di provinciale c’è solo il presidente e chi cerca a tutti i costi di difenderlo.

Giulio
Giulio
19 giorni fa

Ma che articolo è!?!? A questo punto se l’obiettivo è quello di risparmiare stipendi li può mettere tutti in cassa integrazione e chiuderla qui…pensasse a far un buon servizio di raccolta dei rifiuti che in città si torna a soffocare…

Advertisement

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Franco Rizzo grande mezzala con visione di gioco e con un destro potentissimo. Ero piccolo, ma ricordo perfettamente che quando giocava a Cagliari e..."

Gigi De Rosa, il professore

Ultimo commento: "Ma mi ricordo che usciva palla al piede da situazioni rischiosi dove altri avrebbero buttato in tribuna. Palla a piede con giravolte , pallonetti e..."

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "GUARASCIO VATTENE"

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Stiamo parlando di uno dei migliori allenatori che abbia avuto il Cosenza insieme a Bruno Giorgi. Ho avuto il piacere di conoscerlo bene e..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti