Resta in contatto

Approfondimenti

Cosenza, è dall’attacco che potrebbe arrivare la svolta

Dopo l’ennesima deludente prestazione di Tremolada e Trotta a Venezia è probabile che la prima linea possa essere rivoltata come un calzino

C’è un aspetto che andrebbe inculcato nella testa di tutti i calciatori: cambio di passo sotto l’aspetto mentale. Assistere all’ennesima prestazione dove le recriminazioni saranno gli indigesti protagonisti del post gara, non se ne può più. Meglio giocare male (vedi Chievo e Ascoli, giusto per citare due partite a caso…) ed esaminare una vittoria, non che sottolineare disattenzioni personali, pali e traverse e belle prestazioni che non fanno classifica.

Quando i calciatori capiranno che l’unica strada che porta alla salvezza è quella in cui il tragitto si percorre con cattiveria agonista e il fuoco dentro che ti porta ad arrivare sempre prima sul pallone, oppure si va dritti all’inferno. E per imboccare la strada che porta al Paradiso c’è bisogno di gente in campo che faccia pesare la prestazione, più che il nome che portano scritto sulle maglie. E poi, l’essenza più scontata del calcio, bisogna fare gol per vincere.

Ed è proprio attorno all’attacco che si pensa a qualche novità. Con Gliozzi punto fermo della prima linea è attorno a lui che potrebbero cambiare gli interpreti. Le ultime prestazioni di Tremolada e Trotta non hanno convinto, motivo per il quale è logico pensare a dei cambi. Sulla trequarti il pensiero porta a Bahlouli, talentino francese della Sampdoria che ha caratterizzato il suo percorso tra alti e bassi. Ma bisogna anche dire che di continuità gliene è stata data poca, per emettere un giudizio che fotografi la realtà.

Sul compagno di reparto da affiancare a Gliozzi, il quale certamente avrà smaltito la stanchezza che anche i suoi compagni, pur rimanendo in campo, hanno dimostrato di avere, è una partita tutta da giocare. Se Occhiuzzi deciderà di continuare sull’infruttuosa strada percorsa fino a oggi, scontata la presenza di Carretta. Se poi optasse per la freschezza giovanile, ecco Sueva o Sacko. Due ragazzi pronti a togliersi dalle scarpe tutta la polvere accumulata in questi mesi rimasti inchiodati in panchina.

54 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
54 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Con Franco siamo coetanei e abbiamo cominciato a giocare insieme: di lui ho un bellissimo ricordo. Spero stia bene e tanto che non lo vedo"

La Top 11 rossoblu di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "E dopo de Rosa vi siete dimenticati di Cristiano Lucarelli secondo me uno dei più forti attaccanti del Cosenza"

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Ci stavo pure io a Casarano e non solo......."

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "Baclet,col Cosenza sei stato mitico.Ti sei sempre impegnato al massimo e hai contribuito alla promozione del Cosenza in serie B .Ti auguro tanta..."
Advertisement

Altro da Approfondimenti