Resta in contatto

Approfondimenti

Cosenza, non ci sono certezze sul recupero degli infortunati

Il club ha comunicato che i calciatori indisponibili stanno seguendo il percorso personalizzato sottolineando il fatto che lo fanno in sede. Ma si naviga a vista…

Lo stop forzato al campionato di Serie B 2020-2021 dopo il caso Pescara aveva in qualche modo rivitalizzato il Cosenza. Un po’ perché è stata momentaneamente fermata l’emorragia di sconfitte (3 di fila). E di gol incassati (7 in 3 partite). Ma soprattutto per il fatto che ci sarebbe l’opportunità di recuperare alcuni infortunati. Petrucci e Gerbo su tutti. Dal Marulla trapela poco, quasi nulla. Tranne che i due centrocampisti, assieme a Mbakogu, stanno seguendo un percorso personalizzato. In sede.

Petrucci e Gerbo si sono fatti curare da fisioterapisti di fiducia, il primo a Roma il secondo in Piemonte. Adesso stanno seguendo il percorso personalizzato a Cosenza tra campo, piscina e terapie. Dall’entusiasmo iniziale per il rinvio si sta passando all’apprensione, considerato che al momento ogni singola situazione viene valutata giorno per giorno. Insomma, si naviga a vista.

Su Gerbo, stiramento inguinale, pare di capire che potrebbe essere almeno in panchina contro il Pescara. La preoccupazione maggiore è che l’ex Ascoli, al primo serio infortunio muscolare della sua carriera, dovrebbe affrontare quattro partite nel giro di pochi giorni e ci sarebbe il rischio di una ricaduta. Per quanto riguarda Petrucci, invece, la situazione rimane più complessa: con il polpaccio non si scherza. Si spera che possa tornare in campo prima possibile, con fiducia si ipotizza a metà maggio quando prenderà il via il playout con la partita d’andata. Sperando che il Cosenza riesca a centrarlo. Sull’attaccante siamo fermi alle parole dette da Trinchera nel dopo Pisa-Cosenza: “Mbakogu è sulla via del recupero“.

15 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
15 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Sasa'
Sasa'
23 giorni fa

È una vergogna ,bisognava fare un passo in più rispetto a gli altri anni ,invece e ‘ stato fatto un disastro ,acquisti molto ma molto scarsi ,e cessioni che non dovevano essere fatte, un allenatore improvvisato ,un direttore sportivo demotivato ,e un portiere buono ,che se al posto suo c’era Saracco ,eravamo ultimi. Ricorderemo per sempre questa triste storia. Ma speriamo in un futuro migliore dove un giorno vedremo sventolare alti i nostri colori ,e che in tutta Italia si parli bene del Cosenza come si faceva una volta

Sasa'
Sasa'
23 giorni fa

Questo è quello che accade ,quando prendi scarti di giocatori ,calciatori che non hanno colpe ma aime ‘ e gente rotta da tempo ,per disputare il campionato di serie b ci vogliono i soldini come diceva un vecchio dirigente. E l’attuale dirigenza non solo non caccia niente ,ma ci vuole del tutto guadagnare ,speriamo al più presto una nuova dirigenza con idee diverse, per quest’anno sarà serie c ,accunzativicci

Ciccio
Ciccio
23 giorni fa
Reply to  Sasa'

Se semini vento raccogli tempesta … quali lupi su chissi !! Indegni e senza🎱🎱prima vanno via tutti meglio e’

ginoX
ginoX
23 giorni fa

Se veramente decidono di non fare tutto il possibile per recuperare gli uomini e giocarsi la serie B a viso aperto in queste ultime 4 partite, questa cosa rimarrà per sempre una macchia indelebile nella storia rossoblù. Sarebbe inaccettabile mollare adesso a 4 giornate: rinunciare, e fare i rassegnati non è nel dna dei Lupi.

Emilio
Emilio
23 giorni fa

Tanto che cambia?? Ci hanno gia’devastato… Tutti via da Cosenza!

Piero C
Piero C
23 giorni fa

🤡🤡🤡🤡 Guarascio Vattene

Ugo
Ugo
23 giorni fa

Lavativi scarsi indegni dei colori Rossoblu’. Grazie a Guarascio subiamo cio’

Pasquale
Pasquale
23 giorni fa

Non avevamo dubbi, i soliti discorsi …….giocatori presi al risparmio. Guarascio u Cusenza nuastru sa’ mangiato, come tutte le cose che ci sono in Calabria……

Luc
Luc
23 giorni fa

Riflettendo ancora su Baez. Maledetta fu la cessione ordita dall’ innominabile. Maledetto munnizzaro e la 700mila da intascare.anxora senza alcun senso logico e e poi a una diretta concorrente..Baez era il ns faro. Un’arma in meno x la salvezza .Sicuramente meno brillante dello scorso anno ma ci avrebbe condotto cmq alla salvezza. Non con i sostituti cadaveri oltre che scarti,inattivi da secoli e rifiutati da tutte le altre squadre (come ben si sa..) Vergogna munnizzaro, anche per questa ennesima orribile mossa , sempre per la 700mila… Che vergogna
. Voto zero!

tonino turano
tonino turano
23 giorni fa

Stiamo facendo la morte del cigno,non si ha avuto il coraggio di recitare la mia culpa da parte di nessuno,speriamo bene,ma con l’aria che tira ci credo poco.

Mario
Mario
23 giorni fa

VORREI CONSIGLIARE AD OCCHIUZZI CHE LE ULTIME PARTITE FORSE DOVREMMO GIOCARE ALMENO 2 PARTITE CON SQUADRE “ DEMOTIVATE” pertanto BASTEREBBE METTERE IN CAMPO NON MESSI O RINALDO O SCHEMI INNOVATIVI MA SOLO GENTE MOTIVATA CHE CORRE E BASTA ….CON IL SANGUE AGLI OCCHI E SI VINCE TRANQUILLAMENTE ….. SPERO RIFLETTA BENE SU QUESTO CONCETTO ….

innocenzo palazzo
innocenzo palazzo
23 giorni fa

esiste uno staff medico meglio riabilitativo di riferimento della società cosenza calcio?
organizzazione prima di tutto altrimenti è meglio mollare

Mario
Mario
23 giorni fa

Non c’è uno staff medico e neanche uno staff di preparatori atletici ! Questo è il vero problema …

Lupacchiotto ferito
Lupacchiotto ferito
23 giorni fa
Reply to  Mario

Ci vuole uno staff di barellieri e casse da morto per questa gentareddra

Franco
Franco
23 giorni fa
Reply to  Mario

Bravoooo Mariooo!

Advertisement

La Top 11 rossoblu di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "Personalmente in attacco avrei messo : campanini e Peressin. In difesa il piuforte libero del Cosenza di tutti i tempi e cioè CODOGNATO."

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "tra l altro Sonzogni aveva ottenuto anche 2 lauree di cui una in filosofia ..."

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Per pochi ricordi che ho, è stato uno dei più forti centrocampisti del duo tempo. È stato sfortunato ad incontrare per quanto riguarda la..."

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "Baclet,col Cosenza sei stato mitico.Ti sei sempre impegnato al massimo e hai contribuito alla promozione del Cosenza in serie B .Ti auguro tanta..."

Gigi De Rosa, il professore

Ultimo commento: "Difensore tecnico e veloce, grande attaccamento alla maglia"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News
Advertisement

Altro da Approfondimenti