Tifo Cosenza
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Cosenza, il gioiello di Situm regala un punto pesantissimo

La mano di Zaffaroni si vede e il percorso di crescita può proseguire con serenità grazie ai risultati. Gori e Vaisanen tra i migliori, bene l’ingresso in capo di Corsi e Vallocchia che propiziano il pareggio

VIGORITO 6,5 Due parate a inizio partita sull’ex Carretta e Murano. Incolpevole sul gol ma la sua presenza tra i pali è sinonimo di sicurezza per tutta la squadra.

TIRITIELLO 6,5 Un appoggio e un lancio sbagliati all’alba del match quando si perde pure Murano nell’occasione salvata da Vigorito. Poi è un crescendo, fino a un finale nel corso del quale diventa un muro insormontabile.

RIGIONE 6,5 Sempre più padrone della retroguardia.

VAISANEN 7 Di testa e con i piedi conferma la sua efficacia. Sui titoli di coda del primo tempo sfiora il gol con un tiro dal limite parato da Chichizola.

SITUM 7,5 Il gol del pareggio è un gioiello di rara bellezza: la ciliegina sulla torta a una prestazione di sostanza. Subisce un brutto fallo di Santoro in pieno recupero.

CARRARO 6,5 Sta entrando nel ruolo con la giusta determinazione: si fa vedere nei contrasti, prezioso in copertura e con il pallone tra i piedi è sempre un’insidia tant’è che subisce due falli con i conseguenti cartellini gialli per Angella e Segre.

PALMIERO 5,5 Si conferma punto di riferimento in mezzo al campo. Tutto perfetto fino al minuto numero 39 del secondo tempo. Ingenua la trattenuta su Burrai nel finale di partita che gli costa il secondo cartellino giallo e la conseguente espulsione.

BOULTAM 5,5 Un paio di recuperi, prova anche la conclusione ma prende la zolla. Ingenuo il fallo da ammonizione su Langella. Si perde Rosi in occasione del vantaggio perugino. Dal 20’ s.t. VALLOCCHIA 6,5 Entra subito in partita, dal suo piede parte il cross che propizia il gol di Situm.

SY 5,5 Inizio da incubo: pronti via e perde palla, pochi minuti e con un liscio clamoroso innesca Carretta tutto solo verso Vigorito. Poi va un po’ meglio ma a inizio secondo sbaglia un controllo facile che avrebbe potuto portare il Perugia sul raddoppio. Dal 20’ s.t. CORSI 6,5 Il capitano gioca a sinistra e recupera il pallone che poi Vallocchia crossa in area per il gol di Situm. E quando c’è da portare a casa il punto strige i denti assieme al resto della squadra. Presenza numero 254 con la maglia del Cosenza: il mito Ciccio Delmorgine è a meno 4.

GORI 7 Intanto gioca per la squadra, anche in fase difensiva quando c’è da liberare l’area di rigore di testa. Tre volte Chichizola para le sue conclusione, soprattutto due dopo il pareggio rossoblù. Dal 45’ s.t. GERBO S.V. Una manciata di minuti per tornare a prendere confidenza con il terreno di gioco dopo il lunghissimo periodo di stop.

CASO 6,5 Ogni volta che ha il pallone tra i piedi dà sempre l’impressione che possa creare una giocata pericolosa per i difensori del Perugia. Dal 31’ s.t. MILLICO 6 Entra subito in partita. Quando la squadra rimane in dieci per alcuni minuti si sacrifica da esterno destro a tutta fascia. Poi con l’uscita di Gori chiude il match da terminale offensivo nel 3-5-1.

ZAFFARONI 7 Intanto la conferma che la squadra ha una identità ben precisa. Si vede che alla base del suo lavoro c’è un progetto tattico ben definito e questo preziosissimo pareggio gli consentirà di proseguire con serenità il necessario percorso di crescita.

Subscribe
Notificami
guest

53 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Due grandi parate di Micai nel finale, a centrocampo Calò non riesce mai a costruire...
Una sconfitta che preoccupa dopo il vantaggio di Crespi. Il salvataggio sulla linea di Bisoli...
Disattenzione sul gol subito da Pereiro che ha poi deciso il match, clamorosa l'occasione fallita...

Dal Network

L'allenatore Michele Mignani sembra orientato a confermare il 3-4-1-2 con Di Francesco sulla trequarti...
L'allenatore rosanero ha diramato l'elenco dei disponibili per la partita di sabato alle 16,15 al Marulla...

Altre notizie

Tifo Cosenza