Resta in contatto

Le pagelle di Tifocosenza

Cosenza, i segreti del successo: Vaisanen una diga, Carraro un pittore

Il difensore è insuperabile, il centrocampista realizza una rete splendida, frizzanti i subentrati che cambiano volto alla squadra

VIGORITO 6,5 Chiamato in causa due volte, nel primo tempo da Kargbo e nella ripresa da Benali, risponde sempre presente.

TIRITIELLO 6,5 Ringhia sugli attaccanti avversari con il consueto agonismo. Difficile togliergli il posto da titolare.

RIGIONE 6,5 Come tutto il pacchetto arretrato, gioca bene, chiudendo con puntualità e annullando di fatto il temibile Mulattieri.

VAISANEN 8 Il migliore in campo dei Lupi. Puntualissimo e pulitissimo nelle chiusure in area di rigore, dalle sue parti non passa praticamente nulla. A inizio ripresa sfiora la rete con un bolide di sinistro. Il leader silenzioso della difesa rossoblu.

SITUM 5,5 Meno ispirato di altre occasioni. Nel primo tempo non si vede praticamente mai, nella ripresa inizia bene con un sinistro da fuori e l’assist per il gol sfiorato da Vaisanen, per poi spegnersi nuovamente poco dopo.

CARRARO 7 Una vera e propria magia su calcio di punizione. Se Gori aveva segnato il più bel gol del turno infrasettimanale, Carraro quasi certamente realizza il più bello di questa sesta giornata di Serie B con una pennellata mancina da vedere e rivedere. Per il resto match ordinato con la palla gestita sempre con grande qualità.

PALMIERO 6,5 Imbrigliato dal centrocampo del Crotone, che evidentemente lo tiene d’occhio con particolare attenzione, fatica a trovare la giocata. Per poco non innesca un contropiede con un’apertura errata. Comunque unico svarione del suo match, in mezzo al campo resta una garanzia.

BOULTAM 6 Prova di sostanza per la mezzala rossoblu che a volte è impreciso ma fornisce ai compagni sempre una soluzione per allargare il gioco. Dal 25° st EYANGO 7 Entra con grinta e qualità, conquista il calcio di punizione che porta al gol di Carraro, non ha timore della giocata, nel finale prende punizioni e falli laterali con grande intelligenza, dimostrando anche grande tecnica.

SY 5 In avvio sbaglia un facile passaggio e spesso è fuori posizione. Rimedia un giallo condizionando il suo match. Giornata storta per lui e la sua gara si ferma all’intervallo. Dal 1° st CORSI 6 La solita generosità del capitano, che pressa senza risparmiarsi.

CASO 5,5 L’attaccante ci mette impegno e prova a trovare lo spazio giusto, senza però mai riuscirci. Dal 1° st MILLICO 7 Dà all’attacco del Cosenza nuova linfa, impegna subito Contini, a volte si incaponisce e va a sbattere contro la difesa del Crotone ma crea scompiglio e svaria su tutto il fronte offensivo. Nel finale con il suo pressing è il primo a difendere il risultato.

GORI 6 Fa a sportellate per tutta la partita con gli avversari, la sua è una gara essenzialmente di sacrificio. Riesce a liberarsi in un’unica occasione al tiro nel primo tempo, senza però trovare lo specchio della porta.

ZAFFARONI 7 Nel primo tempo il suo Cosenza fa un po’ troppa fatica a proporsi. Ma i cambi dell’intervallo, in particolare l’inserimento di Millico e poi più avanti la mossa Eyango, risolvono la sfida. L’attaccante infatti rivitalizza nettamente la manovra offensiva, il centrocampista gioca 20 minuti di estrema qualità, non sbagliando praticamente nulla. Questo Cosenza deve ancora crescere, è vero, ma con questa vittoria i rossoblu agganciano, almeno temporaneamente, la zona playoff, sono in striscia positiva da quattro gare e in casa hanno sempre vinto. Mica poco per una squadra che qualcuno dava retrocessa in partenza…

92 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
92 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 rossoblu di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "Grande Oberdan Biagioni, ma anche Missiroli, papa' del Missiroli del Sassuolo."

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Con Franco siamo coetanei e abbiamo cominciato a giocare insieme: di lui ho un bellissimo ricordo. Spero stia bene e tanto che non lo vedo"

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Ci stavo pure io a Casarano e non solo......."

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "Baclet,col Cosenza sei stato mitico.Ti sei sempre impegnato al massimo e hai contribuito alla promozione del Cosenza in serie B .Ti auguro tanta..."
Advertisement

Altro da Le pagelle di Tifocosenza