Resta in contatto

Approfondimenti

Processo Bergamini, in aula la donna che voleva sposare Denis

Nell’ottava udienza del processo sulla morte dell’ex centrocampista del Cosenza sono state ascoltate le testimonianze di Roberta Alleati e Carmine Della Pietra

Proseguono davanti la Corte di Assise di Cosenza le udienze del Processo Bergamini. Il mese di gennaio si chiude con due testimonianze. La prima è stata Roberta Alleati (in foto), che ha aperto l’udienza leggendo una lettera che scrisse nel novembre del 1989 alla famiglia Bergamini, pochi giorni dopo la scomparsa di Denis.

La Alleati ha parlato dei preparativi per il loro matrimonio che si sarebbe dovuto svolgere nell’estate del 1990. Andando avanti ha parlato anche del rapporto che Denis aveva con la Internò, l’unica imputata nel processo. “Isabella lo stalkerizzava”, ha detto la donna, che ha parlato di una storia finita per sfinimento, aggiungendo che Bergamini appariva turbato per quello che stava vivendo.

Subito dopo è toccato all’ex calciatore della Salernitana Carmine Della Pietra che conobbe la Internò durante una cena a casa di Maurizio Lucchetti. Quest’ultimo, racconta Della Pietra, poco dopo la morte di Bergamini, ospitò con sua moglie Tiziana Rota la Internò a Vietri sul Mare. Dopo una cena organizzata a casa di Lucchetti la Internò ebbe un rapporto sessuale con l’allora difensore dei granata. Della Pietra ha poi aggiunto: “Scoprì ch’era la fidanzata di Bergamini solo tre mesi dopo dai giornali, se avessi saputo non mi sarei mai approcciato”.

Si tornerà in aula il prossimo 10 febbraio e toccherà a Bruno Caneo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altro da Approfondimenti