Tifo Cosenza
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Bisoli: “Sono contento di aver regalato questa gioia a Cosenza”

Il tecnico rossoblu sulla salvezza: “Ho detto ai ragazzi di prepararsi in maniera intelligente, di non pensare al Vicenza ma solo a noi”

Pierpaolo Bisoli, allenatore del Cosenza, intervenuto in conferenza stampa al termine del match vinto sul Vicenza, ha dichiarato: “Sono contento di aver regalato una gioia a questo pubblico, mi sono commosso e non accadeva da tanto. È stata una settimana lunga, ho provato varie situazioni, a partire dal 3-5-1-1. Ma ho visto che la squadra faticava a tenere palla, allora ho optato per due punte forti fisicamente con un trequartista che si buttava negli spazi. Dopo un minuti c’è stato il gol, propiziato dal colpo di testa di Zilli, una delle cose più belle per un allenatore.

Ho visto i ragazzi concentrati, attenti su ogni palla, una gara buona sotto il punto di vista tecnico. Quando c’è una posta in palio così alta, si rischia di sbagliare cose semplici, ma non è successo. Li ringrazio per avermi sopportato in questi tre mesi. 

È stato un crescendo di emozioni. In questi tre mesi sono uscito pochissimo, ma ultimamente ho avvertito nell’aria qualcosa di importante. Qualcosa da regalare alla città e alla provincia. Ho detto ai ragazzi di prepararsi in maniera intelligente, di non pensare al Vicenza, ma di pensare al Cosenza. Ho detto di pensare a noi stessi, un episodio prima o poi sarebbe arrivato.

Se resto a Cosenza? Adesso penso solo a staccare perché sono stanchissimo. Ci incontreremo con il presidente perché abbiamo un grandissimo rapporto. Torno una settimana a casa per vedere mia moglie e i miei nipoti, poi parleremo. Sono andato in incognito al santuario di Paola, ora devo mantenere la promessa e tornarci in bici. 

Zilli, ho detto al presidente meno di un mese fa: me lo vende a 5.000 euro? Gli ho detto che in rosa ha un giocatore forte, fuori norma. Ha strapotere fisico, non è lento come può sembrare, è veloce. Chiaro che farlo partire dall’inizio poteva essere un azzardo. Me lo sono tenuto caldo per i momenti opportuni. 

Il momento più difficile? Monza, Benevento e Cremonese. Se non avessimo fatto punti in quelle tre partite, non saremmo stati qui a gioire. Ho detto ai ragazzi di giocarle per vincere, ne abbiamo vinta una e ci ha dato lo slancio. Son stati bravi tutti. 

Dispiace per mister Baldini, è venuto a farci i complimenti, un signore dello sport. 

Prima della rifinitura ho messo davanti ai giocatori magazzinieri, massaggiatori, addetti al campo. Ho detto loro: noi possiamo anche andare via, ma dobbiamo lasciare loro un patrimonio, la Serie B. Perché loro resteranno”.

Subscribe
Notificami
guest

42 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Primo tempio di sofferenza nonostante il plao interno colpito da Calò su punizione il rigore...
Snodo cruciale per i Lupi che non vincono al Marulla dal 20 dicembre scorso. Tornano...
Tranne l’infortunato Martino e lo squalificato Marras stavolta l’allenatore Viali ha tutto l’organico a disposizione,...

Dal Network

Un altro pareggio per Michele Mignani. prima dell’esonero di Bari era l’allenatore che aveva ottenuto...

L'allenatore Michele Mignani sembra orientato a confermare il 3-4-1-2 con Di Francesco sulla trequarti...

Altre notizie

Tifo Cosenza