Resta in contatto

Approfondimenti

Processo Bergamini, udienza rinviata per l’assenza di tre giudici popolari

L’udienza numero 18 sulla morte del centrocampista rossoblu è stata rinviata al prossimo 8 luglio

È stata rinviata all’8 luglio prossimo l’udienza del processo Bergamini prevista nella giornata di mercoledì in Corte d’Assise a Cosenza. Un rinvio deciso dal presidente Paola Lucente per l’assenza di tre giudici popolari. Da segnalare anche l’assenza di tanti testimoni compreso l’ex compagno di squadra Renzo Castignini.

Sul rinvio e sull’assenza di alcuni testimoni è arrivato il commento dell’avvocata Fabio Anselmo sulla propria pagina Facebook: “Cronaca del processo Bergamini. Ore 12.00 di ieri 7 giugno: partenza in auto da Ferrara insieme alla mia collaboratrice Avv. Silvia Galeone per raggiungere Cosenza in vista dell’udienza di oggi.

Ore 18.00: apprendiamo durante il viaggio che ben 4 testimoni dei 7 previsti per oggi si sono giustificati per evitare di essere presenti all’udienza. Una di loro, che aveva importunato la povera Donata Bergamini nei giorni scorsi, si sarebbe ammalata improvvisamente di lombosciatalgia. Un altro, che parimenti aveva importunato Donata nei giorni scorsi, lamenterebbe patologie varie di data imprecisata, che però non gli hanno impedito di contattare Donata Bergamini. Entrambi avrebbero scaricato su di lei la “seccatura” di doversi recare a Cosenza, dimenticando il fatto che testimoniare é un dovere civico e soprattutto che stavano lamentandosi con la sorella della vittima morta ammazzata. Un’altra testimone sarebbe stata colpita da una improvvisa crisi depressiva, diagnosticata niente di meno che da un dermatologo.

Ore 9.30 di oggi, 8 giugno: siamo tutti pronti e presenti in udienza quando la Presidente della Corte ci comunica di avere appena appreso dell’improvvisa defezione di ben 3 giudici popolari, con varie motivazioni. Non uno solo, non due, ma addirittura tre, tutti insieme. A questo punto la Presidente, costernata, si è dovuta rassegnare al fatto che l’udienza non si sarebbe potuta celebrare. Se fossero stati assenti solo 2 giudici popolari si sarebbe potuti andare avanti comunque, ma con 3 no. I tre testimoni presenti sono dovuti tornare a casa, riconvocati per l’8 luglio prossimo, ed anche noi riprendiamo il lungo viaggio in auto per raggiungere Ferrara”.

 

6 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
6 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 della storia rossoblu: scelta la coppia dei difensori centrali

Ultimo commento: "Hai assolutamente ragione! 👍"

LA TOP 11 della storia rossoblu: scelto il miglior allenatore

Ultimo commento: "Giorgi e Reja,Zaccheroni che ha vinto uno scudetto con il Milan e una Coppa d'Asia con il Giappone."

Al via la Super League: rivoluzione nel mondo del calcio. Favorevoli o contrari?

Ultimo commento: "Viva il calcio anni 80...partite alle 14.30, 90 minuto alle 18.10, la domenica sportiva alle 22.30...avete rotto il caxxx con questi orari..."

Coronavirus, giusta la ripartenza del Calcio? Dite la vostra con TifoCosenza

Ultimo commento: "Come ogni lavoratore che si assume il suo impegno, così anche i calciatori si devono assumere i loro ,i soldini si devono guadagnare ..."

La Top 11 della storia rossoblu: scelto il centravanti!

Ultimo commento: "Grande Marulla mio idolo Felice dal Belgie"
Advertisement

I Miti rossoblu

STORICO CENTROCAMPISTA ROSSOBLÙ DAL 1985 AL 1989

Denis Bergamini

GIANNI DI MARZIO ERA COME UNA SPECIE PROTETTA, DA PRESERVARE

Gianni Di Marzio

BANDIERA ROSSOBLÙ E CALCIATORE PIÙ PROLIFICO DELLA STORIA DEL COSENZA

Gigi Marulla

Altro da Approfondimenti