Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Le pagelle di Tifo Cosenza

Cosenza, i cambi non aiutano: secondo tempo senza cattiveria

Non basta un buon inizio di partita è mancata la reazione nonostante la superiorità numerica. E la fase offensiva ha mostrato lacune

MATOSEVIC 6 Sul gol di Strootman avrebbe potuto fare qualcosa in più ma la super parata su Jagiello merita applausi. Come il doppio intervento su Vogliacco nel secondo tempo e quella su  Yalcin nel finale.

MERONI 6 Dalle sue parti staziona sempre Gudmundusson e il duello finisce alla pari. Dal 25’ s.t. MEROLA 5 Attaccante che non tocca un pallone. Non pervenuto.

RIGIONE 6 Il tocco con la mano rimane l’unica macchia sulla partita.

VENTURI 6,5 Il più lucido della difesa.

RISPOLI 5 Inizio timido e un paio di palloni non gestiti bene. Poi gioca con il peso di un cartellino giallo. Dal 12’ s.t. BRIGNOLA 5,5 Di fatto gioca da esterno destro basso. Che non è il suo ruolo, nonostante abbia fatto il massimo.

CALO 5 Si è capito il motivo per il quale Dionigi non lo faceva giocare. Ancora lontano da una condizione accettabile. Dal 1’ s.t. VOCA 6 Le cose vanno un po’ meglio, soprattutto in fase di copertura.

BRESCIANINI 6 Corre tanto.

PANICO 6 Il fallo di Sabelli pochi secondi prima che finissero i due minuti di recupero rende onore all’applicazione che ci mette. Dal 12’ s.t. GOZZI 5 Ogni pallone che tocca è un errore.

DURSO 5,5 Si accende a sprazzi.

BUTIC 6,5 Tiro in porta a inizio partita e grande movimento.

NASTI 6 Corre tanto, perde anche un pallone clamoroso e prova la conclusione dalla distanza. Dal 25’ s.t. LARRIVEY 5 Un solo spunto, l’assist per Butic che non lo segue.

DIONIGI 5 Non basta un buon inizio. E poi nel secondo tempo, nonostante la superiorità numerica, la squadra ci mette poca cattiveria.

82 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

82 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 della storia rossoblu: scelto il centravanti!

Ultimo commento: "Secondo il mio parere bisogna separare le due epoche anni 60 e post prima lenzi (se non ricordo male capo cannorire e pallone d'oro ) poi il gande..."

Al via la Super League: rivoluzione nel mondo del calcio. Favorevoli o contrari?

Ultimo commento: "DOMANI FORZA LUPI. Stringiamoci attorno alla squadra e alla dirigenza. Bando alle Polemiche Lupi ALÈ"

LA TOP 11 della storia rossoblu: scelto il miglior allenatore

Ultimo commento: "Giusto,signor Giovanni ! È facile applaudire quando si vince ; ma la squadra va' sostenuta,soprattutto,quando è in difficoltà !"

La Top 11 della storia rossoblu: scelta la coppia dei difensori centrali

Ultimo commento: "Verissimo, scuola Inter, un vero professionista serio e bravo"

Coronavirus, giusta la ripartenza del Calcio? Dite la vostra con TifoCosenza

Ultimo commento: "Come ogni lavoratore che si assume il suo impegno, così anche i calciatori si devono assumere i loro ,i soldini si devono guadagnare ..."
Advertisement

I Miti rossoblu

STORICO CENTROCAMPISTA ROSSOBLÙ DAL 1985 AL 1989

Denis Bergamini

GIANNI DI MARZIO ERA COME UNA SPECIE PROTETTA, DA PRESERVARE

Gianni Di Marzio

BANDIERA ROSSOBLÙ E CALCIATORE PIÙ PROLIFICO DELLA STORIA DEL COSENZA

Gigi Marulla

Altro da Le pagelle di Tifo Cosenza