Tifo Cosenza
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

“Cosenza, a Lecco una gara più difficile delle altre”

Mister Caserta alla vigilia del match: "Quello che chiedo soprattutto ai ragazzi è di non sbagliare l'atteggiamento"

Dopo Modena, arriva una nuova trasferta per il Cosenza, che sarà impegnato a Lecco. Mister Fabio Caserta è intervenuto in conferenza stampa per presentare il match. Questa la prima parte delle sue dichiarazioni:

L’INCOGNITA MODULO DEL LECCO – “Credo che il problema principale sia proprio questo. È vero che Aglietti in passato ha usato diversi sistemi di gioco, ma deve anche adattarsi ai giocatori in rosa. Non sarà una partita facile, perché affrontiamo una squadra che arriva da un momento complicato e ha appunto cambiato tecnico. È anche un terreno di gioco con misure ridotte. Di facile non c’è nulla, soprattutto questa partita. Quello che chiedo soprattutto ai ragazzi è di non sbagliare l’atteggiamento. Nei 90 minuti capitano gli episodi, quello che non deve mai mancare è l’approccio alla partita e l’atteggiamento. Dobbiamo essere pronti e preparati a prescindere dal sistema di gioco che adotterà il Lecco. Una partita molto difficile da interpretare. Ho chiesto tanto durante la settimana ai ragazzi, dobbiamo farci trovare pronti, sarà una gara più difficile rispetto alle altre”.

COME SOSTITUIRE MARRAS – “Un giocatore bravo nelle due fasi, difficile sostituirlo perché non abbiamo altri in rosa con le sue caratteristiche. Domani metterò in campo non solo chi può sostituire al meglio Marras, ma la squadra più adatta ad affrontare questa partita, con piglio giusto e nel migliore dei modi. Abbiamo diverse soluzioni, perché a prescindere dall’assenza di Marras, come di Meroni e Martino, in rosa ci sono giocatori validi che li possono sostituire egregiamente”.

L’ALTERNATIVA CANOTTO E LE SUE CONDIZIONI – “Può giocare lui, può giocare Florenzi come altri. Sicuramente non cambierò sistema di gioco, posso variare qualche interprete in base all’avversario. Canotto non ha ancora i 90 minuti nelle gambe essendo fermo da tanto tempo. Abbiamo le alternative sugli esterni. Tanto dipende anche dal resto della squadra, fatta di equilibri. Se un giocatore non ha 90 minuti, devi creare un equilibrio, devi mettere giocatori utili sia in fase di possesso che di non possesso. Canotto è un giocatore con delle qualità importantissime, ma deve stare bene fisicamente. Non possiamo pretendere da lui i 90 minuti. Il suo apporto è diverso se gioca dall’inizio o se subentra. Perché dipende anche da come si è posta la partita quando subentra, se trova una squadra chiusa va in difficoltà per le caratteristiche che ha. E se gioca dall’inizio sai che devi sostituirlo perché non ha i 90 minuti. Ogni scelta ha pro e contro. Ho molta fiducia in lui come nel resto della squadra, soprattutto nei giocatori che in questo momento. Non mi piace fare nomi, ma prendo come esempio D’Orazio e Calò, che hanno sempre giocato nella prima fase: sono sempre concentrati, hanno il giusto atteggiamento, sono sempre positivi. Tutti i ragazzi sono molto volenterosi”.

Subscribe
Notificami
guest

14 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Viali, che dovrebbe continuare con il 3-5-2, in tutti i reparti ha diverse opzioni che...
Il match è in programma venerdì 19 aprile alle ore 20:30 al Mapei Stadium...
I lupi incrociarono il fischietto lombardo anche nei playoff che portarono alla promozione in Serie...

Dal Network

Un altro pareggio per Michele Mignani. prima dell’esonero di Bari era l’allenatore che aveva ottenuto...

L'allenatore Michele Mignani sembra orientato a confermare il 3-4-1-2 con Di Francesco sulla trequarti...

Altre notizie

Tifo Cosenza