Tifo Cosenza
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Cosenza: 25 aprile, storie di calcio e resistenza

Nel giorno in cui si celebra la liberazione dal nazifascismo, diventa doveroso ricordare la storia dell'ex calciatore rossoblu Vittorio Staccione

Il 25 aprile è il giorno in cui si festeggia la liberazione del paese dall’occupazione nazifascista. E mentre il governo censura il monologo di uno scrittore sulla Tv di Stato e altri esponenti della maggioranza dichiarano che l’antifascismo è divisivo, diventa doveroso raccontare alcune storie che legano il calcio a quell’epoca.

Come quella di Vittorio Staccione, ucciso in un campo di concentramento, raccontata dal giornalista cosentino Francesco Veltri nel libro “Il mediano di Mauthausen”. Staccione, dopo aver giocato con Torino, Cremonese e Fiorentina, ha indossato la maglia del Cosenza per tre stagioni prima di tornare in Piemonte a fare l’operaio. Un uomo che ha sacrificato la propria carriera e la propria vita per fronteggiare le ingiustizie di una delle epoche più buie della storia del ‘900.

Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

I due calciatori, da gennaio al Gabbiano, hanno trovato poco spazio...
Non solo il Crotone sul tecnico calabrese, che piace anche all'Arezzo...
Il tecnico del Cesena trionfa nella competizione dopo aver stravinto il Girone C di Lega...

Dal Network

Dopo 11 anni finisce la favola del club emiliano che lascia la Serie A: dopo...
Ennesima follia da parte di Dazn: l'emittente ha alzato ancora i prezzi e stavolta i...
Sul grande impegno mostrato dal Cosenza: "Nessuna polemica, avrei fatto lo stesso"...

Altre notizie

Tifo Cosenza