Resta in contatto

Esclusive

Buonocore: “Il mio Cosenza poteva andare in Serie A. E sulla partita contro il Venezia…”

L’ex attaccante rossoblu, con un passato in laguna, è intervenuto in esclusiva ai nostri microfoni: “Spero di venire presto in città, l’ultima volta fu per un evento triste…”

Faceva parte del magico Cosenza targato 94/95 di mister Zaccheroni, basta questo per presentare Enrico Buonocore. Attaccante funambolico, divenne l’idolo dei tifosi del “San Vito” grazie ai suoi 10 gol in 34 presenze tra campionato e Coppa Italia. “Quell’anno eravamo una squadra molto forte con un grandissimo allenatore. A metà campionato ci tolsero nove punti che ci avrebbero permesso di andare in Serie A ricorda Buonocore ai nostri microfoni. Una squadra incredibile: Negri, Palmieri, De Paola, Marulla, mi sono trovato molto bene con tutti loro. Poi a novembre cambiammo società con l’avvento di Pagliuso e io andai via”.

Domani, al “Marulla”, il Cosenza sfiderà il Venezia, squadra con cui Buonocore giocò per poco tempo: “In laguna feci sei partite in Serie A, poi mi trasferii a Terni. Lì non ho grandi ricordi”. Ritornando alla partita di domani, l’attuale allenatore del Cervia non sembra avere dubbi: “Vincono i Lupi 2-1, il Venezia è messo molto male. Il Cosenza potrebbe anche fare i play-off, nel calcio non si sa mai.”. Battuta finale su un suo ritorno in città: “Vivo a Ravenna e per me è molto difficile, spero di venire presto da quelle parti. L’ultima volta fu per il funerale di Marulla, un evento triste perché Gigi mi è rimasto nel cuore”.

ì

 

 

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

Maurizio Lucchetti, il “Lucky gol” del Cosenza

Ultimo commento: "Il citato gol contro il Teramo è un colpo che Lucky aveva provato, con meno fortuna personale ma in ogni caso decisivo, in Casertana - Cosenza 1-1...."

18 novembre, trenta anni fa la morte di Denis Bergamini: i vostri messaggi per lui

Ultimo commento: "C'è poco da commentare. È stato un peccato la perdita di un fortissimo calciatore e un bravissimo ragazzo. Resterà per sempre nei cuori dei..."

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Io.lo conosciuto in una partita a cetraro in notturna, in grande ,mi fece fare pure gol ,allora dir.il signor Trotta che mi voleva portare a Cosenza ..."

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "È stato un bravissimo portiere e una persona leale. Non dimentichiamoci che grazie a lui che siamo andati in ' B '. Non capisco come mai il cosenza..."

Vincenzo Riccio, una settimana fantastica

Ultimo commento: "È stato uno dei tanti idoli del passato che vorrei che tornassero tutti insieme per fare grande questo cosenza"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Esclusive