Tifo Cosenza
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Il Cosenza spettatore degli ultimi 90 minuti da brivido in Serie B

Pomeriggio al cardiopalma per migliaia di tifosi: dalla promozione in A alla retrocessione in C, oltre a playoff e playout c’è tanto in bilico. A Lecce in 30 mila allo stadio, sold out a Palermo

Ancora poche ore e conosceremo gli ultimi verdetti. Si annunciano 90 minuti da brivido in quello che da più parti viene definito il campionato di Serie B più bello degli ultimi anni. In testa e in coda, promozione diretta e salvezza, playoff e playout: c’è ancora tanto da decidere, un pomeriggio che terrà con il fiato sospeso migliaia e migliaia di tifosi. Programma che prevede partite che il calendario ha incastrato come uno strano gioco del destino. Fischio d’inizio su tutti i campi alle ore 15, con il Cosenza spettatore considerato che osserva il turno di riposo.

PROMOZIONE Il Lecce raggiunge il Brescia in Serie A se batte lo Spezia in un Via del Mare che si annuncia una vera e propria bolgia con 30 mila spettatori. Oppure se il Palermo, che ospita il Cittadella, non fa un risultato migliore rispetto alla squadra di Liverani. Anche al Barbera ci sarà il pubblico delle grandi occasioni: code ai botteghini e soldout per una partita che vale una stagione, in attesa delle sentenze definitive da parte dei tribunali sportivi dopo che la Procura federale ha chiesto la retrocessione in Serie C e la radiazione per l’ex presidente Maurizio Zamparini.

PLAYOFF L’unica squadra certa di giocare la post season per la terza promozione in Serie A è il Benevento che chiude il campionato sul campo del Brescia, unica partita dove non c’è nulla in palio. Poi ci sono 6 squadre che si giocano gli ultimi 4 posti disponibili, che potrebbero diventare 5 in attesa del “caso” Palermo che al momento è l’altra squadra, assieme al Lecce ovviamente, ad avere certo il posto nei playoff a partire dal turno successivo. Vediamo la situazione: al Pescara basta il pareggio, all’Adriatico, contro la Salernitana. Qualificazione sicura in caso di vittoria anche per Spezia (a Lecce), Cittadella (a Palermo) e Cremonese (a Perugia). Poi, per tutta una serie di combinazioni, ci sono anche Verona (gioca al Bentegodi con il Foggia) e Perugia (ospita la Cremonese al Curi) che sperano di agganciare il treno che potrebbe portare in Serie A.

SALVEZZA Anche nella parte bassa può ancora accadere di tutto considerato che ci sono 5 squadre che si giocano salvezza (2), playout (2) e retrocessione diretta (1). Intanto il Crotone che è quella che sembra messa meglio di tutte: basta il pareggio nella sfida allo Scida contro l’Ascoli, che non ha nessun obiettivo, ed è fatta. La Salernitana, da parte sua, è salva soltanto se vince a Pescara. Il Livorno rimane in Serie B se vince a Padova e la Salernitana non va oltre il pareggio. Infine il Foggia: si salva soltanto in caso di vittoria a Verona ma deve sperare che perdano Salernitana e Livorno. Poi c’è il Venezia il quale può soltanto sperare al playout ma deve vincere a Carpi e sperare che il Foggia non vinca. Anche nella parte bassa ci sono altre diverse combinazioni, per cui potrà succedere di tutto. Sempre che il Palermo non venga retrocesso d’ufficio in Serie C, ché andrebbe a liberare un posto…

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Grave infortunio per Alessandro Cipressa, guardalinee della sezione di Lecce, durante la sfida tra rossoblu...
Doppio giallo per il difensore rossoblu nel corso del match contro i giallorossi che salterà...
Al centro della linea di difesa dovrebbe tornare la coppia Antonini-Scognamillo. In attacco atteso il...

Dal Network

Il tecnico giallorosso: "Vincere qui ci dà tanta soddisfazione e penso che i miei giocatori...
Un déjà vu della gara giocata lo scorso 26 novembre al “Ceravolo” per la squadra...
Il tecnico giallorosso alla vigilia del derby: "Incontreremo una squadra che sta bene e che...
Tifo Cosenza