Resta in contatto

Approfondimenti

Broh: “Bella accoglienza, a Cosenza si vive di calcio”

Il centrocampista di discendenza ivoriana è intervenuto nel corso del primo “compleanno” del club rossoblu di Rovito: “Ricordo il Marulla pieno un’ora e mezzo prima della semifinale play-off col mio Sudtirol”

Si è svolta ieri sera la festa del primo “compleanno” del club rossoblu di Rovito, intitolato a Francesco Magnelli, grande tifoso del Cosenza scomparso tragicamente. La serata, svoltasi in Piazza del Popolo, è stata allietata dai campioni nazionali di danze caraibiche e ha visto, inoltre, una rappresentanza del Cosenza Calcio. Presenti, in qualità di delegati, Broh e Legittimo, i quali si sono stati travolti dall’entusiasmo dei tanti tifosi accorsi per l’occasione.

Il centrocampista di discendenza ivoriana, tra i nuovi arrivati nella compagine rossoblu, ha subito esternato le sue sensazioni positive: “E’ la mia prima esperienza al Sud, già dal ritiro ho avuto una buona impressione. Bella accoglienza”. Un episodio chiave nella sua memoria, a testimonianza del grande affetto dei tifosi silani: “Lo scorso anno sono stato a Padova, una piazza importante. La differenza, però, la fa la passione e qua a Cosenza vivono di calcio: ricordo il Marulla pieno un’ora e mezzo prima della semifinale play-off col mio Sudtirol“.

 

1 Commento

1
Lascia un commento

avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Commento da Facebook Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Belle parole dal Kessie della Serie B

Advertisement

Carmelo Imbriani, guerriero in campo e nella vita

Ultimo commento: "Persona squisita, grande umiltà e forza, ti ricorderemo sempre con affetto"

Gigi De Rosa, il professore

Ultimo commento: "Grande professionista e bravissimo centrocampista. Ci vorrebbe uno come lui."

Riccardo Zampagna, il bomber che faceva il tappezziere

Ultimo commento: "Grande "Bomber" ."

Ugo Napolitano, il gigante buono

Ultimo commento: "Ancora oggi, non capisco perché il cosenza cedette Napolitano alla Reggina pur essendo in quel periodo il più forte stopper della serie " B ".le..."

Pietro Maiellaro, fantasia al potere

Ultimo commento: "Grande fantasista - calciatore stupendo."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti