Resta in contatto

Approfondimenti

Cosenza, la svolta tattica per superare lo scoglio Perugia

Braglia sempre più orientato a optare per il 4-4-2, un modulo meno spregiudicato in vista del posticipo di lunedì sera. Curiosità sul tandem d’attacco Rivière-Litteri

Che rappresenti uno snodo cruciale per il campionato del Cosenza e il futuro di Braglia, ne sono ormai consapevoli tutti. Lunedì sera, in occasione del posticipo della 15ª giornata del campionato di Serie B, a Perugia si giocherà una partita dalla quale tutto il mondo che ruota attorno ai rossoblu, si attende una risposta forte. Decisa. Uscire imbattuti dal Renato Curi, significherebbe affrontare il rush finale (Pordenone, Pisa, Empoli e Juve Stabia) con uno spirito decisamente diverso.

Ecco che Pierino Braglia anche per dare una scossa sta insistendo nel proporre qualcosa di inedito, almeno per il campionato in corso. Ovvero schierare il Cosenza con il 4-4-2, un modulo che potrebbe esaltare la coppia d’attacco formata da Rivière e Litteri. E proprio attorno al probabile tandem offensivo che verrà schierato contro l’undici di Massimo Oddo, cresce la curiosità di giorno in giorno.

Durante gli allenamenti settimanali si stanno provando e riprovando soluzioni tali che possano esaltare i due calciatori. Chiaramente dovrà essere tutta la squadra a supportare Rivière e Litteri, e Braglia ci sta lavorando. Per cui davanti a Perina la difesa a quattro dovrebbe essere composta da Bittante, Idda, Capela e Legittimo. A centrocampo Bruccini e Sciaudone centrali con Baez e Pierini (o D’Orazio) esterni alti. Una svolta tattica per cercare di superare indenni lo scoglio Perugia.

12 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
12 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Raf Marino
8 mesi fa

Non credo questa Partita a Perugia debba essere il crocevia x mandare via il tecnico qualora non si vincesse.. basterebbe poi vincere in casa la prossima , ma al di là di questo dico che c’è ancora un campionato di ritorno e una possibilità di rafforzarsi a gennaio , Pierino conosce bene i ragazzi e l’ambiente tutto dunque rasserenate chi scrive o pensa che ci siamo ultimatum .. semmai si taglieranno tutti quei rami secchi che passeggiano ora a gennaio ..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Carmine Chimenti tandem?????????

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Decidati….😡

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

ohhh finalmente questo 4-4-2!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

Speriamo di non fare la fine delTitanic

Commento da Facebook
Commento da Facebook
8 mesi fa

In campo chi ha le palle..chi dv passeggiare andasse a Corso Mazzini

ginoX
ginoX
8 mesi fa

Non credo che alla fine sarà 442, con Carretta fuori mancherebbero le sostituzioni in avanti e il modulo potrebbe essere troppo sbilanciato con Pierini e Baez attaccanti aggiunti in un iperoffensivo 424( anche se non nuovo a Braglia). Invece il vero modulo potrebbe essere il 343. Attesa per vedere se i due di centrocampo si disporranno a rombo con vertice alto e basso, nel qual caso come trequartista ci sarebbe l’opzione Machach mentre il mediano a schermo della difesa lo farebbe Bruccini ( Sciaudone è più un interno). Fino a lunedì potrà essere tutto e il contrario di tutto. Vedremo

Piero
Piero
8 mesi fa
Reply to  ginoX

Comprendo le angosce, ma pikki’ unvaccitati na poku, senza fissarie? Il discorso, non è solo per te, tifosissimo certo, ma è rivolto a quanti CREDONO di potersi sostituire al coach. Perciò dico nun ‘mbriacate la situazione cchiù di quanti è ‘mbriacata…..scusami ancora, ma non cia fascia cchiù…!!

ginoX
ginoX
8 mesi fa
Reply to  Piero

Perdonami, ma il bello del calcio è proprio questo, dire la propria opinione, ed è normale che in Italia e nel mondo ci siano milioni di allenatori. Ognuno può dire la sua: è divertente, non si fa male a nessuno e la materia è facile e accessibile a tutti. Che male c’è ? Saluti

sergio
sergio
8 mesi fa

e certo mancava questo modulo , ma fino alla retrocessione possiamo sempre cambiarne altri … ( Braglia a casa per il bene suo e del Cosenza)

giovanni
giovanni
8 mesi fa
Reply to  sergio

Personalmente in questo momento credo che il modulo migliore sia il 3-4-3 .In avanti accanto a Riviere due tra Baez Pierini e Carretta .Questi non si discutono per quanto fatto finora .Necessita rinforzare il centrocampo .In attesa del calciomercato di gennaio metterei Bruccini Sciaudone Machach e Broh .Quattro e non tre per tenere alta la squadra .In difesa Bittante Capela Legittimo

un tifoso
un tifoso
8 mesi fa
Reply to  giovanni

sono d’accordo. Buona analisi. Le partite si vincono a centrocampo ….. Io farei rombo a centro del campo ed userei Baez e Riviere con Pierini in avanti con la condizione però che lo stesso possa agire anche in pressing sugli avversari. Non si può aspettare l’avversario ma offendere e fare gioco a due tocchi, meglio se di prima se ce ne dessero la possibilità. Non è il modulo 3 4 3 oppure 4 4 2 che cambia molto ma con quale grinta si gioca in campo. Motivazioni ci vogliono e queste se le deve trovare ognuno in se stesso. Non… Leggi il resto »

Advertisement

La Top 11 rossoblu di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "Al posto di Lentini metterei Padovano"

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Un fortissimo centrocampista con un tiro micidiale. Peccato ad avere incontrato sulla sua strada quegli incapaci allenatori della nazionale di quel..."

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Stiamo parlando di uno dei migliori allenatori che abbia avuto il Cosenza insieme a Bruno Giorgi. Ho avuto il piacere di conoscerlo bene e..."

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "È vero, senza quel gol sarebbero cambiate tante cose"

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "Lo scoprimmo in coppa Italia Maggiore quando inchiodò il Foggia sullo 0 a 0 nella gara d'andata al San Vito ( di allora)"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti