Resta in contatto

Approfondimenti

Cosenza, occhio a Iemmello: per lui c’è aria di derby

L’attaccante del Perugia, nativo di Catanzaro e tifoso dei giallorossi, nel 2014 mandò su tutte le furie i supporters rossoblu mimando il volo di un’aquila sotto la Curva Sud.

La sfida contro il Cosenza per il bomber biancorosso Pietro Iemmello ha il sapore di un derby. Nato a Catanzaro il 6 Marzo del 1992 non ha mai nascosto la sua fede giallorossa. Il 27 enne attaccante ha nei rossoblu una delle sue vittime preferite. Tutto iniziò il 6 Settembre del 2014, il Foggia è in vantaggio al San Vito con una rete di Agnelli, e poco prima del finale del primo tempo Iemmello raddoppia.

Subito dopo il gol, l’attaccante catanzarese mimò il gesto dell’aquila e poi sventolò la bandierina (giallorossa) del calcio d’angolo sotto la curva Bergamini. Alle fine i rossoblu riuscirono a pareggiare grazie ad una prestazione superlativa di Elio Calderini.

Un gesto che lo stesso Iemmello ha ricordato lo scorso 10 ottobre, dalle colonne della Gazzetta dello Sport.  Alla domanda del giornalista della rosea nel 2014, prima esperienza a Foggia, ha fatto imbestialire i tifosi del Cosenza esultandogli in faccia dopo un gol. Inaccettabile da un catanzarese vero” la risposta dell’attaccante è stata: “Non dimentico le origini, ho sangue giallorosso. È vero, a volte me le vado a cercare”.

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 rossoblu di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "E non dimentichiamoci anche di Massimiliano CATENA."

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Ero piccola quando era in auge, sentivo i commenti degli adulti che a proposito del suo tiro micidiale dicevano "Rizzo ha ruttu a Rizza"perché fu..."

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Stiamo parlando di uno dei migliori allenatori che abbia avuto il Cosenza insieme a Bruno Giorgi. Ho avuto il piacere di conoscerlo bene e..."

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "È vero, senza quel gol sarebbero cambiate tante cose"

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "Lo scoprimmo in coppa Italia Maggiore quando inchiodò il Foggia sullo 0 a 0 nella gara d'andata al San Vito ( di allora)"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti