Resta in contatto

Approfondimenti

Cosenza, i numeri di… Pietro Perina

L’estremo difensore rossoblu è stato un punto fermo sia nella gestione Braglia che con Pillon.

Una stagione complicata per il Cosenza, che però fin qui ha potuto contare su un portiere che non ha mai fatto mancare il suo apporto. Parliamo di Pietro Perina. L’estremo difensore di Andria è infatti un punto fermo per i Lupi. Andiamo a sviscerarne qualche numero.

Perina è stato il giocare più impiegato fin qui in campionato per la squadra calabrese, collezionando 27 presenze su 28 gare disputate dal Cosenza. Ha saltato solo quella col Benevento del 9 febbraio in quanto squalificato, dopo aver rimediato la quinta ammonizione. Al suo posto ha giocato Umberto Saracco. Suo malgrado Perina ha subito ben 34 reti nel torneo, sebbene altri suoi colleghi ne abbiano incassate di più, con in testa Carnesecchi del Trapani con 44 gol al passivo.

Per Perina appena quattro clean sheet, contro Crotone, Cremonese, Empoli e Livorno, gare nelle quali per altro sono arrivate tre delle cinque vittorie in campionato per i Lupi. Tra l’altro il portiere è in testa alla classifica per rigori parati, insieme a Di Gregorio e Leali, con due penalty neutralizzati su sei. Perina ha parato il tiro dal dischetto a Moscardelli del Pisa e Galano del Pescara, sempre in trasferta.

Infine un dato che sottolinea come questo giocatore sia ormai una delle bandiere della storia recente del Cosenza. Per Perina occorrono solo altre sei gare per toccare l’invidiabile traguardo di 150 presenze complessive con i Lupi.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
4 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Bep
Bep
5 mesi fa

Ma quale punto fermo, è un portiere morto-vivente. Vi prego ascoltatemi, andate a vedere gli ultimi 10 goal presi dal Cosenza. Non ha mai fatto nulla per evitare di pararli. Uno schifo di portiere è diventato quest’anno, lento nel tuffo. Lo scorso anno uno dei migliori della B, ma quest’anno 0 spaccato.

Salvatore
Salvatore
5 mesi fa

Da confermare …….

giuseppe
giuseppe
5 mesi fa
Reply to  Salvatore

poteva dare di piu’.

Luca
Luca
5 mesi fa
Reply to  giuseppe

Sei molto coraggioso a scrivere questo….BRÀ!

Advertisement

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "GUARASCIO VATTENE DA COSENZA SUBITO"

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Lo ricordo perfettamente quando lo stadio del Cosenza era in via Roma. È qualche anno più piccolo di me e ricordo il suo destro con dei tiri..."

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Stiamo parlando di uno dei migliori allenatori che abbia avuto il Cosenza insieme a Bruno Giorgi. Ho avuto il piacere di conoscerlo bene e..."

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "Lo scoprimmo in coppa Italia Maggiore quando inchiodò il Foggia sullo 0 a 0 nella gara d'andata al San Vito ( di allora)"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti