Resta in contatto

Approfondimenti

Coronavirus, il calcio italiano è pronto a ripartire? Troppi nodi da sciogliere

La voglia di tornare in campo c’è ma le problematiche non mancano. E adesso la questione contratti potrebbe creare problemi tra calciatori e società. Nel Cosenza i casi Perina, Riviere, Asencio e Lazaar…

Il Consiglio federale ha posto le basi per tornare in campo, per far in modo che i verdetti della stagione 2019-2020 possano arrivare sul campo. Adesso però bisognerà attendere l’incontro tra il ministro Spadafora e i vertici FIGC fissato per il 28 maggio. I dubbi sono ancora tanti, Francesco Ghirelli della Lega Pro e Damiano Tommasi dell’Aic si sono già detti contrari. E sopratutto la grana dei contratti in scadenza e quella stipendi.

Il campionato cadetto dovrebbe ripartire il prossimo 20 giugno, in alternativa il 30. E terminare in pieno agosto. Il problema è che i contratti dei calciatori scadono il 30 giugno e moltissimi calciatori rossoblu in quella data saranno liberi. Nel Cosenza ci sono chi, come Perina e Riviere, che sono a scadenza e chi, come Asencio o Lazaar, che dovrebbero tornare al Genoa e al Newcastle. La Fifa ha dettato linee guida generali: tutti questi contratti possono essere estesi fino al termine delle competizioni in corso. Ma c’è sempre il bisogno di trovare un accordo tra le parti.

Ma c’è anche la grana degli stipendi. La Federcalcio ha deciso di permettere l’iscrizione al campionato anche a quei club che non dovessero pagare gli stipendi di marzo e aprile: potranno aprire un contenzioso con i giocatori e presentare domanda, senza restrizioni. Per l’asso-calciatori è inaccettabile, considerato che, vista la deroga sulle scadenze per versare gli emolumenti successivi, rischiano di incassare da qui al 31 agosto solo un mese di stipendio. Per i club però, la soluzione è vitale visto che in tanti ritengono di non dover pagare i mesi di marzo e aprile (uno andrebbe come ferie godute) visto che non c’è stata prestazione. A questo si aggiunge anche la possibilità di posticipare i pagamenti di maggio a fine agosto. Secondo la Repubblica questo potrebbe dar vita a “un braccio di ferro insostenibile secondo i club che lamentano di non avere liquidità neanche per pagare i tamponi.” Serve dunque un accordo collettivo tra società e giocatori.

8 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
8 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Maikol
Maikol
13 giorni fa

Tranquillo, anche se ti dovessi salvare sempre che recuperi tutti i calciatori visto che alcuni ancora non hanno intenzione di tornare, anche ammesso che andrà tutto bene ,io non ci credo più ,non ho più fiducia in questa società.

Superwolf
Superwolf
13 giorni fa

Non ci salviamo ma se ci salviamo… tutti zitti tagliaturiiiiiiiii

Massimo
Massimo
13 giorni fa
Reply to  Superwolf

Se ti salvi è solo grazie al Covid. Se riprende, accetto qualsiasi scommessa che retrocediamo come un sasso. Ed aggiungo: è anche giusto perché, salvo il Livorno, siamo veramente i più scarsi.
Tutto ovviamente griffato Trinchera.

Ludovico
Ludovico
13 giorni fa
Reply to  Superwolf

Cridi ancora ara befana viata a tia

Rob
Rob
13 giorni fa

Non ricomincia una benemerita mazza
A voglia che insistete

Commento da Facebook
Commento da Facebook
13 giorni fa

I contratti sono prorogati al 31 agosto!

Antonello Ferroni
12 giorni fa

Non sono automaticamente prorogati al 31 agosto i contratti di prestito e quelli dei giocatori in scadenza, che devono ridiscutere gli accordi.

Luca
Luca
14 giorni fa

Vuoi immortalare la stagione penosa del duo innominabile/trinketto? Le prestazioni sportive del rotto Lazaar.
Oltre a questo si contano almeno altri 25 errori ,anzi orrori in questa stagione. Via a giugno ,fateci sto regalo! Come si fa a difenderli?? Misteri di Cosenza

Advertisement

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "

Non dimentichiamo che ha giocato con il Cagliari ed è stato l'artefice principale della promozione dalla B alla massima serie. Quando espletavo il..."

La Top 11 rossoblu di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "Cavalli di raazza!!!Difficili ripetersi.Purtroppo per noi che siamo attaccati da anni (io da 60!) a questi splendidi colori!!!"

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "È vero, senza quel gol sarebbero cambiate tante cose"

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Un insegnante di calcio."

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "Lo scoprimmo in coppa Italia Maggiore quando inchiodò il Foggia sullo 0 a 0 nella gara d'andata al San Vito ( di allora)"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti