Resta in contatto

Approfondimenti

Cosenza, ecco il piano di Occhiuzzi per agguantare la salvezza

Se toccherà al giovane allenatore guidare la squadra alla ripresa del campionato, si punterà sulle motivazioni dei singoli, sulla vecchia guardia, su chi sta bene fisicamente e sul 3-4-3…

Certo, per quanto siano freddi proprio per definizione alla fine i numeri hanno il pregio di non mentire. Il campionato di Serie B si appresta a ripartire, o almeno così sembra, e l’approccio al ritorno all’agonismo si riduce quasi sempre allo stesso ritornello: mancano 10 partite, con 30 punti in palio potrà accadere di tutto. Giusto. Potrà accadere di tutto. Ma quel tutto ruota, invece, attorno a un altro aspetto: come verranno affrontate queste dieci partite. E qui le prospettive diventano più di una.

Soffermiamoci sul Cosenza. In attesa che il club dia il via libera per gli allenamenti al Marulla e al Delmorgine (ormai quasi tutte le squadre sono rientrate o hanno programmato il ritorno nelle rispettive strutture), il primo nodo da sciogliere è quello dell’allenatore. Nel senso che andrà ufficializzato Roberto Occhiuzzi. Sempre ché, soprattutto su spinta del direttore sportivo Trinchera, il presidente Guarascio non decida di richiamare Braglia. Ipotesi poco probabile certo, ma da tenere sempre in considerazione.

Con il gruppo in queste otto settimane, dopo le dimissioni di Pillon, ha lavorato Occhiuzzi coadiuvato dal preparatore atletico Luigi Pincente e dall’allenatore dei portieri Fischetti. I calciatori, all’unanimità, almeno tutti quelli che hanno rilasciato interviste in questo periodo di emergenza Covid-19, hanno apprezzato le idee del giovane allenatore di Cetraro.

L’obiettivo è quello di cercare di agguantare la salvezza, magari anche tramite il playout. Numeri a parte, Occhiuzzi ha già tracciato le linee guida: non ci saranno privilegi. Tutti i componenti l’organico partiranno allo stesso livello: giocherà chi darà più fiducia, chi starà bene fisicamente, chi avrà le motivazioni giuste per dare il proprio contributo a quella che si annuncia come una vera e propria impresa. Il giovane allenatore punterà anche sulla vecchia guardia, indispensabile se si vuole trasferire lo spirito di appartenenza a tutto il gruppo. E infine il modulo: 3-4-3 di partenza. L’unica variante potrebbe essere il 3-4-1-2 ma in questo caso dipenderà da come, e soprattutto quando, Riviére tornerà dalla Francia.

30 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
30 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Saigon
Saigon
3 mesi fa

Guarascio presidente da Serie D….VIA DA COSENZA SUBITO

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

😂😂

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

In bocca al lupo a tutti.Forza Occhiuzzi.👏👏👏👏🤞🤞🤞🤞🤞

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Parole…parole….parole….penzamu all’annu prossimo.Guarascio vattene

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

La vecchia guardia ha remato contro mettetevelo in testa …..Bruccini e D’Orazio hanno disertato una trasferta dove il Cosenza si giocava la permanenza in Serie B .
Alla già compromessa stagione non vorrei vedere mai più questa gente in campo sarebbe una pugnalata al cuore per tutta la tifoseria e un offesa per chi ha giocato a Venezia

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Da quanto si è potuto leggere durante questo lockdown i calciatori hanno ritrovato coesione e fiducia con il trio Occhiuzzi Pincente, Fischetti.
Non bisogna rompere l’equilibrio che si è instaurato.
Bisogna ricordare che i Calciatori dopo l’esonero di Braglia hanno fatto una festa, il suo ritorno nello spogliatoio rossoblu significherebbe retrocessione.
Noi tifosi vogliamo la salvezza, gli allenatori passano………..il COSENZA DEVE RESTARE IN SERIE B.
Braglia appartiene al passato

Carmelo
Carmelo
3 mesi fa

Hai ragione Cosenza-Cittadella in panchina Occhiuzzi si è visto tutto quello che dici……..
Ma fammi il piacere ancora continuate a denigrare Braglia e salvare questi mercenari di giocatori.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Ma gli allenamenti quando iniziano?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Se stanno bene e se non fanno i fessi debbono giocare:Perina Casasola Schiavi Idda Legittimo ; Bruccini Kanute’ Schiaudone Baez ; Asenzio Reviere.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Piano Occhiuzzi? 😁😁E ti friki du piano Marshall 😁😁 scisi pi scisi jocamu senza allenatore ca è miagliu

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Certo che si riparte da Occhiuzzi! Ancora con questo Braglia? Metteteci una pietra tombale!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Trinchera non deve avere nessuna voce in capitolo…
Deve essere mandato via da Cosenza al più presto perché ha fatto fin troppi danni.
È solo un affarista venditore di fumo.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Quante chiacchiere……..Preghiamo solo in un miracolo……e nella solita, spero, fortuna del grande magnate!

Emilio
Emilio
3 mesi fa

Tu resti sempre “ Il principe “ ma la’ su tutti brutti anatroccoli : destino scritto dal sign . presidente a cui nn frega nulla del Cosenza Calcio

Pietro
Pietro
3 mesi fa

Occhiuzzi 1 di noi : ma con questi scarsi allestiti da Guarascio e Trinchera ( 2 incapaci ) persino Capello o Mourinho farebbero figure di M …..

Pippo
Pippo
3 mesi fa

Occhiu’ chini ta fa fare ! Hanno delegittimato ino come Braglia , colpevole solo di nn aver mandato a quel paese gli incompetenti che ben sappiamo … sono loro la rovina di Cosenza

ginoX
ginoX
3 mesi fa
Reply to  Pippo

Bravo. Per cortesia richiamate Braglia. E farà l’ennesimo miracolo, e magari l’anno prossimo si avvera il sogno e ci porta in serie A.
Contro ogni pronostico, come sempre.
❤️💙

T Turano
T Turano
3 mesi fa

RICHIAMATE BRAGLIA…..!!!!!

Eneico
Eneico
3 mesi fa

Occhiuzzi non renderti complice di incompetenti ! Lassa sta’ … Cosenza ti viole bene; ma non ci sono le condizioni

Luca
Luca
3 mesi fa

Ochiuzzi non può allenare in B….. occorrerà prendere un direttore tecnico…io chiamerei DMarzio

T Turano
T Turano
3 mesi fa

Invece di fare pronostici,perchè non si bada al sodo,come hanno fatto o stanno facendo tutte le altre squadre.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Dai lupi

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

❤💙

Commento da Facebook
Commento da Facebook
3 mesi fa

Spero nella salvezza senza soffrire. Forza Lupi sempre ❤💙🐺

Sasa'
Sasa'
3 mesi fa

Senza rivier ,non penso che il cosenza possa farcela, ma non basta solo Rivier ,ci vuole un Rivier in forma.

ginoX
ginoX
3 mesi fa

Modulo o non modulo credo che il problema principale di questa squadra sia il centrocampo. Se lassù qualcuno ci fa la grazia di avere Kanoute in buona forma, affiancato da Sciaudone a sinistra e bruccini a destra possiamo provarci. Baez, Asencio e Rivière in avanti, potrebbero regalarci soddisfazioni importanti

Davide
Davide
3 mesi fa
Reply to  ginoX

Concordo su tutto tranne che su baez.. giocatore x me spesso inutile e svogliato.. se stesse bene punterei su un carretta.. a cc nn sottovaluterei prezioso.. ha fame e deve mettersi in mostra

ginoX
ginoX
3 mesi fa
Reply to  Davide

Prezioso mi è piaciuto, l’ho visto una volta, poi è sparito nel nulla. Baez quest’anno non è piaciuto, anche perché Braglia l’ha messo spesso a fare il terzino destro, e il ragazzo si è perso. Ma stiamo parlando di uno che i fondamentali ce li ha, eccome!

Tonino
Tonino
3 mesi fa
Reply to  Davide

Concordo su baez, ma puntare su carretta equivale a tirarsi una martellata sulle palle. Uno dei giocatori più scarsi visti negli ultimi 30 anni al San Vito

micuzzu
micuzzu
3 mesi fa
Reply to  ginoX

analisi giusta, GinoX ha fatto nomi e modo per me encomiabile, credo che abbia colto nel vero senso di questo momento e se Kanoute’, Baez, Asencio e Riviere girano, gira l’entusiasmo e la squadra; allora possiamo scrivere la storia anche questa volta e mandare a f…..tutti i picciaturi….. compreso i cacanzaresi di m…….

Advertisement

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "GUARASCIO VATTENE DA COSENZA SUBITO"

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Lo ricordo perfettamente quando lo stadio del Cosenza era in via Roma. È qualche anno più piccolo di me e ricordo il suo destro con dei tiri..."

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Stiamo parlando di uno dei migliori allenatori che abbia avuto il Cosenza insieme a Bruno Giorgi. Ho avuto il piacere di conoscerlo bene e..."

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "Lo scoprimmo in coppa Italia Maggiore quando inchiodò il Foggia sullo 0 a 0 nella gara d'andata al San Vito ( di allora)"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti