Resta in contatto

Pagelle

Cosenza: la qualità di Carretta, la concretezza di Bruccini e il diesel Casasola

Prestazione positiva di tutta la squadra. Esperienza e personalità di Schiavi in difesa, in avanti a Baez è mancato soltanto il gol. La testata di Asencio e la discontinuità di Kanoute

PERINA 6,5 La parata su Paolucci al di là della bellezza, è stata fondamentale perché avrebbe riaperto subito la partita dopo il 2-0 di Carretta. Si ripete a inizio ripresa su Paolucci.

IDDA 6 Un paio di interventi decisi nella fase iniziale della partita quando il Cosenza ha dato segnali di sofferenza.

SCHIAVI 6,5 L’esperienza è il suo forte. Sembra lento, impacciato ma lo trovi al posto giusto al momento giusto. Dal 24’ s.t. CAPELA 6 Si lascia anticipare da Poli in occasione del gol dell’Entella. Unica leggerezza, per il resto ha contribuito a difendere la preziosa vittoria.

LEGITTIMO 6 Dei tre centrali è quello che soffre un po’ di più, perché gli inserimenti di Mazzitelli creano problemi. Meglio nel secondo tempo.

CASASOLA 7 Partenza impacciata, cresce come un diesel. Bene anche in fase difensiva, ci mette lo zampino in occasione del 2-0 di Carretta. Una finale di gara in crescendo: recupera palloni, chiusure in scivolata e ficcanti ripartenze.

BRUCCINI 7 Sesto gol in campionato, questo è pesante perché sblocca la partita nel momento più importante.

KANOUTE 6 Anche lui sbaglia l’approccio, poi dà sostanza in mezzo al campo. E regala pure qualche buona giocata. Ma non è costante: fallo ingenuo e ammonizione che gli costerà la squalifica e salterà la trasferta di Cremona.

D’ORAZIO 6 Tra Settembrini e Mazzitelli non è mai facile coprire la zona. Però ne esce bene, specie nella fase difensiva. E nel finale di partita va vicino al gol su assist di Baez. Dal 45’ s.t. BROH S.V. Pochi minuti per prendere confidenza con il campo. Potrebbe toccare a lui prendere il posto del compagno anche contro la Cremonese ma stavolta dall’inizio.

CARRETTA 7 Il secondo centro in campionato è di bella fattura: supera Sala, poi anticipa Settembrini per il tiro a giro sul secondo palo. E ci mette il piede anche nel gol del vantaggio. Una costante spina nel fianco per la difesa ligure. Cerca anche la doppietta ma è stato troppo egoista: Asencio era tutto solo e poteva essere servito. Dal 37’ s.t. BAHLOULI S.V. Pochi minuti ma un paio di giocate di personalità. Vuoi vedere che potrebbe tornare molto utile in questo finale di stagione?

RIVIÈRE 6 Caparbio nella conquista del pallone in occasione del gol di Bruccini. Nel secondo tempo ha calciato debole un pallonetto su assist di Carretta. Non è ancora al meglio della condizione. Dal 24’ s.t. ASENCIO 4 La testata a Settembrini gli è costata l’espulsione: in questi momenti bisogna mantenere la calma e non lasciarsi prendere dal nervosismo. Arriverà una squalifica pure per lui.

BAEZ 6,5 Un paio di spunti dei suoi. Utile anche in fase di copertura. Si divora clamorosamente il gol del 3-0, subito dopo regala una bella giocata con assist per D’Orazio. E sfiora l’incrocio dei pali con una bella conclusione dal limite.

OCCHIUZZI 6,5 La squadra è entrata in campo un po’ timorosa ma è cresciuta. Ha proposto un buon calcio, se l’è giocata a viso aperto ed è stata brava a colpire al momento giusto. Così com’è stata brava nella sofferenza. È stata messa la traccia giusta per questo anomalo finale di stagione, perché era necessario cominciare con il piede giusto.

28 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
28 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Dai che ce la facciamo ❤️?❤️?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Scarso scarso vai a giocare da dove sei venuto

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Lo avevo detto: dare fiducia ad Occhiuzzi.
A quattr’occhi gli dissi che sarebbe diventato l’allenatore del Cosenza…
Era il 19 luglio 2018….
Il tempo mi ha dato ragione….
Magari da collega mi accorgo prima delle qualità di un allenatore…
Sarebbe bello se facesse il miracolo, ma se malauguratamente dovessimo retrocedere lo faremmo con dignità…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Se il buongiorno si vede dal mattino…..speriamo bene!!! Forza lupi

ginoX
ginoX
1 anno fa

Casasola il migliore di tutti per distacco, senza alcun dubbio. Prestazione maiuscola.
Inoltre buona condizione fisica, in compagnia di Baez, Kanoute, Balohuli e Bittante. Out invece D’Orazio, Schiavi, Rivière,Carretta e Asencio, finiscono prima la benzina.
Non esiste un dualismo Corsi Casasola perché giocheranno tutti e tutti daranno il loro contributo. Spero nel rientro di Pierini.
Il segreto sarà NON pensare assolutamente ai playout, ma partita dopo partita puntare alla salvezza diretta.
Quella con la Cremonese va vinta! Poi abbiamo altri scontri diretti.
Spero che i preparatori diano maggiore brillantezza, perché la condizione fisica sarà la vera arma vincente!

Massimo
Massimo
1 anno fa
Reply to  ginoX

Di solito mi trovo sempre con le tue analisi ed anche su quella appena fatta.
Mi meraviglio invece della tua speranza per Pierini: è un giocatore immaturo e supponente che ha creato più di un problema con spogliatoio e pubblico. Senza contare che il suo apporto alla fase difensiva è assolutamente ZERO.

ginoX
ginoX
1 anno fa
Reply to  Massimo

Condivido in pieno ciò che dici, Massimo. Il fatto è che queste nove partite che rimangono saranno una guerra e sarà meglio avere un giocatore in più, piuttosto che uno in meno. A Pierini possiamo dire tutto, tranne che non abbia indiscutibili dotti tecniche di attaccante. Certo, dovrà essere convinto di voler dare un contributo alla causa, altrimenti meglio che rimanga a casa. E magari sarà proprio lui a segnare il gol salvezza.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Una tirata d’orecchie a chi spreca il contropiede: se proprio non si riesce a liberare qualcuno per andare in porta, che si tenga palla per perdere tempo.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Peccato per l’ingenuitá di Asencio é cascato nella trappola della provocazione…speriamo gli danno solo una giornata di squalifica….ma sará difficile

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Testa bassa e pedalare che non abbiamo fatto niente ancora, nessun entusiasmo inutile non è proprio il momento. Ogni partita deve essere una finale. Forza Lupi ❤?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Era importante vincere;giocando male,giocando bene,tatticismo e non.Perfetto,la vittoria è arrivata.Boccata d’aria per la squadra e per il morale.Ora però testa a Cremona.E’ li che,secondo me,possono salire le nostre quotazioni:vincendo vai a 30,e ti avvicini.Pensiamo a Cremina,ripeto,Conta un solo risultato.Solo per la maglia.Guarascio vattene.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Forza Lupi nuastri!???❤?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Se il Mister ha deciso di dare fiducia a Casasola sono convinto che crescerà partita dopo partita e farà bene! Evidentemente avrà individuato delle qualità che usciranno alla distanza! Ma quando è stanco è stanco e va sostituito!

Cosimo Moschetto
Cosimo Moschetto
1 anno fa

Buona partita giocata come il Cosenza avrebbe dovute giocarne altre… È inutile cercare il gioco bello e spettacolare se hai più di uno spiffero in difesa…. Perciò tutti dietro a chiudere gli spazi e ripartire con giocatori di corsa e qualità (e questi non ci mancano) e magari con un po di egoismo in meno…. A Cremona sarà dura ma se torniamo con un risultato positivo la fiammella potrà cominciare a crescere… E per quanto riguarda Asencio… È vero che il fallo era da ammonizione ma è anche vero che era entrato 20 minuti prima e doveva essere più lucido… Leggi il resto »

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Come mi dispiace che Kanoute’ sia squalificato! Li in mezzo al campo ci vuole gente che lotta e non LUMACONI !?

micuzzu
micuzzu
1 anno fa

una bella partita…sacrificio e voglia di crederci nella vittoria….continuiamo così…condivido la discontinuità di Kanoute che alterna buone giocate a leggerezze che non deve commettere un professionista come lui, deve continuare a crescere, Legittimo…deve migliorare forma e condizione, Carretta e Baez bravi ma egoisti, la palla quando si deve, si passa al compagno smarcato e con maggiori possibilità, bisogna giocare da squadra..in complesso ho visto buoni segnali, bravo Roberto Occhiuzzi ad indicare lo spirito di sacrificio, Baholui mi sembra che quel poco che ha giocato questo ragazzo ha fatto vedere cose interessanti… bene! ora concentrazione e Cremona nel mirino….forza Ragazzi chi… Leggi il resto »

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Forza lupi sono cominciati i nostri playoff!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
1 anno fa

Complimenti bellissima partita

Tonino Turano
Tonino Turano
1 anno fa

ASENCIO,TIENI I NERVI A POSTO!in questo momento sei indispensabile in attacco.E adesso a Cremona?La squadra,dopo un avvio troppo timoroso,si è via via,sbloccata,ha fatto delle ottime azioni e ha meritato la vittoria.Forza Lupi.

Carmelo
Carmelo
1 anno fa

Ennesimo arbitraggio scandaloso nei confronti del Cosenza. Ammonisce Bruccini per intervento violento e un minuto dopo non da il giallo a Pellisie su un fallo simile perché poi doveva procedere all’espulsione visto che il giocatore era stato ammonito al primo tempo , aggiungo che il fallo commesso è stato fatto ai danni di Carretta lanciato a rete.Settembrini di falli in partita ne aveva fatti una quindicina e nessuna ammonizione presa. Il Sig. Volpi ha dimostrato tutta la sua pochezza nel dirigere una partita ma mi viene il sospetto che questi arbitri abbiano una idea fissa sul Cosenza……….e mi fermo qua… Leggi il resto »

Mario
Mario
1 anno fa
Reply to  Carmelo

Per me è stato giusto no. Espellere visto che dare un rosso è più difficile di un giallo anche se si trattava di doppia ammonizione

SPECIAL ONE
SPECIAL ONE
1 anno fa
Reply to  Carmelo

Esatto, aggiungo che Asensio andava solo ammonito, mentre l l’avversario era da espellere…in molti hanno visto un altra partita… abbiamo
avuto arbitraggi pessimi da inizio stagione…

Giuseppe
Giuseppe
1 anno fa

La squadra era la migliore possibile, ma per me Corsi e’ superiore a Casasola sia per corsa che per attaccamento alla maglia e dovrebbe giocare

Davide
Davide
1 anno fa
Reply to  Giuseppe

Il casasola visto ieri è inamovibile sulla sua fascia.. migliore in campo. Ha corso per 100 minuti senza mai fermarsi come lo si fa a criticare? Tutto il rispetto x il capitano ma davanti a questo casasola può stare in panca. E poi scusate abbiamo vinto? Si. E allora che senso ha dire meglio uno che un altro ecc ecc.. tutti uniti x un unico obiettivo

Massimo
Massimo
1 anno fa
Reply to  Giuseppe

Casasola è stato il migliore del Cosenza con recuperi fino al 97 minuto,tutti adoriamo il nostro capitano ma ieri e’ tornato in campo il giocatore della Lazio,dobbiamo continuare così….forza Lupi!

Massimo
Massimo
1 anno fa

Troppo plateale Asencio. Ingenuo e sprovveduto. Il rosso ci sta tutto.
L’avversario lo ha provocato e lui ci è cascato.

gianfranco
gianfranco
1 anno fa

Scusate,ma e’ dall’inizio del campionato che subiamo torti arbitrali,ma e’ proprio per questo che bisogna mantenere i nervi saldi.Asencio ha avuto una reazione rabbiosa che di certo non andava punita col rosso,ma se le cose funzionano in questo modo e non possiamo farci nulla,e’ meglil evitare.

SPECIAL ONE
SPECIAL ONE
1 anno fa

Asensio ha rischiato il soffocamento, è stato preso nettamente dal collo…non c è stata nessuna testata, le immagini parlano chiaro…arbitraggio scandaloso, ammonizione non pervenuta su Kanoute con entrata a martello…

Advertisement

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Da bambini giocavo con lui, abitavamo vicini, lui sul vecchio bar manna ed io in via Adua, andavamo quasi tutte le domeniche a giocare a scommesse,..."

La Top 11 rossoblu di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "Non dimenticate Vita, Gramoglia e Ciabbatari"

18 novembre, trenta anni fa la morte di Denis Bergamini: i vostri messaggi per lui

Ultimo commento: "Ma quale Carabinieri e un Poliziotto! All'epoca non c'era il Poliziotto questo è venuto in seguito !"

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Ci stavo pure io a Casarano e non solo......."

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "Baclet,col Cosenza sei stato mitico.Ti sei sempre impegnato al massimo e hai contribuito alla promozione del Cosenza in serie B .Ti auguro tanta..."
Advertisement

Altro da Pagelle