Resta in contatto

Approfondimenti

Cosenza, si aspettano gli atti formali dopo le strette di mano…

Accordo raggiunto con il direttore sportivo il quale ha più di una semplice intesa con l’allenatore. Ed è in dirittura d’arrivo anche la nomina di un direttore generale

La sensazione è che tutto ruoti attorno al palazzo romano più importante del calcio italiano. Quello posto in Via Gregorio Allegri dove ha sede la Figc. Si attendono notizie ufficiale sul trust della Salernitana e sull’esito delle verifiche da parte della Covisoc sulla documentazione del Chievo. Se dovesse saltare il banco, con la non iscrizione ai rispettivi campionati di Serie A e B dei due club, per il Cosenza si aprirebbero le porte della cadetteria.

Inatteso ripescaggio dopo la vergognosa retrocessione in Serie C certificata il 10 maggio scorso a Lignano Sabbiadoro ma di fatto concepita all’alba della stagione 2020-2021. Il silenzio del presidente Eugenio Guarascio evidentemente è legato proprio a ciò che accadrà nei prossimi giorni sul fronte delle iscrizioni. Da quel momento in poi sarebbe pronto a formalizzare l’accordo raggiunto da giorni con Christian Argurio. Il nuovo direttore sportivo ha l’accordo per due stagioni: dopo la stretta di mano si aspetta di concretizzarla.

A cascata dovrebbe arrivare l’annuncio dell’allenatore. Proprio Argurio ha più di una semplice intesa con Roberto Boscaglia. Anche in questo caso sarebbe un accordo biennale. E, per completare la parte organizzativa della stagione 2021-2022, sarebbe in dirittura d’arrivo anche la nomina di un direttore generale. Tante le idee in cantiere. A cominciare dalla soluzione interna con la “promozione” di uno fra Andrea De Poli, Kevin Marulla e Roberta Anania. Anche se nelle ultime ore si fanno sempre più insistenti le voci che vorrebbero in Via degli Stadi il ritorno di Giuseppe Mangiarano, a un passo dal divorzio con la Reggina.

40 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
40 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement
Advertisement

Altro da Approfondimenti