Resta in contatto

Approfondimenti

Cosenza, si aspettano gli atti formali dopo le strette di mano…

Accordo raggiunto con il direttore sportivo il quale ha più di una semplice intesa con l’allenatore. Ed è in dirittura d’arrivo anche la nomina di un direttore generale

La sensazione è che tutto ruoti attorno al palazzo romano più importante del calcio italiano. Quello posto in Via Gregorio Allegri dove ha sede la Figc. Si attendono notizie ufficiale sul trust della Salernitana e sull’esito delle verifiche da parte della Covisoc sulla documentazione del Chievo. Se dovesse saltare il banco, con la non iscrizione ai rispettivi campionati di Serie A e B dei due club, per il Cosenza si aprirebbero le porte della cadetteria.

Inatteso ripescaggio dopo la vergognosa retrocessione in Serie C certificata il 10 maggio scorso a Lignano Sabbiadoro ma di fatto concepita all’alba della stagione 2020-2021. Il silenzio del presidente Eugenio Guarascio evidentemente è legato proprio a ciò che accadrà nei prossimi giorni sul fronte delle iscrizioni. Da quel momento in poi sarebbe pronto a formalizzare l’accordo raggiunto da giorni con Christian Argurio. Il nuovo direttore sportivo ha l’accordo per due stagioni: dopo la stretta di mano si aspetta di concretizzarla.

A cascata dovrebbe arrivare l’annuncio dell’allenatore. Proprio Argurio ha più di una semplice intesa con Roberto Boscaglia. Anche in questo caso sarebbe un accordo biennale. E, per completare la parte organizzativa della stagione 2021-2022, sarebbe in dirittura d’arrivo anche la nomina di un direttore generale. Tante le idee in cantiere. A cominciare dalla soluzione interna con la “promozione” di uno fra Andrea De Poli, Kevin Marulla e Roberta Anania. Anche se nelle ultime ore si fanno sempre più insistenti le voci che vorrebbero in Via degli Stadi il ritorno di Giuseppe Mangiarano, a un passo dal divorzio con la Reggina.

40 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
40 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 della storia rossoblu: scelto il centravanti!

Ultimo commento: "Sono d’accordo con te al 100%"

LA TOP 11 della storia rossoblu: scelto il miglior allenatore

Ultimo commento: "Con Mutti poi , e credo per la prima volta nella ns storia, il Cosenza è stato da solo primo al comando della classifica in serie B. Verso la decima..."

La Top 11 della storia rossoblu: scelta la coppia dei difensori centrali

Ultimo commento: "Hai assolutamente ragione! 👍"

Al via la Super League: rivoluzione nel mondo del calcio. Favorevoli o contrari?

Ultimo commento: "Viva il calcio anni 80...partite alle 14.30, 90 minuto alle 18.10, la domenica sportiva alle 22.30...avete rotto il caxxx con questi orari..."

Coronavirus, giusta la ripartenza del Calcio? Dite la vostra con TifoCosenza

Ultimo commento: "Come ogni lavoratore che si assume il suo impegno, così anche i calciatori si devono assumere i loro ,i soldini si devono guadagnare ..."
Advertisement

I Miti rossoblu

STORICO CENTROCAMPISTA ROSSOBLÙ DAL 1985 AL 1989

Denis Bergamini

GIANNI DI MARZIO ERA COME UNA SPECIE PROTETTA, DA PRESERVARE

Gianni Di Marzio

BANDIERA ROSSOBLÙ E CALCIATORE PIÙ PROLIFICO DELLA STORIA DEL COSENZA

Gigi Marulla

Altro da Approfondimenti