Resta in contatto

Approfondimenti

Cosenza a un mese dalla fine del mercato: il punto

L’1 settembre alle ore 20 si chiude la sessione estiva. Il direttore sportivo Gemmi e il suo collaboratore Perna al lavoro tra sfoltimento e completamento dell’organico a oggi composto da 28 calciatori

Un mese alla chiusura della parentesi estiva del calciomercato in vista del prossimo campionato di Serie B 2022-2023. Il prossimo 1 settembre alle ore 20 si chiuderanno i battenti, dopo di ché potranno essere tesserati soltanto calciatori svincolati. Proviamo a fare il punto della situazione in casa Cosenza. Il direttore sportivo Roberto Gemmi e il suo braccio destro Andrea Perna sono a lavoro per sfoltire l’organico e allo stesso tempo completarlo con i calciatori che ancora mancano. Al momento Dionigi ne allena 28.

PORTIERE In attesa che a Vigorito venga trovata una sistemazione, considerato che l’ex Lecce è fuori dal progetto tecnico, va tesserato un altro portiere. Uno che se la possa giocare con Matosevic, al momento titolare dei Lupi. Nei giorni scorsi scorsi sono stati ingaggiati Lai come terzo e il giovane Sibilano che andrà in Primavera.

DIFENSORI Cominciamo dai centrali. Numericamente, con l’arrivo di Meroni, non mancherebbe niente. A parte, ovviamente, la cessione di Tiritiello che ha diverse richieste in Serie C ma lui punta alla chiamata giusta dalla B. In realtà si cerca un centrale mancino e Bruno Amione (2002) del Verona, ex Reggina, rimane un obiettivo. Se andrà via Rigione verrà sostituito da un centrale che abbia esperienza in Serie B e da Brescia continuano a non escludere la pista che porta a Massimiliano Mangraviti (1998). In uscita potrebbe esserci anche Hristov. Il mercato del Cosenza si concentra anche su due terzini sinistri da ingaggiare prima possibile. Uno potrebbe essere Manuel Nicoletti (1998) del Crotone ma serve anche un titolare. Verrà mandato in prestito Ciro Panico mentre La Vardera potrebbe rimanere in gruppo se non dovesse arrivare l’occasione giusta.

CENTROCAMPISTI Ne mancano almeno due. Che, almeno nelle idee di Gemmi, potrebbero essere Marco Brescianini (2000) del Milan, era al Monza. Novità sono attese nelle prossime ore. L’altro obiettivo è Michele Cavion (1994) della Salernitana, lo scorso anno al Vicenza. Potrebbe arrivarne un terzo di centrocampista, considerato che Kongolo potrebbe andare all’estero.

ATTACCANTI Anche in questo caso l’organico è numericamente completo. Nell’organico dovrebbe essere inserita un’alternativa a Brignola. Una seconda punta.

96 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

96 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

La Top 11 della storia rossoblu: scelto il centravanti!

Ultimo commento: "Sono d’accordo con te al 100%"

LA TOP 11 della storia rossoblu: scelto il miglior allenatore

Ultimo commento: "Con Mutti poi , e credo per la prima volta nella ns storia, il Cosenza è stato da solo primo al comando della classifica in serie B. Verso la decima..."

La Top 11 della storia rossoblu: scelta la coppia dei difensori centrali

Ultimo commento: "Hai assolutamente ragione! 👍"

Al via la Super League: rivoluzione nel mondo del calcio. Favorevoli o contrari?

Ultimo commento: "Viva il calcio anni 80...partite alle 14.30, 90 minuto alle 18.10, la domenica sportiva alle 22.30...avete rotto il caxxx con questi orari..."

Coronavirus, giusta la ripartenza del Calcio? Dite la vostra con TifoCosenza

Ultimo commento: "Come ogni lavoratore che si assume il suo impegno, così anche i calciatori si devono assumere i loro ,i soldini si devono guadagnare ..."
Advertisement

I Miti rossoblu

STORICO CENTROCAMPISTA ROSSOBLÙ DAL 1985 AL 1989

Denis Bergamini

GIANNI DI MARZIO ERA COME UNA SPECIE PROTETTA, DA PRESERVARE

Gianni Di Marzio

BANDIERA ROSSOBLÙ E CALCIATORE PIÙ PROLIFICO DELLA STORIA DEL COSENZA

Gigi Marulla

Altro da Approfondimenti