Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Larrivey, parla l’agente dell’attaccante: “Pronti al rinnovo col Cosenza ma…”

Sergio Irigoitia, procuratore del calciatore, specifica: “Questa estate il club ha scelto di esercitare la clausola, avremmo preferito firmare per due stagioni. Poi non ho più sentito Gemmi”

Il successo del Cosenza contro il Palermo è stato firmato da Joaquin Larrivey. L’argentino si è fatto trovare al posto giusto e al momento giusto, da vero bomber. Sergio Irigoitia, procuratore dell’attaccante, intervenuto sulle colonne della Gazzetta del Sud, ha fatto il punto sul legame tra Larrivey e il club, con il calciatore in scadenza il prossimo giugno: “Quando sono volato in Italia, a giugno, il club ha preferito esercitare soltanto la clausola prevista dal suo contratto, vale a dire l’opzione per un altro anno legata alla salvezza. Avremmo preferito firmare per due stagioni perché Joaquin e la sua famiglia stanno benissimo a Cosenza. In quella circostanza però il ds Gemmi ci disse di firmare specificando che a settembre avremmo poi parlato di un rinnovo. Spiegai a Larrivey di stare tranquillo e pensare soltanto a far bene ma al momento così non è stato e non posso nascondere che per questa ragione è anche un po’ arrabbiato con me. Non ho mai più sentito Gemmi, sono un po’ dispiaciuto. Non conosco i piani del Cosenza, forse non c’è la volontà di contare su Joaquin pure nella prossima stagione. Se non è così, sanno come contattarci. Non sarebbe difficile trovare l’intesa per un rinnovo. Joaquin pensa esclusivamente al terreno di gioco, non è il tipo di fare domande e chiedere spiegazioni”.

“Curando gli interessi di Larrivey è normale che non sono la persona meno indicata per dirlo, ma ritengo che la sua dedizione alla causa sia sotto gli occhi di tutti. Anche nei momenti in cui ha giocato meno, si è sempre allenato al massimo senza mai creare problemi. È un ragazzo esemplare, un esempio per tutti. Ci sentiamo quattro volte a settimana e posso assicurare che ha sempre creduto nel valore della squadra. Mi ha ripetuto mille volte: “ti assicuro che il materiale tecnico non manca, vedrai che usciremo da questa situazione ed andrà tutto bene”. Adesso è tornato anche al gol e non si fermerà”, conclude Irigoitia.

18 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

18 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

Al via la Super League: rivoluzione nel mondo del calcio. Favorevoli o contrari?

Ultimo commento: "…e quando non riuscivi ad andare in trasferta, radiocronaca di Milicchio che ti veniva un infarto appena superavamo il centrocampo. 🥹"

LA TOP 11 della storia rossoblu: scelto il miglior allenatore

Ultimo commento: "com'è giusto che sia, Grande Bruno ..."

La Top 11 della storia rossoblu: scelta la coppia dei difensori centrali

Ultimo commento: "Verissimo, scuola Inter, un vero professionista serio e bravo"

La Top 11 della storia rossoblu: scelto il centravanti!

Ultimo commento: "Memorabile il gol segnato alla fiorentina in cui scartó mezza squadra"

Coronavirus, giusta la ripartenza del Calcio? Dite la vostra con TifoCosenza

Ultimo commento: "Come ogni lavoratore che si assume il suo impegno, così anche i calciatori si devono assumere i loro ,i soldini si devono guadagnare ..."
Advertisement

I Miti rossoblu

STORICO CENTROCAMPISTA ROSSOBLÙ DAL 1985 AL 1989

Denis Bergamini

GIANNI DI MARZIO ERA COME UNA SPECIE PROTETTA, DA PRESERVARE

Gianni Di Marzio

BANDIERA ROSSOBLÙ E CALCIATORE PIÙ PROLIFICO DELLA STORIA DEL COSENZA

Gigi Marulla

Altro da Approfondimenti