Tifo Cosenza
Sito appartenente al Network

“Cosenza, io l’acquisto di gennaio. Che incubo a Brescia…”

Marco Nasti grande protagonista della salvezza dei Lupi nella passata stagione si è raccontato in una intervista rilasciata al portale di Gianluca Di Marzio. "Tutti ci davamo per spacciati, poi Viali..."

Una lunga intervista firmata da Gabriele Ragnini sul portale di Gianluca Di Marzio. Marco Nasti, attaccante del Bari esploso la scorsa stagione con  la maglia del Cosenza, si è raccontato. Dalla Nazionale Under 21 al Bari, fino alla voglia matta di tornare al Milan con la maglia numero 9 addosso. Ma anche il racconto dei ricordi in rossoblù.

“L’anno scorso – ha raccontato Nasti – sono stato l’acquisto di gennaio, ho passato sei mesi senza vedere il campo perché non lo meritavo. Ero arrivato dalla Primavera e il livello in Serie B era molto alto. Quando abbiamo cambiato mister ed è arrivato Viali ci ha aiutato molto a fare gruppo, prima di lui non lo eravamo. Nessuno ci dava per favoriti, secondo molti a gennaio eravamo retrocessi”.

E dopo gennaio è arrivata la notte che ha cambiato la vita di Marco Nasti e del Cosenza. Era il 28 febbraio 2023 con la Reggina in vantaggio grazie al gol dell’ex Gabriele Gori sui titoli di coda del primo tempo. Nasti entra al posto di Zilli al 23′ del secondo tempo, e quando il baratro sembrava matarializzarsi ecco la sua doppietta: 90′ e 92′. Da lì è cominciata la rincorsa verso la salvezza, poi arrivata grazie al playout vinto con il Brescia.

Nella partita d’andato in un Marulla stracolmo segnò lui: 1-0 al 25′ della ripresa. Poi il ritorno a Brescia e quell’indimenticabile notte da incubo. “In quel momento – ha aggiunto Nasti – il primo pensiero è andato verso la mia famiglia in tribuna. C’erano mia madre, la mia ragazza e i miei fratelli. Ero preoccupato per loro, sono corso per farli entrare negli spogliatoi”. E la tensione all’interno del Rigamonti, dove l’attesa si è prolungata fino alle 3 di notte. “Dopo che ci siamo salvati non abbiamo messo neanche una storia. Sono cavolate, ma fanno capire come stessimo vivendo il momento”.

Subscribe
Notificami
guest

7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Sul primo gol doppio errore prima di Zuccon che perde il pallone poi di Camporese...
L’inizio dell’attività agonistica del club rossoblu è datato 23 febbraio 1914, arrivano gli auguri anche...
Tante assenze da una parte e dell’altra con Caserta che ha gli uomini contati in...

Dal Network

Primo tempo entusiasmante, ripresa giocata a ritmi decisamente inferiori. Nel finale espulso Marras ...
Le parole dell'allenatore canarino dopo il pareggio dei suoi ragazzi in casa contro il Cosenza ...
Le parole del mister canarino alla vigilia del match contro i rossoblu in programma domani...
Tifo Cosenza