Resta in contatto

News

Cosenza, il gruppo ultras “Lupi a Rotelle” esprime vicinanza al tifoso Apicella

“Noi ragazzi con disabilità abbiamo il diritto di seguire la nostra squadra, i nostri colori, la nostra maglia che sia in casa o fuori” le parole di protesta nei confronti del Benevento

Grande indignazione in queste ore per il post di un sostenitore del Cosenza, Fabio Apicella, il quale ha raccontato sul suo profilo Facebook uno spiacevole episodio del quale è stato protagonista. Il tifoso rossoblu ha contattato telefonicamente la società del Benevento Calcio per avere informazioni circa l’accesso al settore ospiti dello stadio “Vigorito” per le persone diversamente abili.

“Mi è stato risposto telefonicamente che le persone diversamente abili non possono accedere nel settore ospiti perché non attrezzato”. A quel punto, il tifoso ha chiesto informazioni circa l’accesso alla Tribuna Distinti ma anche in questo caso un’altra risposta shock: “Non essendo residente nemmeno lì si può entrare”.

Molti tifosi del Cosenza hanno dimostrato vicinanza a Fabio Apicella, tra cui il gruppo ultras “Lupi a Rotelle” che ha prontamente diffuso un comunicato di protesta:

“Oggi, per mia volontà di partire, il mio carissimo amico Fabio Apicella, ha contattato telefonicamente la società Benevento Calcio per chiedere notizie su come funzionasse per i disabili. Prima fatidica domanda che fa “Il settore ospiti è accessibile?” Ovviamente rispondono di no. Noi eravamo già pronti a questa risposta e quindi avevamo già pensato di mettermi bello tranquillo in tribuna distinti.
Allora il mio carissimo amico, scusate la ripetizione, chiede come funzionassero gli accrediti per i disabili. La risposta è tremenda, una cosa terribile che non ha senso. “Non siete residenti, quindi non potete entrare.”
Sono rimasto davvero allibito. Sconcertato. Senza parole.
E questa cosa mi ha fatto capire che la nostra battaglia, quella dei Lupi A Rotelle, che quest’anno abbiamo deciso di voler cambiare a modo nostro il sistema, deve andare avanti. Noi ragazzi con disabilità abbiamo il diritto di seguire la nostra squadra, i nostri colori, la nostra maglia che sia in casa o fuori.
Vi chiedo di condividere, di far girare questa storia affinché finalmente se ne parli.
Si può essere ultras, anche con qualche disabilità!
#LupiARotelle
#CosenzaUltras”

9 Commenti

9
Lascia un commento

avatar
9 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
0 Comment authors
Commento da Facebook Recent comment authors
  Subscribe  
più nuovi più vecchi più votati
Notificami
Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Assurdo siamo lontani anni luce da altri paesi europei sono vicino ai ragazzi disabili un abbraccio grande e forza lupi

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

❤️💙💪

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Premessa IMPORTANTE: Nessuna colpa alla tifoseria Beneventana, nessuna critica alla Società Benevento Calcio, sono organizzazioni a livello locale/comunale che non rientrano nelle mie competenze e nella mia riflessione di stamattina, che dopo aver parlato intorno alle 11,00 con un addetto (tra l’altro molto gentile) della società medesima, venivo a conoscenza dell’impossibilità di entrare nel settore ospite, per partecipare ad un incontro di calcio, (Benevento-Cosenza), ne tantomeno in quello riservato per ragioni poco comprensibili (obbligo di residenza nella città ospite). Una cosa deve essere chiara: siamo arrivati sulla luna, dobbiamo arrivare TUTTI ad abbattere una volta per tutte le barriere architettoniche… Leggi il resto »

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Grazie a tutti per aver condiviso e “vinto” insieme a Silverio Miraglia e Mariano Iusi questa “giusta causa”, che sia da monito per il futuro e possa permettere una volta per tutte l’accesso libero e spensierato negli stadi, anzi in tutti i settori degli stadi d’ Italia 🇮🇹💪🇳🇴❤️💙

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Grande Fabio Apicella !

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Assolutamente Fabio Apicella nn s tocca

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Questa cosa è di notevole importanza e faccia da monito a tutte le società calcistiche ….in una società “UMANA” i diversamente abili devono avere gli stessi diritti ….come quello di poter partecipare alla partita di calcio della loro squadra del cuore……..ancor di più se quella squadra è il Cosenza calcio(battuta!!!)…anche la nostra società se non attrezzata lo faccia immediatamente!!!!

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Penso che il sindaco di Benevento risolve il problema

Commento da Facebook
Ospite
Commento da Facebook

Ma nel nostro settore ospiti possono entrare i diversamente abili?

Advertisement

Carmelo Imbriani, guerriero in campo e nella vita

Ultimo commento: "Persona squisita, grande umiltà e forza, ti ricorderemo sempre con affetto"

Gigi De Rosa, il professore

Ultimo commento: "Grande professionista e bravissimo centrocampista. Ci vorrebbe uno come lui."

Riccardo Zampagna, il bomber che faceva il tappezziere

Ultimo commento: "Grande "Bomber" ."

Ugo Napolitano, il gigante buono

Ultimo commento: "Ancora oggi, non capisco perché il cosenza cedette Napolitano alla Reggina pur essendo in quel periodo il più forte stopper della serie " B ".le..."

Pietro Maiellaro, fantasia al potere

Ultimo commento: "Grande fantasista - calciatore stupendo."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da News