Resta in contatto

Approfondimenti

Cosenza, avanti con Braglia ma si prepara la “rivoluzione”

Con tre partite in pochi giorni il presidente Guarascio ha preferito la strada della continuità. L’allenatore rimane al suo posto in attesa del mercato di gennaio. L’obiettivo è cambiare moltissimo del gruppo attuale

Già domenica sera dopo la partita la voce di un probabile esonero di Piero Braglia è durata giusto il tempo di un chiacchiericcio da bar, al quale non si è trovata nessuna conferma. Il Cosenza è caduto per la terza volta al Marulla e la classifica si è fatta preoccupante: la zona salvezza è distante 6 punti. Certo, basterebbe un blitz a Pisa e le cose cambierebbero. Ma sarebbero dovute cambiare anche contro il Pordenone, invece…

Il presidente Guarascio ha detto di no all’esonero, per un motivo molto semplice: il Cosenza dovrà giocare tre partite nel giro di una settimana, niente rivoluzioni. Domenica 22 la sfida di Pisa, giovedì 26 l’Empoli al Marulla e il 29 dicembre in casa della Juve Stabia. Toccherà a Braglia trovare la soluzione e fare in modo che si portino a casa più punti possibili. Dopodiché, con la lunga sosta invernale in mezzo, si metterà mano al gruppo. L’idea è quella di cambiare moltissimo, una vera e propria rivoluzione. Non sarà facile. Ma è necessario capire come si arriverà a fine girone d’andata.

50 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
50 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
6 mesi fa

Rivoluzioni????!!! Nessuna illusione a Gennaio Guarascio prendera’ solo un difensore ed un centrocampista da inserire nell’undici titolare. Se comprano giocatori buoni possono anche bastare, In ogni caso devono migliorare i giocatori ed il mister deve evitare le sue ” genialate”.Sono convinto che se perdiamo a Pisa verra’ giustamente esonerato

Commento da Facebook
Commento da Facebook
6 mesi fa

Trinchera è mago a gennaio, purché non porti diseredati, disadattati e infortunati

Commento da Facebook
Commento da Facebook
6 mesi fa

Esonero!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
6 mesi fa

Si si ancunu panettone lamato arriva

Commento da Facebook
Commento da Facebook
6 mesi fa

CI VOGLIONO GIOCATORI CON LE PALLE E CHE ONORANO LA MAGLIA PUNTO!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
6 mesi fa

Un vi lamentati sempre

Commento da Facebook
Commento da Facebook
6 mesi fa

Io credo che il problema non siano i giocatori.
Da maggio 2018 fino a maggio 2019 la forza del Cosenza è stata la fame, il carattere, la determinazione.
La squadra dell’anno scorso non era migliore di questa (basti guardare gli ex, tutti stanno facendo fatica ad imporsi).
Quest anno sta mancando questo.
Che la squadra sia stufa dell’allenatore?
Che tutto l’ambiente abbia bisogno di aria nuova?

Commento da Facebook
Commento da Facebook
6 mesi fa

Interventi sul mercato!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
6 mesi fa

Aspettiamo e vediamo sta rivoluzione

Commento da Facebook
Commento da Facebook
6 mesi fa

Giusta decisione

Commento da Facebook
Commento da Facebook
6 mesi fa

DIFESA DA RIFARE COMPLETAMENTE
ATTACCO DA COMPLETARE
ED UN CENTROCAMPISTA ALLA PALMIERO

Commento da Facebook
Commento da Facebook
6 mesi fa

A.mio avviso non serve una rivoluzione, servono 3/4 elementi esperti e di personalità, un centrale difensivo, un regista che sappia dettare i tempi, un attaccante da alternare a rivier e una 2 punta. Via trovato, broh, litteri, d’orazio e uno dei centrali. Poi se si trova un esterno dx forte via uno tra corsi e bittante.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
6 mesi fa

Ma secondo voi, se un giocatore sà che sarà ceduto a gennaio, potrà mai impegnarsi in queste 3 partite????? Ed ecco allora che secondo me la rivoluzione è già in atto. Personalmente io a Pisa porterei 15 giocatori, giusto quelli che poi giocheranno e saranno riconfermati a gennaio!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
6 mesi fa

Alla fine è la decisione più giusta visto che tra 12 giorni sarà finito il girone d’andata,non sono fiducioso e spero di sbagliarmi ma non avrebbe senso rimuovere ora Braglia.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
6 mesi fa

Le rivoluzioni si fanno a luglio non strada facendo. Questo taccagno impreparato non ha ancora capito nulla del calcio, tenta colpi da fine stagione con calciatori rotti o non stimolati. Ci sono una marea di calciatori, soprattutto di quelle società fallite, che potevano fare al caso del Cosenza Calcio oppure molti ragazzi delle giovanili delle squadre di serie A, ma nulla di nulla. Pazienza. Godiamoci questa serie B perché l’abbiamo conquistata con i sudori dei calciatori e dei tifosi. Forza Lupi sempre ❤️💙

Commento da Facebook
Commento da Facebook
6 mesi fa

Ottima scelta, abbiamo 3 punti in meno dello scorso anno e nn abbiamo neanche un sosia lontanissimo di Dermaku e Palmiero, ma al netto di sfortuna, sviste arbitrali GROSSOLANE e qualche errorino in meno da parte di Braglia (perdonabili a mio avviso visto il ritardo nel fare il mercato) a quest’ora in molti parlerebbero di altro, ovviamente sempre contro Braglia, ma per motivazioni diverse.
IO SONO FIDUCIOSO.
Come on wolves

Luigi
Luigi
6 mesi fa

BRAGLIA ARA CASA UN C’È CAPISCIA NENTE È SE PURTASSE APPRIESSU U LECCESE

Piero C
Piero C
6 mesi fa

Quanti commenti di stó c zz o….tutti bravi….tutti a criticà. Domenica 3.500 mancu in c. E bravi…

Pepe
Pepe
6 mesi fa
Reply to  Piero C

Gli unici non colpevoli ma vittima di questo scempio sono proprio i tifosi!! I tifosi meritano rispetto!! Ora basta!!

Luigi
Luigi
6 mesi fa

Per la panchina è già pronto Marino. Con lui arriveranno Silvestre e Crisetig. Fonti sicure. Inoltre partiranno a Gennaio Carretta e Litteri per lasciare spazio a Tutino e Ceter del Chievo.. vai Guaraaaa..

Gianfrancesco
Gianfrancesco
6 mesi fa
Reply to  Luigi

Magari.. ma ho seri dubbi

Filippo
Filippo
6 mesi fa
Reply to  Gianfrancesco

Anche io ho sentito questa voce. Braglia è stato già esonerato ma gli è stato chiesto di traghettare la squadra per queste ultime 3 partite.
Il successore dovrebbe essere Marino.

Giovanni
Giovanni
6 mesi fa
Reply to  Filippo

Marino sarebbe un grande allenatore per noi. Speriamo. Lo ricordo ai tempi di Udinese e Catania..

Piero C
Piero C
6 mesi fa
Reply to  Filippo

Ahahahahaha facitivi i meno pi piacì

Massimo
Massimo
6 mesi fa
Reply to  Luigi

non ci sperare

Luigi
Luigi
6 mesi fa
Reply to  Luigi

Fossa a maronna

Luca
Luca
6 mesi fa
Reply to  Luigi

Ronaldo no? aahahahhhhh…….Marino…..

Vincenzo
Vincenzo
6 mesi fa
Reply to  Luigi

Braglia fai schifo forza marino e Tutino

Enzo
Enzo
6 mesi fa

Ancora Braglia via via via che pseudo allenatore

Piero C
Piero C
6 mesi fa
Reply to  Enzo

Bravo allena tu stó c a xxo catanzarese cozzolaro

Saverio
Saverio
6 mesi fa

State tranquilli che adesso trinchera porterà a cosenza 2 difensori del Real Madrid 2 centrocampisti del Celsi 2 attaccanti del Barcellona.
State tranquilli andate allo stadio e come si dice pagate e muti.
Vergogna

Piero C
Piero C
6 mesi fa

Buongiorno a tutti….premetto che vivo a Modena da tantissimi anni, ho letto un articolo sulla situazione insostenibile, da giorni ormai, che vive la città rispetto alla raccolta rifiuti! Una città in dissesto finanziario….ed ora vengo al problema calcio, rispetto a quelli sopra davvero piccolo ma mi rendo conto che da cosentino aiuta ad affrontare tutto il resto. Guarascio direi che davvero stia pensando di lasciare la Città dove è stato quasi costretto a prelevare la società dall’attuale sindaco in cambio di…..ma in realtà lui di calcio non ci ha capitolo mai una mazza! Ora che la situazione economica gioca a… Leggi il resto »

Fernando
Fernando
6 mesi fa
Reply to  Piero C

Bravo!!!!! Propriamente così 👍👍👍ci vuole amore e passione perché da parte de lupo tifoso e innamorato di questi colori, nonbmancherannobmaiiiiiiiiiiiii

Salvatore Cannataro
Salvatore Cannataro
6 mesi fa

Compra mo subito ci sono svincolati di.lusso un dormiti crisetig… abate….matias silvestre…giuseppe rossi ecc ecc

Giovanni belli
Giovanni belli
6 mesi fa

Giustissimo. Oltre a quelli da te citati, munnezzamen deve insistere per tutino ed embalo…. Dove sono adesso, stanno facendo solo panchina

Fernando
Fernando
6 mesi fa
Reply to  Giovanni belli

Per quello che so San Gennaro fa tribuna a Verona…..

francesco
francesco
6 mesi fa

scusate ma cosa vi aspettavate con una squadra allestita in fretta e furia gli ultimi 2 giorni di mercato con gli scarti delle altrre????
retrocediamo al 100%. puo’ venire pure conte o mourinho o gesucristo in panchina ma questo sara’ l’epilogo. CONZATIVICCI TUTTI

Enzo
Enzo
6 mesi fa
Reply to  francesco

Forse hai ragione.Vediamo

Ciiccio
Ciiccio
6 mesi fa

Braglia u fannu ioca cu iocaturi I 4 sordi chiru muartu i Greco puru nu iocaturi è, chissu l’annu pigliatu pe fa numeri guara caccia a pila ca a pe curpa e a tua si scinnimu

Ciiccio
Ciiccio
6 mesi fa

Semplice manu ara sacchetta altrimenti si scinna

gigi
gigi
6 mesi fa

siamo la longobarda, domenica Braglia con che modulo gioca . Solo a Cosenza una situazione così , sarebbe così semplice basterebbe cambiare allenatore ma probabilmente ci sono altre cose sotto . Da inizio campionato cambia sempre modulo , domenica a Pisa giochiamo con il modulo a farfalla.Se non stiamo rasentando il ridicolo cosa ci manca : ARiSTOLES ma tranquilli il nostro Braglia lo farebbe giocare in difesa oppure lo porta in panchina.

Lupo73
Lupo73
6 mesi fa
Reply to  gigi

Caspita ci sei tu come allenatore perché non ci abbiamo pensato prima , avremmo già risolto tutti i problemi. Ma vi ti vida u Catanzaro va …

anna Perrone
anna Perrone
6 mesi fa

Sempre si Guarascio caccia a pila ed acquista giocatori utili e pronti! Per me Braglia deve rimanere… Lui sta facendo il possibile con quello che ha…cioè nu spitale!

Ivan
Ivan
6 mesi fa
Reply to  anna Perrone

Ahahahah. Sono d’accordo su Braglia anche se qualche errorino lo sta facendo pure lui

SPECIAL ONE
SPECIAL ONE
6 mesi fa

Con il comune in dissesto, u MUNNIZZARO, non viene pagato…figuriamoci se in questo momento caccia ra pila…nonostante i grandi ricavi che produce il Cosenza calcio, soldi per la causa non ne scuce…

Dario
Dario
6 mesi fa

La verità è che in questa situazione nessuno verrebbe ora , e poi Braglia ci ha portato in questa situazione ( sarebbe bastata una sola vittoria , dico una e le cose sarebbero meno drammatiche e non ci è riuscito .) Ora ci togliesse lui da questa situazione … sennò alla sosta deve andare via … ci sono pronti Marino, Cosmi Allenatori di Serie A e B . Mi dite per favore Braglia quando ha allenato in serie B???????????

gianfranco
gianfranco
6 mesi fa

Il Cosenza riuscira’ a racimolare punti in quste ultime partite?
Difficile ma non impossibile.Speriamo che Braglia riesca a fare un miracolo e sperare che li’ davanti qualche squadra crolli.

Carlo Amantea rossoblu
Carlo Amantea rossoblu
6 mesi fa

Giusto così… vinciamo i play out con la Salernitana. Forza lupi

Antonio
Antonio
6 mesi fa

Fusse ca fusse che Guarascio si fosse passato la mano sulla coscienza? Comunque Guarascio resta sempre l’ unico responsabile di questa situazione per il gravissimo ritardo a completare l’ organico in estate. Poi non dimendichiamo i nove punti che ci hanno sottratto gli arbitri,ultimi due col Pordenone

LORENZO
LORENZO
6 mesi fa
Reply to  Antonio

non cambia per non spendere quello che fino ad ora ha GUADAGNATO e poi siamo poveri illusi se pensiamo che faccia aquisti di categoria , vedi anni passati HA AVUTO SOLO CULU E STATO L UNICO PRESIDENTE A GUADAGNARE CIRCA TRE MILIONI CON IL COSENZA E NON HA FATTO MAI AVVICINARE NESSUNO’SIAMO L UNICA SOCIETA CHE NON HA SOCI VE LO SITE CHISTO

Advertisement

La Top 11 rossoblu di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "De Carolis, non andrebbe dimenticato."

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Ero piccola quando era in auge, sentivo i commenti degli adulti che a proposito del suo tiro micidiale dicevano "Rizzo ha ruttu a Rizza"perché fu..."

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Stiamo parlando di uno dei migliori allenatori che abbia avuto il Cosenza insieme a Bruno Giorgi. Ho avuto il piacere di conoscerlo bene e..."

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "È vero, senza quel gol sarebbero cambiate tante cose"

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "Lo scoprimmo in coppa Italia Maggiore quando inchiodò il Foggia sullo 0 a 0 nella gara d'andata al San Vito ( di allora)"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti