Resta in contatto

Approfondimenti

Cosenza, la fiducia di Occhiuzzi sugli attaccanti: “Sono quelli che cercavamo”

Dopo le partenze di Rivière e Asencio c’è grande curiosità nel reparto. “Non c’è soltanto Petre ma calciatori con caratteristiche diverse per come volevamo. I tanti stranieri? Sono arrivati nella città dell’accoglienza…”

Nel corso della consueta conferenza stampa della vigilia, l’allenatore Roberto Occhiuzzi ha toccato diversi argomenti. Ovviamente ha parlato del Cittadella, del ritorno dei tifosi allo stadio e dell’inserimento dei nuovi nel gruppo. Nel Cosenza che sabato pomeriggio scenderà in campo alle ore 14, di certo ci saranno delle novità. Soprattutto in attacco dove dopo le partenze di Rivière e Asencio c’è grande curiosità attorno al rumeno Petre, il quale è uno dei candidati alla maglia da titolare. “Oltre a Petre – ha sottolineato l’allenatore rossoblu – sono arrivati altri attaccanti, ognuno con le proprie caratteristiche. Anche tra di loro diverse. Abbiamo scelto determinati calciatori, perché cercavamo determinate caratteristiche. C’è tra di loro chi ci lega più il gioco, ci dà più profondità; chi ci dà un po’ di estro in più. E stiamo riscontrando di avere scelto bene, perché allenamento dopo allenamento ci stanno confermano quello che cercavamo”.

Nel gruppo ci sono calciatori di diverse nazionalità. Dai sudamericani Baez e Vera, i francesi Ba, Sacko e Bahlouli, il rumeno Petre, lo sloveno Matosevic, l’ivoriano Kone. Poi ci sono il romano Bouah di origini ivoriane e il cosentino Sueva di origini dominicane. “Il fatto che nel gruppo ci siano calciatori di diverse nazionalità, può rappresentare anche un motivo di crescita culturale per noi altri. Loro – ha concluso Occhiuzzi – si stanno integrando bene nello spogliatoio. E sono certo che la stessa cosa avverrà con l’ambiente, con la città. È ormai riconosciuto che Cosenza è la città dell’accoglienza”.

12 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
12 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
tonino turano
tonino turano
5 giorni fa

Tranne carretta,nella partita contro il Cittadella,attacco pressochè inesistente!

Giovanni
Giovanni
6 giorni fa

Lo avrà pure detto , ma non lo pensa !

Cosimo Moschetto
Cosimo Moschetto
7 giorni fa

Petre mina na Petra intra a Porta!!!! 😜

tonino turano
tonino turano
7 giorni fa

-1 che c’è di sbagliato?e,poi,vorrei sapere chi attribuisce questi voti e quale metodologia viene adottata.La Redazione risponda per favore.Grazie.

tonino turano
tonino turano
7 giorni fa

Gli attaccanti?Speriamo non facciano rimpiangere Asencio e Riviere.

tonino l'africano
tonino l'africano
7 giorni fa

cosenegal prince!!! mo sbranamunilli💪🏾💪🏾💪🏾🐺🐺🐺🔴🔵🔴🔵🔴🔵🔴🔵🔴🔵🤙🏾🤙🏾🤙🏾🤙🏾🤙🏾🤙🏾

Ciccio
Ciccio
7 giorni fa

Vai Petre minuci 2 petrate intra a porta

Luca
Luca
7 giorni fa

Giuseppe Curcio, st’ annu saglimu

tonino turano
tonino turano
5 giorni fa
Reply to  Luca

Con quale squadra?

Emilio
Emilio
7 giorni fa

Alla domanda sui tanti stranieri Occhiuzzi risponde “Cosenza è città dell’accoglienza”.
Quest’uomo, tra le tante qualità, ha quella di riuscire sempre a dire la cosa giusta.

Antonio De Marco
Antonio De Marco
7 giorni fa

e vai Lupi che ci salviamo anche quest’anno, grazie Roberto!!!

Odio RC e CZ e KR
Odio RC e CZ e KR
7 giorni fa

Salviamo??? Stannu saglimuuuuuu

Advertisement

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "grande roberto , che bei ricordi."

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "GUARASCIO VATTENE"

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Stiamo parlando di uno dei migliori allenatori che abbia avuto il Cosenza insieme a Bruno Giorgi. Ho avuto il piacere di conoscerlo bene e..."

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "Lo scoprimmo in coppa Italia Maggiore quando inchiodò il Foggia sullo 0 a 0 nella gara d'andata al San Vito ( di allora)"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Approfondimenti