Tifo Cosenza
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Braglia: “Cosenza, un bel 10 a tutti. A Salerno faremo la partita”

Il tecnico toscano ha parlato nell’ultima conferenza stampa pre-gara della stagione al posto di Trinchera, il quale ha avuto una lieve indisposizione: “Contro la Salernitana ci saranno dei cambi, ma non andiamo lì per fare una passeggiata”

“Qui ci doveva essere il direttore Trinchera, io di conferenze stampa ne ho fatte anche troppe…”. Comincia così l’ultimo appuntamento della stagione nella sala Bergamini con l’allenatore Braglia, che aggiunge: “Era giusto che lui delineasse l’annata e tracciasse il futuro”. Il direttore sportivo rossoblu, infatti, era stato inizialmente designato per tenere la conferenza antecedente l’impegno contro la Salernitana, poi una lieve indisposizione non gli ha permesso di presentarsi davanti ai giornalisti.

Ed ecco al suo posto un sereno Braglia, che risponde subito alle domande su un possibile turnover a Salerno: “Ci saranno dei cambi, ma cercheremo di fare la figura che ci meritiamo tutti. Nel calcio contano le motivazioni, se scendono quelle è un problema. Vogliamo fare la partita nel rispetto di tutti, anche della Salernitana. Non andiamo lì per fare una passeggiata o una figura barbina”. Poi, sull’avversario: “Ci sono squadre che hanno rose importanti, ma se in campo non si trova una unione d’intenti diventa tutto difficile. Non è solo la qualità del giocatore che porta il risultato”.

Tornando al capitolo formazione, il tecnico toscano dà un’anticipazione: Trovato scenderà in campo da titolare, merita di giocare. Ha passato due operazioni, da otto mesi rincorre un pallone con costante impegno. E’ un ragazzo interessante, un classe ’98, ed è una valida alternativa ai ragazzi che hanno giocato finora” le parole di Braglia, che poi sull’argomento aggiunge: “Chi è un po’ stanco non giocherà, mentre invece chi vorrà dare una mano scenderà in campo”.

Salvezza raggiunta, è il momento dei ringraziamenti: “Ai miei ragazzi do 10, dal primo all’ultimo. Si sono sacrificati e sono passati sempre sopra le difficoltà, non hanno mai creato polemiche. Anche al mio staff do 10, tutti sono stati meravigliosi. Guardate per esempio Occhiuzzi, che sta facendo il master a Coverciano e non ha fatto mai mancare niente a questa squadra, oppure Kevin Marulla che non viene lodato a dovere”. Sul suo futuro, però, Braglia non si sbottona: “Queste son cose del presidente e del direttore. Faccio l’allenatore da oltre trent’anni, cerco di portare in fondo il programma. Sono felice della mia esperienza a Cosenza. Nessuno ha detto che vado via da qui, può darsi che abbiamo già fatto il rinnovo…”.

Conclusione dedicata alla delicata situazione di Palermo. Nove club di Serie B, ieri, hanno presentato un esposto alla Procura del Coni e alla Figc chiedendo un giudizio immediato di esclusione dal campionato dei rosanero: “Se una società è in difficoltà, bisogna dare una mano. Non ho mai visto in cinquant’anni queste cose, non l’avrei mai fatto, nemmeno se fossi stato penultimo o terzultimo in classifica. Alla fine del torneo non si può escludere una squadra o ridare punti a un’altra, così diventa il torneo delle barzellette”.

Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Articoli correlati

Il club stravolge le consuetudini della vigilia: è dato sapere per isolare la squadra dall'entusiasmo...
Il match sarà disputato domenica pomeriggio allo stadio "Marulla", fischio d'inizio alle 16:15...
L'ex rossoblu ai microfoni della Gazzetta del Sud: "I Lupi hanno dimostrato di poter giocare...

Dal Network

Primo tempo entusiasmante, ripresa giocata a ritmi decisamente inferiori. Nel finale espulso Marras ...
Le parole dell'allenatore canarino dopo il pareggio dei suoi ragazzi in casa contro il Cosenza ...
Le parole del mister canarino alla vigilia del match contro i rossoblu in programma domani...
Tifo Cosenza