Resta in contatto

Il muro del Tifoso

Kone scalpita per un posto da titolare: può essere lui l’uomo della svolta?

Giorno dopo giorno, l’attaccante classe 2000 sta dimostrando in allenamento tutte le doti che lo hanno contraddistinto nella scorsa annata tra le file della Primavera del Torino

Continua a scalare posizioni Ben Lhassine Kone, in vista della delicata gara di domenica contro il Pescara. Con Carretta in dubbio (ieri ha svolto un lavoro differenziato per precauzione), il talento ivoriano potrebbe esordire dall’inizio nel nuovo 4-3-3 del tecnico Braglia.

Giorno dopo giorno, l’attaccante classe 2000 sta dimostrando in allenamento tutte le doti che lo hanno contraddistinto nella scorsa annata tra le file della Primavera del Torino. E anche l’allenatore toscano, qualche settimana fa, ha ammesso i grandi margini di crescita del ragazzo: “Ha tanta forza e buona qualità. Io lo trovo un po’ disordinato, tatticamente fa un po’ di casini. Ha un buon tiro, ha fame e ci piace. Deve fare le diagonali giuste e dare una mano ai compagni. E’ un torellino, non si ferma mai”.

La sua duttilità (può giocare trequartista “d’assalto” o esterno alto in un tridente) unita ad un fisico poderoso suggerisce degli elementi importanti per la crescita del gioco rossoblu. Kone potrebbe dunque dare la giusta scossa ad una squadra attualmente carente in fase di realizzazione? Commenta qui sotto e partecipa alla discussione tutta tra tifosi rossoblu.

 

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "Un grande lassava porta fujia a centrocampo mina tutti Soviero ahahah"

Vincenzo Riccio, una settimana fantastica

Ultimo commento: "Grandissimo Vincenzo........uno di noi"

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "È stato un grande. V"

Maurizio Lucchetti, il “Lucky gol” del Cosenza

Ultimo commento: "Il citato gol contro il Teramo è un colpo che Lucky aveva provato, con meno fortuna personale ma in ogni caso decisivo, in Casertana - Cosenza 1-1...."

18 novembre, trenta anni fa la morte di Denis Bergamini: i vostri messaggi per lui

Ultimo commento: "C'è poco da commentare. È stato un peccato la perdita di un fortissimo calciatore e un bravissimo ragazzo. Resterà per sempre nei cuori dei..."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Il muro del Tifoso