Resta in contatto

Pagelle

PAGELLE Cosenza: Perina evita il crollo, Pierini regala il pari

Il portiere decisivo su Marras vicino al 2-0. Il giovane attaccante in pieno recupero regala un gioiello da urlo che fa esplodere il Marulla. Male tutto il resto della squadra. E Braglia…

PERINA 6 I brividi nel corso del primo tempo sono tanti: conclusioni che accarezzano i legni. Quando il pallone arriva nello specchio della porta, lui vola a deviare in angolo la sventola di Porcino dal limite. Poi nel secondo tempo nulla può sul gioiello di Marsura ma si oppone in uscita su Marras lanciato a rete.

IDDA 5,5 Un paio di strafalcioni in una serata in cui la difesa non dà la sicurezza necessaria per affrontare al meglio la partita.

MONACO 5,5 Anche lui in evidente difficoltà, specie quando dalle sue partita capita Marras.

LEGITTIMO 6 Nel marasma generale viene coinvolto anche lui. Meglio nel secondo tempo quando gioca da esterno sinistro.

CORSI 5,5 Meglio nel primo tempo poi un calo senza precedenti. Ci mette il cuore fino all’ultimo secondo.

KANOUTE 5 Irriconoscibile, un altro calciatore rispetto a quello visto con Pescara e Benevento. Perde una infinità di palloni, non supera mai l’uomo e nemmeno la possente fisicità gli corre in aiuto. Dal 1’ s.t. BROH 5,5 Pare più dinamico del compagno ma eccessivamente confusionario.

GRECO 5,5 Da lui ci si aspetta molto di più. Il piede non è niente male ma la lentezza delle giocate è disarmante.

SCIAUDONE 5,5 Corre a vuoto in una squadra che non ha idee e non esprime gioco da garantire i suoi ficcanti inserimenti.

LAZAAR 6 L’inizio è incoraggiante: corre, fa sovrapposizioni e va al cross. Ma si ferma per un risentimento muscolare: il prezzo da pagare quando si salta la preparazione e la condizione atletica è precaria. Dal 38’ p.t. BAEZ 5,5 Sbaglia un paio di palloni, poco continuo.

MACHACH 5,5 Con il tra i piedi infiamma subito il Marulla. Sono giocate fine a se stesse che non portano nulla alla squadra. E trascorsi i primi dieci minuti non ne azzecca più una. Dal 14’ s.t. PIERINI 6,5 Un quasi gol (salvataggio di Del Prete) e un gioiello che fa esplodere il Marulla al 94’.

RIVIÈRE 5,5 Condizione fisica precaria, quasi nessun pallone giocabile, si danna l’anima e regala l’assist a Pierini in occasione del salvataggio sulla linea.

BRAGLIA 5,5 Ha tutte le attenuanti del caso, dalla squadra costruita con ritardo e con evidenti problemi di condizione fisica. Ma il Cosenza adesso necessita di una identità precisa e di un gioco, al momento latitanti.

16 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
16 Commenti
più nuovi
più vecchi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Dai ragazzi.. siete un bel gruppo….

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Su ragazzi se no’ la vedo dura!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

E’ vero che Perina ha salvato il risultato più volta, ma dopo l’uscita di pugno (provvidenziale) doveva tornare immediatamente in porta. Certo che nessun compagno lo ha protetto, ma una parte delle colpe sono sue.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Ho seguito la partita in radio.Quanta sofferenza!I minuti di recupero provvidenziali per noi.Adesso ragazzi ,veramente,tocca a voi.Lavoro,grinta,impegno.Dai ragazziiii !

CIANCIARUSO CATALDO
CIANCIARUSO CATALDO
10 mesi fa

È stata la peggiore prestazione di questo inizio di campionato,a mio avviso la squadra ha poco qualità e corsa a centrocampo e poi le squadre si costruiscono a luglio,Braglia è stato facile profeta,Il nucleo della squadra doveva fare il ritiro sia per acquisire la condizione fisica sia per assimilare gli schemi di Braglia. Valter è stato generoso ma il Livorno è la migliore squadra che il Cosenza abbia affrontato per questo il pareggio è prezioso,ora sta a Braglia trovare le soluzioni .

Gianni
Gianni
10 mesi fa

Ancora una volta abbiamo il Walter buonista. Ma quando un allenatore dichiara che avrebbe dovuto cambiarli tutti di che cosa stiamo parlando. Se a scuola mi mettevano un 5,5 mi sentivo quasi soddisfatto. Ma per cortesia. Un 4 a 1 per il Livorno sarebbe stato un risultato equo.

FRANCESCO PALERMO
FRANCESCO PALERMO
10 mesi fa

Caro Walter, sei stato molto benevole con i voti…secondo me nessuno, dico nessuno, supera il 3, in più hai dato a Perina 6, quando costui merita un 2, per il fatto che in occasione del gol subito è stato a terra a dormire per almeno cinque minuti…io ho visto un altra partita…

Francesco Palermo
Francesco Palermo
10 mesi fa

Ma Perina che parate ha fatto ieri…fatemi capire…resta cmq un buon portiere, ci mancherebbe…

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Tutti meritano 4 escluso Corsi, Kanoutè, Broh … senza voto!!!

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Il migliore in campo. Dai ragazzi svegliatevi …..

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

vedo voti allucinanti nessuno superiore al 4 e Corsi è di uno scarso allarmante dopo 10 anni che giochi sulla fascia e non ingarri un cross che dico uno ma neanche per sbaglio se vuole un consiglio andasse addi nu forgiaru a si fà conzà chiri pedi stuarti ca tena

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Grandissimo Perina

Luigi
Luigi
10 mesi fa

Colpa di Braglia. Squadra svogliata. Questa partita andava affrontata come una finale.

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

PERINA CU CHIRU PAPARUNE FUORI DALLA PORTA???????

Commento da Facebook
Commento da Facebook
10 mesi fa

Io l’avevo già capito ! Questo Kanoute è di una lentezza disarmante ! Con il Benevento tutti ad elogiare! Un ci chiava con i tiri ed è egoista ! ?

Giovanni
Giovanni
10 mesi fa

Bravo Pierini, credici un po’ di più perché sei forte! Il resto della squadra da 4! Forza lupi rialziamoci

Advertisement

La Top 11 rossoblu di tutti i tempi: ecco l’undici finale scelto dai tifosi!

Ultimo commento: "Al posto di Lentini metterei Padovano"

Franco Rizzo, il primo cosentino in nazionale

Ultimo commento: "Un fortissimo centrocampista con un tiro micidiale. Peccato ad avere incontrato sulla sua strada quegli incapaci allenatori della nazionale di quel..."

Giuliano Sonzogni, un tecnico vincente e anticonformista

Ultimo commento: "Stiamo parlando di uno dei migliori allenatori che abbia avuto il Cosenza insieme a Bruno Giorgi. Ho avuto il piacere di conoscerlo bene e..."

Allan Baclet, l’eroe dei playoff

Ultimo commento: "È vero, senza quel gol sarebbero cambiate tante cose"

Salvatore Soviero, 33 partite per entrare nel cuore del popolo rossoblu

Ultimo commento: "Lo scoprimmo in coppa Italia Maggiore quando inchiodò il Foggia sullo 0 a 0 nella gara d'andata al San Vito ( di allora)"
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Altro da Pagelle